Raglio
La community dedicata agli Asini

BLOG
di :
<< Dicembre 2018 >>
L M M G V S D
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31

Categorie

Generica
Viaggi
Trekking

Archivio

Ottobre 2018
Settembre 2018
Agosto 2018
Giugno 2018
Novembre 2017
Settembre 2017
Agosto 2017
Luglio 2017
Giugno 2017
Aprile 2017
Marzo 2017
Febbraio 2017
Dicembre 2016
Novembre 2016
Ottobre 2016
Settembre 2016
Agosto 2016
Luglio 2016
Giugno 2016
Aprile 2016
Marzo 2016
Febbraio 2016
Gennaio 2016
Dicembre 2015
Novembre 2015
Ottobre 2015
Settembre 2015
Agosto 2015
Giugno 2015
Maggio 2015
Aprile 2015
Marzo 2015
Febbraio 2015
Gennaio 2015
Dicembre 2014
Novembre 2014
Ottobre 2014
Settembre 2014
Agosto 2014
Luglio 2014
Giugno 2014
Maggio 2014
Aprile 2014
Marzo 2014
Febbraio 2014
Gennaio 2014
Dicembre 2013
Novembre 2013
Ottobre 2013
Settembre 2013
Agosto 2013
Luglio 2013
Giugno 2013
Maggio 2013
Aprile 2013
Marzo 2013
Febbraio 2013
Gennaio 2013
Dicembre 2012
Novembre 2012
Ottobre 2012
Settembre 2012
Agosto 2012
Luglio 2012
Giugno 2012
Maggio 2012
Aprile 2012
Marzo 2012
Febbraio 2012
Gennaio 2012
Dicembre 2011
Novembre 2011
Ottobre 2011
Settembre 2011
Agosto 2011
Luglio 2011
Giugno 2011
Maggio 2011
Aprile 2011
Marzo 2011
Febbraio 2011
Gennaio 2011
Dicembre 2010
Novembre 2010
Ottobre 2010
Settembre 2010
Agosto 2010
Luglio 2010
Giugno 2010
Maggio 2010
Aprile 2010
Marzo 2010
Febbraio 2010
Gennaio 2010
Dicembre 2009
Novembre 2009
Ottobre 2009
Settembre 2009
Agosto 2009
Luglio 2009
Giugno 2009
Maggio 2009
Aprile 2009
Marzo 2009
Febbraio 2009
Gennaio 2009
Dicembre 2008
Novembre 2008
Ottobre 2008
Settembre 2008
Agosto 2008
Luglio 2008
Giugno 2008
Maggio 2008
Aprile 2008
Marzo 2008
Febbraio 2008
Gennaio 2008
Dicembre 2007
Novembre 2007
Ottobre 2007

BLOG
POST DEL BLOG

Vorrei vedere il blog di :

Oscar
Commenti : 20
heidiepeter il 31-Dic-2012 in Generica
Ma oggi ha dovuto venire il vet per Oscar, stamane non mangiava, si metteva giu sdraiato, sofferente, calciando si girava sulla schiena, si rialzava, camminava in giro nervoso,
ho ascoltato la pancia, niente rumori...sospettoso...x me = colica.
Intanto che aspettavo il vet gli ho fatto massaggi coi gomiti e pugni da sdraiato, da in piedi mi sono praticamente messo sotto lui e lo massaggiavo con le mie spalle, lui molto ovviamente apprezzava.
Un momento che mi ero allontanata mi è venuto dietro, mi sono fermata e lui guardandomi si è ri-sdraiato davanti a me che ho pensato forse vuole ancora un po di massaggi.
Il vet gli ha fatto una puntura che non so piu che era e mi ha consigliato di fargli brucare un po di erba fresca, l'ho portato fuori dal nostro recinto dove c'è molto verde, è rimasto mezz'oretta poi si è ripresentato all'entrata.
Pare stia bene ora, ma vado a vedere

