Raglio
La community dedicata agli Asini

BLOG
di :
<< Dicembre 2018 >>
L M M G V S D
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31

Categorie

Generica
Viaggi
Trekking

Archivio

Ottobre 2018
Settembre 2018
Agosto 2018
Giugno 2018
Novembre 2017
Settembre 2017
Agosto 2017
Luglio 2017
Giugno 2017
Aprile 2017
Marzo 2017
Febbraio 2017
Dicembre 2016
Novembre 2016
Ottobre 2016
Settembre 2016
Agosto 2016
Luglio 2016
Giugno 2016
Aprile 2016
Marzo 2016
Febbraio 2016
Gennaio 2016
Dicembre 2015
Novembre 2015
Ottobre 2015
Settembre 2015
Agosto 2015
Giugno 2015
Maggio 2015
Aprile 2015
Marzo 2015
Febbraio 2015
Gennaio 2015
Dicembre 2014
Novembre 2014
Ottobre 2014
Settembre 2014
Agosto 2014
Luglio 2014
Giugno 2014
Maggio 2014
Aprile 2014
Marzo 2014
Febbraio 2014
Gennaio 2014
Dicembre 2013
Novembre 2013
Ottobre 2013
Settembre 2013
Agosto 2013
Luglio 2013
Giugno 2013
Maggio 2013
Aprile 2013
Marzo 2013
Febbraio 2013
Gennaio 2013
Dicembre 2012
Novembre 2012
Ottobre 2012
Settembre 2012
Agosto 2012
Luglio 2012
Giugno 2012
Maggio 2012
Aprile 2012
Marzo 2012
Febbraio 2012
Gennaio 2012
Dicembre 2011
Novembre 2011
Ottobre 2011
Settembre 2011
Agosto 2011
Luglio 2011
Giugno 2011
Maggio 2011
Aprile 2011
Marzo 2011
Febbraio 2011
Gennaio 2011
Dicembre 2010
Novembre 2010
Ottobre 2010
Settembre 2010
Agosto 2010
Luglio 2010
Giugno 2010
Maggio 2010
Aprile 2010
Marzo 2010
Febbraio 2010
Gennaio 2010
Dicembre 2009
Novembre 2009
Ottobre 2009
Settembre 2009
Agosto 2009
Luglio 2009
Giugno 2009
Maggio 2009
Aprile 2009
Marzo 2009
Febbraio 2009
Gennaio 2009
Dicembre 2008
Novembre 2008
Ottobre 2008
Settembre 2008
Agosto 2008
Luglio 2008
Giugno 2008
Maggio 2008
Aprile 2008
Marzo 2008
Febbraio 2008
Gennaio 2008
Dicembre 2007
Novembre 2007
Ottobre 2007

BLOG
POST DEL BLOG

Vorrei vedere il blog di :

di passeggiate incontri e divagazioni
Commenti : 9
vale il 26-Nov-2011 in Generica
oggi a zonzo nel pratone con giulio alla lunghina, passa nel sentiero X.
è un ragazzo alto e smilzo, forse ventenne, che ho visto in zona a calesse con un cavallo, e che ha uno sguardo bello e pulito, come il sole dopo un acquazzone settembrino. la stessa luce.
si ferma, mi chiama per nome anche se io non ricordo il suo, eppure dovrei.
parliamo mentre lui guarda giulio, lo scecco, lo accarezza e sostiene il suo sguardo,contrasta le sue spintarelle, con ferma umiltà, con interesse e curiosità.
il ragazzo mi piace assai, mi piace come si muove, mi piace la sua acerba consapevolezza, di ragazzo cresciuto tra gli animali, pare un marchio sulla sua fronte, una corona invisibile sul suo capo.

poi nota la ferita che giulio ha sulla zampa posteriore, ne parliamo, si sta rimarginando.
il "mio" vet, rosario che mai scorderò, se n'è andato due anni fa, in un mare blu più blu di lui.
gli chiedo se conosce un veterinario, a chi si rivolge per il suo cavallo.
mi fa un nome....suo nonno era amico di suo padre.
lo conosco quel vet, muta alzo gli occhi la cielo, quasi a voler cambiare pensiero.
a lui, al ragazzetto sveglio, non sfugge niente...eppure non avevo fiatato.....
-lo so - mi dice - a questi di un asino che gliene fotte!
- a reggio lui tempo fa si salvò per miracolo, che loro campano di cavalli e droga, e quattro gliene sono morti sotto gli occhi di tutti....lui per un pelo se la scampò, figurati che gliene fotte di un asino che neanche fa i pali....
[divagazioni]
Pipo',l'asino di sospel
Commenti : 7
cacaone il 25-Nov-2011 in Generica
Un bravo uomo viveva in un piccolo villaggio di mezza montagna nelle alpi marittime ,a sospel e possedeva un asino che si chiamava pipo',una brava bestia che l'aiutava nei lavori della fattoria.e questo uomo era molto affezionato a questo animale che l'aiutava molto.
Ma la guerra arrivo' e la vita divenne piu' difficile.
Verso la fine, tutti gli animali adatti a trasportare materiale militare furono requisiti e il povero pipo' venne portato via e il suo padrone penso' bene che non l'avrebbe piu' rivisto.
Diversi mesi passarono e la liberazione arrivo' in pieno mese d' agosto.
Un contadino suo vicino venne a trovarlo e Gli comunico' che i militari avevano abbandonato gli animali requisiti qualche mese prima e che si trovavano in un prato a escarene, il comune vicino.
"Dovresti andarci a fare un giro,il tuo asino pipo' forse e' tra di loro".
Il brav'uomo non se lo fece dire due volte.e malgrado la cappa di calura di quel mese di agosto,si mise scarpe adatte ,prese il suo cappello ,una bisaccia nella quale fece scivolare una cavezza e una corda (in caso di ritrovamento,meglio essere equipaggiati) prese il suo bastone, e parti', a piedi fino a l' escarene per verificare,pieno di speranza.
La ferrovia non era stata riparata, bisognava fare la strada di montagna, attraverso il col de brous e del brouis.
Arrivo' a l' escarene senza problemi,ed in effetti, vide in un recinto vicino ad una fattoria un branco eterogeneo di cavalli, di muli e di asini che aspettavano di essere recuperati.
Il contadino si avvicino' al recinto,e si disse che dopo tutto quel tempo, pipo' avrebbe potuto dimenticarlo. E come riconoscerlo in mezzo agli altri? Allora la speranza gli diede le ali e si mise a chiamare : "'pipo',pipo'" e di colpo ,delle grandi orecchie si drizzarono,un bel muso si giro' e che sorpresa fu' quella di vedere pipo' lasciare il branco ed avvicinarsi timidamente al recinto.
"ah pipo',eccoti come sono contento di ritrovarti!" e senza piu' aspettare , passo' attorno al collo dell'animale che si lascio' fare ,il collare ,con la longhina che aveva discretamente messo sulla bisacccia.
E adesso, bisogna fare il cammino inverso, e fa' caldo.si sedette un momento sul bordo in pietra della fontana,fece bere pipo' e riprese la sua strada.ma il cammino e' lungo sotto il sole che picchia duramente ed ecco che il brav'uomo e' preso subitamente da un malessere che assomiglia molto ad una insolazione.si sdraia sul bordo del sentiero e si addormenta.
Quando riprenede i sensi , e' spaventato : si disse , pipo' se n'e' andato." e come lo ritrovo,sono iinperdonabile..." ma quando si rimette in piedi ,si accorge che pipo' e' sempre li', piantato sulle sue robuste zampe, in attesa del suo padrone facendogli ombra.
Infine rientrarono alla fattoria e vissero insiemelunghi anni.ma pipo' non era piu' tanto giovane,i probelmi della vecchiaia si profilarono,il veterinario fu' sempre piu' presente .
Ed infine pipo' raggiunse il paradiso degli asini ed il vecchio uomo, oppresso dal dolore,si sedette sulla panca davanti alla casa e si mise a piangere.
Aborto
Commenti : 11
garzingo il 21-Nov-2011 in Generica