Ritornano le scorribande a Poggio del Raglio
Commenti : 4
max il 26-Dic-2012 in Generica
Le mie Festività sono iniziate con un bronchitone fin da venerdì, ma ciò non mi ha impedito di pensare alla nuova coppia. Per Natale, poi, a Poggio del Raglio molte persone ed io, grazie all'effetto degli antibiotici, mi sono potuto dedicare meglio a Luana e Pucciotto.
Era tempo che non li strigliavo per bene. Ho iniziato con Luana, che di fronte al pubblico è stata buonissima ed a prendersi tutto. Vista la situazione favorevole, ho voluto provare la sua reazione alla sella: dopo averla ben strigliata, ho preso il telo: essendo stato un po' maldestro e non accorto, si è subito spaventata. Mi sono avvicinato meglio e glielo ho fatto annusare. E' bastato poco per farselo appoggiare sulla groppa, ben steso. Poi ho preso la sella. L'esperienza precedente mi ha indotto a fagli annusare anche questa e così, via, su la sella. Luana è più grande di Pucciotto (la sella era per lui e Nerina), me ne sono accorto subito che ci serebbe stata necessità di modifiche. Infatti, ho provato col sottocoda, estendendolo al massimo, ma è sempre corto. Dobrò comprarne uno più lungo. Il sottopancia è regolabile, quindi non dovrei avere problemi.
Tutto questo non mi ha fatto notare la docilità e disponibilità di Luana alla nuova situazione: che sia già doma? Non so, anche quando andiamo a lunghina o, addirittura, senza, non mi sopravanza mai, sta sempre al suo posto. Appena avrò il nuovo sottocoda e le briglie, ne avrò conferma o meno (in effetti, Irene, quando l'abbiamo incontrata la prima volta, è montata su a pelo e senza briglie e Luana, con me alla lunghina, veniva ovunque.
Intanto, Pucciotto era in giro per erba. Lo chiamo, lasciando libera Luana, che però rimane vicino a me. Pucciotto, in un gioco tutto suo, compare dal bosco in velocità. Si ferma, lo richiamo, scalcia due o tre volte e comincia il suo raid selvaggio: a tutta velocità, tra lo stupore ed il timore dei presenti, comuncia il suo galoppo. Luana, richiamata dall'istinto, lo segue ed inizia un turbinio incomprensibile di traiettorie, di scalciate, di sterzate di lato, cambi di direzione. La meraviglia del galoppo di un asino, per chi non lo sa, è enorme. Per me, il suo ritorno in coppia dopo quasi cinque anni (era da quando Nerina e Pucciotto correvano incontenibili che non succedeva, perchè il povero Gustavo non reggeva che quanche decina di metri)è meglio dell'antibiotico.
Quando il turbinio finisce, Pucciotto, ricordandosi del primo richiamo, si avvicina per farsi strigliare. Ed io lo abbraccio.
Emergenza lupi
Commenti : 31
icaro il 23-Dic-2012 in Generica
I lupi si stanno moltiplicando di anno in anno nella nostra zona; se prima se ne vedeva 1 o massimo due insieme, adesso cominciano a vedersene 8-10 in branco, e non hanno predatori. Il nostro è un territorio altamente popolato e sono in tanti a lamentare grosse perdite di animali, anche di grossa taglia (puledri, vitelli, per non parlare di capre e pecore). I nostri boschi sono pieni di prede ( cinghiali, caprioli, daini ecc.) ma anche noi abbiamo già avuto le nostre perdite: l' anno scorso una coppia di lupi ci ha mangiato il nostro amato capretto Bingo. Abbiamo trovato diverse fatte di lupi (riconoscibili perchè piene di pelo) anche molto vicino ai recinti. Durante la stagione invernale le giornate sono molto corte e spesso c'è nebbia o pioggia e il pericolo aumenta; c'è anche da dire che le recinzioni anti-lupi costano molto e noi non ce le possiamo permettere.. Cosi' abbiamo deciso di chiudere i nostri animali nei box o nei capanni di notte. Però abbiamo un ciuchino (Max) che a causa di un trauma subito prima di venire da noi, non può essere chiuso perchè diventa pazzo: calci nella porta, impennate ecc. Provammo a tenerlo chiuso dopo l' operazione al sarcoide, ma appena finito l' effetto dell' anestesia, cominciò a dare in escandescenza nonostante la compagnia di Alice e dovemmo riaprirlo subito. Quindi per lui e le due sue conviventi (Piuma e Alice) abbiamo pensato di adottare uno stratagemma: i lupi hanno paura delle luci e delle voci umane e cosi' abbiamo dotato il recinto di illuminazione colorata e di musica (radio accesa dalla sera alla mattina). Il nostro timore era che gli asini si spaventassero o comunque ne fossero infastiditi; li abbiamo governati la mattina come sempre e abbiamo fatto la prova: quando si è accesa la radio, hanno avuto un attimo di perplessità e si sono rimessi subito a mangiare....che differenza con il cavallo (30 anni, pensavamo non avesse più paura di nulla !) che, pure un po' distante, si è spaventato al punto da scappare dal recinto.
trittico
Commenti : 9
cacaone il 22-Dic-2012 in Generica
Triplete.no non mi piace, mi ricorda troppo un “baüscia”, meglio trittico, si’ perche’ si tratta di tre differenti impegni, santa lucia, babbo natale in piazza e lolita all’asilo di merlino, trittico come 2 anni fa’ ma allora l’asilo fu quello di vimercate con 120 bambini.
Bella giornata soleggiata, temperatura mite, colonna termica ascendente giusto per il volo a vela, infatti poco dopo proprio sopra l’asilo volteggiavano decine e decine, ma che dico ….centinaia di alianti.
Entrato, con lolita con le 2 ceste con caramelle (3/4 fieno) e sul groppone un sacco con i giocattoli, nel cortile dell’asilo ci accolgono le maestre ed aprono la doppia porta a vetri del salone, mi appresto ad entrare ma la senorita si inchioda sulla salitella di accesso, ho provato tutti i trucchi del mestiere di modesto asinaro ma non c’è stato niente da fare, giri su stessa dx e sx, marcia indietro, paroline dolci, carezze, grattatine un po’ dappertutto, mazzetti di fieno lei la divina allungava il collo come una giraffa ma gli zoccoli restavano come inchiodati, altro ingresso niente da fare.
Dopo una riunione ad alto livello di alcuni…secondi, si decide che se lolita non va’ ai bambini i bambini vanno a lolita, quindi pausa, intanto lolita si fa’ un giretto per il parchetto strappando un po’ qui un po’ la’ la poca erbetta rimasta.
Ed ecco finalmente i bambini, una trentina (18 a casa) imbacuccati che gridano di felicita’ alla vista del babbo natale e di lolita, piu’ per lolita, la circondano e ficcano le mani nelle gerle con fatica vista la statura , i piu’ non ce la fanno e allora interviene babbo natale.
Poi festa nella festa si apre il sacco dei regali e grida di gioa vera alla vista del camion dei pompieri, del camion della spazzatura e cosi’ via.
Tra i bimbi ce n’era uno in carrozzella da corsa, occhi spenti, una tenerezza infinita.
Piano piano senza accorgemene mi trovo sul pianerottolo davanti alla porta a vetri chiusa del salone, vuoi vedere, mi dico, che il problema fosse l’aria calda che ne usciva? Io non ho odorato niente di particolare ma lei?
Apoteosi, lolita docilissima si è lasciata fare di tutto, completamente a suo agio, orecchie quasi sempre dritte volteggianti, fusse che fusse come detto piu’ volte che lolita con basto sa’ di lavorare e quindi si immedesima nel personaggio? Mah chissa’, cosa si pagherebbe per imparare a parlare con un asino!!!!
Foto e filmini di rito e poi verso casa con sosta al bar (quello di lolita y cric)per un punch al rum, questa volta lolita parcheggiata fuori, un signore mi fa’ i complimenti e vedendo lolita mi chiede se puo’ darle una brioche, io tentenno ,poi, ma si’ è natale , uno strappo alla dieta e brioche con cioccolata, viva lolita.
Grazie “signore” del pensiero.