Sabato notte,prima di andare a dormire,faccio un giretto nella stalla per un'ultima occhiata,dato che eravamo a -4,tutto tranquillo,stavano sonnecchiando,chi in piedi e chi sdraiate,per cui decido che è ora di andare sotto le calde coltri.
Al mattino,mi affaccio alla finastra del bagno e li vedo tutti vicino al cancello che si godono i primi raggi di sole,per cui faccio le mie cose poi vado in stalla per dare una radanata.Come apro la porta vedo al centro della stalla un corpicino strano immobile.Al primo colpo d'occhio,date le dimensioni, lo battezzo per un piccolo di capriolo,mi avvicino e realizzo che è glabro completamente.non puo essere un capriolo quindi...o noooo.ma por....o Gesù! é un feto di asinello di circa 2-3 kg.completamente formato,tranne il mantello,con accanto tutta la placenta e la paglia attorno bagnata.Non avevo mai visto un feto abortito,ma non occorre molta immaginazione per capire.Esco faccio il giro delle asine e vedo Carolina(l'asina portata a casa dal macello 2 anni fa,di 4 anni primipara,gravida di 6 mesi)tutta bagnata dietro,e anche qui capisco e associo.Non c'è molto da fare:due carezze,una carota,un pò di fieno e il veterinario.Il mio amico Vet.(diversamente giovane e di montagna,bravissimo,almeno per me,)è impegnato in una battuta al cinghiale,mi chiede come sta,se è sporca di sangue,se mangia e se si muove agilmente.Alle mie risposte:sta tranquillo,è tutto a posto,fa finta che non sia successo niente,a volte,raramente capita.Appena posso vengo a vedere.
é arrivato alle 4.La guarda,le guarda la pupilla con la pila,misura la temperatura,lavaggio vaginale interno-esterno con soluzione disinfettante,una pacca sul culo:tutto a posto,fa finta che non sia successo niente,a volte capita.Sono animali forti,non si ammalano praticamente mai,ma se succede,di solito..........è l'ultima malattia!
A me però rimangono delle perplessità e quindi chiedo se per caso è successo anche a qualcuno di voi.Se per caso sapete il perchè può succedere.e la sera prima avrei dovuto notare qualche cosa?e a lasciarla nel branco col maschio c'è qualche rischio? e la prossima volta può succedere di nuovo?
"RESUSCITATO "
Commenti : 9
burro60 il 20-Nov-2011 in Generica
Salve, dopo un anno "sabbautico" sono tornato.
Non voglio annoiarvi raccontandovi cosa è successo in questo lungo periodo, certamente però devo e voglio chiedervi scusa per essermi allontanato per così tanto tempo senza neanche salutare.
Ho sentito la necessità di rimanere lontano dal mondo degli asini e degli asinari, alcune decisioni che dovevo prendere richiedevano un periodo di "disintossicazione".
Non è stato facile, la fortuna, il caso e l'insegnamento ricevuto dagli asini mi hanno aiutato. Il poco tempo a disposizione e la stanchezza hanno contribuito a tenermi lontano da Raglio.com, ma credo non ci sia stato mai un giorno che non ho pensato a Voi.
Poi è successo anche qualcosa di strano: più passava il tempo e più mi tornava difficile entrare. Non sapevo cosa dire, anche decidere da quale forum ricominciare a leggere o guardare le foto mi creava disagio. Quando ci si allontana ( per tutto questo tempo poi ) è davvero difficile reinserirsi.
Qualche giorno fà sono stato "pungolato" ed allora forza e coraggio: Burro è di nuovo qui. Ci sono novità importanti nella mia vita. Alcune cose sono cambiate e altre cambieranno. Gli asini ci sono sempre (anche se hanno corso un un bel rischio non penserete al macello?) :-) e saranno sempre presenti e sempre più importanti.
Per ora vi dico solo che sono contento di essere di nuovo qui e quanto prima vi agguiornerò su Mosè, Nanà e rosetta. A presto
............. alla conquista!
Commenti : 11
elcholo il 19-Nov-2011 in Generica
E che sia solo l'inizio.
Vogliamo raggiungere mete sterminate.
Marco
Commenti : 8
heidiepeter il 13-Nov-2011 in Generica
Marco ha lavorato tanti anni per un contadino vicino al Monastero Metoxi qui a Kalloni. Mal tenuto, ha avuto la fortuna di conoscere una mia amica che se n'è presa cura negli ultimi anni. L'anno scorso ha passato l'estate con noi, adesso é diventato un nostro residente, ha problemi con i denti e ora viene nutrito a papere.
La sua età é incerta, come da tutti i miei asini.