BUON NATALE E FELICE ANNO NUOVO a tutta la comunita’,
al nostro SALOMONE ELCHOLO dedico un brindisi particolare e vorrei che l’intero RAGLIO.COM levasse in alto un calice alla sua saggezza ed equita’
santa lucia
Commenti : 9
cacaone il 15-Dic-2012 in Generica
Santa lucia a boffalora d’adda come 2 anni fa’.
Alle 19 circa caricato lolita sul trailer per un viaggetto di pochi minuti , giunto a destinazione santa lucia velata, con damigelle tabarrate (come me) al seguito, era li’ ad attendermi.
Vestita lolita di tutto punto, copertina rossa ricamata LOLITA, cavezza e longhina rossa, basto e ceste con caramelle si parte.
Il freddo (-2) e l’umidita’ ci accompagnano per la serata
Per accorciare i tempi, (2 anni fa’ 4 ore)i bambini con relative famiglie , sono stati riuniti in 3 gruppi , a circa 500 metri un bambino di vedetta allerta il primo gruppo che ci riceve festante, caramelle …? No, è lolita l’attrazione, i bimbi le offrono piccoli mazzetti di fieno e ….carote e la divina non si fa’ pregare, mangia a tutta birra , osservo con molta attenzione le sue attivita’ , mani dei bambini dappertutto, tutto fila liscio , cerco di imboscare le carote ma sono tante e penso al giorno dopo.
Mi rilasso e la lego ad una cancellata e io… mi mangio le caramelle e lei…. si mangia le carote.
Dopo un po’ salutiamo l’allegra combriccola e raggiungiamo il secondo gruppo, molti piu’ bambini molte piu’ carote…dolore…ne faccio sparire piu’ che posso, le nascondo nelle ceste sotto le caramelle. Un signore fa’ foto ed un tipo in carrozzella da corsa me le ha poi inviate.
Mi offrono un grappino, benvenuto.
Si passa all’ultimo gruppo, un po’ distante, un sacco di gente, anche un cane, un labrador che si avvicina a lolita , l’annusa, lolita non lo degna di uno sguardo e passa oltre. Anche qui lotta alle carote, lolita travolge con una delle due ceste una signora che si era messa vicino a chiaccherare, un bambino un po’ distante, aveva attirato la sua golosita’ con una grossa carota e lei era partita in caccia. Chi fa’ trekking sa’ che i nostri quadrupedi non sono coscienti delle sporgenze…
Nessun problema, la signora ha fatto buon viso…..
Foto, caramelle, carezze, fieno, freddo, tanti visi meravigliati, bella e faticosa serata.
Lolita esemplare nel bene come sempre in queste occasioni.
Un gentiluomo anche lui quasi intabarrato ci ha accompagnati lungo tutto il percorso, fornitore di carote, fruttivendolo del paese.
Alle 22 e oltre tutto finito, torniamo al trailer , svestendo lolita ci accorgiamo che piu’ di meta’ della caramelle sono rimaste, erano 20 kg all’inizio.
Alle 22,30 in casa.
Il mattino dopo trovo…. un 3 tortine, ritornate poi boeri il pomeriggio

A ognuno il suo...testone.
Commenti : 15
Jolly il 11-Dic-2012 in Generica
Ore 21:00
Io “hai tolto la cavezzina a Pepita?”
Lui “….ehm…no. Pensavo la togliessi tu.”
Io “Ok, ok…vado io. (Uff, son già in ciabatte, speriamo di non fare un volo)”.
Mi metto su sciarpa e berretto e via…fuori a -10. Camminare su questa neve ghiacciata e come camminare sulle patatine…ihihih
Arrivo al recinto (a lume di stelle) ed entro. Visto che ci sono controllo l’acqua (ce n’è). Ora bisogna solo infilarsi in mezzo e trovare la piccola.
Andiamo a tentoni.
Grosso testone e orecchie con lunghi ciuffi….decisamente Jolly. Testa più sottile sul muso che mi si infila sotto il breccio…Hilde. Testa con un cuscinetto di lana da far invidia ad una pecora e orecchie giu…Perla. Muso che si avvicina e si allontana…Heidy.
Oh, finalmente! Musettino batufolo con cavezza…Pepita (trovata!). La abbraccio e le tolgo tutto.
E adesso, in mezzo a questa compagine calda e soffice…Chi ha più voglia di prendere freddo e tornare in casa?
E così mi fermo li, qualche minuto, a bearmi in mezzo a loro. Ad accarezzare, abbracciare e a prendermi “baci” da soffici musi.
Questo si che è il paradiso per me….^_^
COUNTRY CHRISTMAS : per gli asinari pordenonesi è sempre una grande emozione!
Commenti : 35
dentista il 11-Dic-2012 in Generica
Gli asinelli di Simonetta partecipano per il quarto anno consecutivo all’
EVENTO COUNTRY CHRISTMAS ALLA FIERA DI PORDENONE

I nostri somarelli dal prato di Aviano (PN) dove ora sono abituati a vivere ad alcuni gradi sotto lo zero traslocano nei capannoni fieristici assieme ai loro proprietari…
L’appuntamento è alle 7.15 di venerdi mattina con il trailer nel parcheggio della fiera… ci alzeremo prima del solito, ci vestiremo “a cipolla”, portiamo con noi una bottiglietta di grappa sperando che i vigili urbani non facciano l’alcool test a noi e agli animali: all’ingresso l’anno scorso il veterinario non voleva farci passare pechè non eravamo a posto con le vaccinaioni e c’erano molti cavalli che facevano gare; il COGGIN TEST non deve essere anteriore ad un anno!
Questo stress tra confusione e rumori durerà 4 - 5 giorni; come tutti sapete fino a qualche anno fa da noi gli asinelli erano diventati a RISCHIO ESTINZIONE; ne erano rimasti solo alcuni esemplari!
Da noi (ma anche nel resto d’Italia) c’è stata una forte immigrazione di extracomunitari rumeni ed albanesi: oggi questi ragazzi di 15-20 anni si sono perfettamente integrati, ma all’epoca è stata una autentica invasione che veniva mal tollerata e veniva guardata con sospetto e diffidenza!!! Anche noi friulani come gli abitanti di Lampedusa avevamo le carrette del mare cariche di disperati in fuga dalla fame e dalla miseria!
I CARRETTI DI RAGAZZI RUMENI E RUMENI ERANO PURE I SOMARELLI; IL PAPA’ DI MOLTI DI LORO SI CHIAMA BORIS E SI DISTINGUE DA UN SEGNO DI RICONOSCIMENTO CHE IL VECCHIO PROPRIETARIO HA IMPRESSO SULLE ORECCHIE CHE … HANNO LE PUNTE MOZZATE!
Si incomincia venerdì mattina con una ventina di scolaresche che sfilano davanti al recinto per accarezzarli .
Non so se mi vestirò da cowboy con il cappello alla texana o se preferirò un cappuccio rosso da Santa Klaus (babbo natale infatti è una invenzione americana…) ; molti anni fa, quando io ero bambino, i regali li portava o San Nicola(6 dicembre) o Santa Lucia (12 dicembre)
Se devo essere sincero e seguire le mie passioni e i miei sentimenti li lascierei nel loro recinto a sgambettare felici e tranquilli !
Ma 3-4 volte all’anno ti chiamano per fiere e per sagre e magari ti offrono anche l’hamburger con patatine fritte (sarà per caso carne di puledro tritata? )
tenerezza
Commenti : 18
vale il 07-Dic-2012 in Generica
gli asini sembravano in via di estinzione, e invece c'è sempre più gente che prova "tenerezza" per "questi splendidi animali", che si prodiga per questi "cuccioli", che se li accarezzerebbe ad ogni incontro. alcuni se li porterebbero a letto come dei peluches, altri li prenderebbero e li prendono per smacchiare i boschi, perchè sono più economici e son tanto carini!!!!
altri ancora chiedono di finanziamenti, di quanto un asino può "fruttare".
poi si ritrovano con esseri senzienti non all'altezza delle aspettative...
[continua]
DISFATTA DI CAPORETTO e l'Italia di oggi
Commenti : 35
dentista il 03-Dic-2012 in Generica
I fatti che sto per raccontare risalgono a 95 anni fa quando mio papà aveva 6 anni e, a seguito di queste vicende belliche, si ritrovò nella notte su una carretta trainata da un asinello; pioveva e faceva freddo, ma non c’era tempo da perdere.
In tutta fretta bisognava percorrere i 200 chilometri da Maniago (Pordenone ) a Sant’Agostino di Ferrara; il viaggio per raggiungere i nonni era lungo e non c’erano le comodità di oggi… non so quanto tempo ci abbiano impiegato, ma a complicare le cose c’erano anche 2 sorelline più piccole.
Mio papà, quando in auto attraversavamo il Piave, cantava sempre la canzone “ Il Piave mormorava “ e raccontava che sia il ponte stradale che quello ferroviario erano stati bombardati; con il carretto erano dovuti scendere sul greto sassoso del torrente; il carretto era sempre più traballante e lui non riusciva a dormire! Ma a un certo punto il somaro si era fermato e non c’era verso di farlo andare avanti!
Asini e muli, come voi sapete, non sono intelligenti come il cavallo: sono solo stupidi e cocciuti.
BISOGNAVA PASSARE SU DI UN PONTE PROVVISORIO FATTO CON DELLE TAVOLE IN LEGNO E INUTILI ERANO LE URLA E LE IMPRECAZIONI DEL PADRONE,
Ho scritto queste righe non per sottolineare la stupidità dell’asino, ma perché questo episodio può farci riflettere sulle condizioni in cui ci troviamo oggi in Italia!
E' passato quasi un secolo dalla ritirata di Caporetto e non c'è da essere ottimisti nemmeno oggi!
...e per concludere volevo fare a tutti voi i migliori auguri di Natale e per l’anno che verrà. Tutti gli amici mi dicono che è difficile essere ottimisti con la crisi che c’è in giro… MARI/70 dopo il terremoto nel bolognese-mantovano aggiunge: ”L’E’ DURA !!!”

MA DOMANI E' IL 4 NOVEMBRE: E’ IL GIORNO DELLA VITTORIA... SURSUM CORDA!

I cronisti dell’epoca narrano che l’esercito austro-ungarico dalle colline di Gorizia avanzò per 150 km in direzione della Pianura Padana, raggiungendo Udine in 4 giorni: il fronte di guerra si spostò così dal fiume Isonzo al Piave.
La battaglia di Caporetto rappresentò per l’Italia l’evento chiave della prima guerra mondiale … l'esercito italiano subì ingenti perdite umane e materiali: 350.000 soldati si diedero ad una ritirata scomposta, mentre 400.000 civili scapparono dalle zone invase. La disfatta di Caporetto provocò il crollo dell’intero fronte e la ritirata si fermò solo sulla Linea del Piave.
L’anno successivo (4 novembre 1918) si concludeva con il GIORNO DELLA VITTORIA A VITTORIO VENETO che oggi purtroppo non si insegna più ai giovani, ma quando io ero ragazzo si restava a casa da scuola!
ASINI E CANI...
Commenti : 2
dentista il 01-Dic-2012 in Generica
POSSONO ANDARE ANCHE D'ACCORDO ( ANCHE SE E'PREFERIBILE CHE I PADRONI TENGANO I LORO ANIMALI BEN STRETTI AL GUINZAGLIO!)
VIDEO DELLA
GITA AL FORTE DI OSOPPO A FERRAGOSTO


Cani ed asini possono anche andare d'accordo
(anche se è meglio che i padroni li tengano ben legati al guinzaglio )

Ora che incomincerà il vero freddo (qui al Nord sono previste le prime nevicate sui 600- 800 metri) e arriverà il freddo Natale con giornate corte e buie, mi vien da ricordare quasi con rimpianto
alla gita fatta nel periodo di ferragosto al forte di Osoppo: ero andato in cerca di un po’ di refrigerio nel parco del Rivellino, lungo il fiume Tagliamento, dove avevo visto in azione i cani dell’agility dog udinese.
Al pomeriggio, con un caldo africano l’ allegra combriccola di amici scaut (che io definisco squadriglia asini, squadriglia cani e squadriglia muli) hanno affrontato la salita del forte di Osoppo.
Spero di poter portare qualche somarello al campo invernale a Moggio Udinese… perché recentemente ho avuto una grossa delusione e … PURTROPPO DEVO FARVI UNA CONFIDENZA A PROPOSITO DELLA “onoprofilassi” NELLE CASE DI RIPOSO E NEGLI OSPEDALI PEDIATRICI: i clown dottori della regione Friuli non mi hanno accettato nel corso master di un anno.
“Non hai i requisiti per partecipare al corso” è stata la laconica email; io gli ho risposto che magari potrò fare il CLOWN-PAZIENTE invece del clown-dottore.
Dottore od utente del servizio sanitario… che differenza fa!
Dicono che nosocomio e manicomio sono scritti sul muro esterno dell’edificio perché i pazienti stanno di fuori… Con buona pace di raglia che del termine onoterapia non ne vuol sentir parlare! Io però, più passa il tempo più mi rendo conto di essere … un simpatico somarello (e per di più dentista!)
About Us | Site Map | Privacy Policy | Contact Us | Since 27/01/2006 © 2011 Raglio
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

eXTReMe Tracker