Marco era nostro ospite l'estate scorsa, di solito restava da solo in un pezzetto di terreno posteggiato come una macchina fino l'inverno prossimo - come tutti gli anni, quando poi di nuovo veniva impiegato per trasportare la legna e il raccolto delle olive.
Infatti il contadino non aveva una relazione con l'animale; se ne occupava da un paio d'anni una mia amica, grazie a lei ha potuto raggiunger noi e quest'estate è tornato da noi. Ci eravamo accorte che era dimagrito e debole con un aria infelice; mi sono accorta che non mangiava e ho chiamato il veterinario per un controllo ai denti, questo appena inserito quell'aggeggio nelle fauci di Marco ha esclamato un : Oh madonna mia ! (in greco: O panaghia mou !)
I premolari e i molari sono totalmente consumati e aveva pure il tartaro. Il vet ha sistemato alla meglio i denti di Marco, e ha constatato che ha più' di 30 anni, mentre il contadino ci aveva detto che ne aveva 15 (che dire).
Prima mangiava erba verde del suo terreno e fino in estate c'era abbastanza verde perché lui abbia potuto nutrirsi, ma ultimamente più' che altro il menu é fieno e paglia che lui non riusciva a masticare
Dall'estate scorso Marco é notevolmente invecchiato, adesso vien nutrito con pappe di crusca, riceve banane, mele e carote che fanno bene ai denti…il suo iogurt, e un po di massaggi che sembra apprezzare. E pascola un po' in giro. Ecco.
Mangia tantissimo, penso che vuol metter su un po' di ciccia per l'inverno, infatti é più' pieno adesso, gli piace farsi imboccare; é tornato a essere contento e dolce. Dal dentista si era comportato benissimo, il veterinario ha detto che proprio collabora, si lasciava fare, suppongo che sapeva che fosse per il suo bene
Adesso resta con noi, il contadino non lo vuole più'…
asini che passione..........!!
Commenti : 4
mimi61 il 08-Nov-2011 in Generica
Salve sono appena arrivata e già mi sento di far parte di questa community!Ho solo due asini"crocini" ma sono i miei amori, sono maschi di due anni e mezzo, e questo spero tanto non sia un problema in futuro.Adesso sono pronti per essere addestrati, e comincia davvero l'avventura con questi splendidi animali ciao
Sono finalmente arrivate Luce e Lea !!!
Commenti : 6
lydie il 07-Nov-2011 in Generica
La piccola famiglia inizia a crescere, dopo Alonso e Annabella sono finalmente arrivate Luce e Lea, due asine romagnole di 2 anni e 2 anni e mezzo, e Pioggia (in arte Elba), puledra tpr di 8 mesi... in realtà dovevano arrivare solo le due asine (di cavalli non ne volevamo), ma poi... la mamma va al mac.. per problemi agli arti (non cammina più), la puledra non può essere inserita nel gruppo con gli altri ..etc.. etc.. e alla fine finisce a casa nostra anche lei...
La prima notte è passata in un alternarsi di ragli (soprattutto di Alonso), e nitriti... dopo un pò di timidezza e paure iniziali si stanno un pò sciogliendo e si sono dimostrate molto dolci anche se con molti timori...
L'altro giorno abbiamo lasciato la porta della stalla aperta e loro varcavano col muso la soglia come per dire "ma possiamo uscire?"... "ma no, va, restiamo dentro ancora un pò..."
Siamo molto contenti e fiduciosi, l'idea e la speranza è di poter fare un gruppo unico al più presto...
Un saluto a tutti
Cloe ha vinto un terno al lotto
Commenti : 7
Hope il 07-Nov-2011 in Generica
Un mese fa, circa, abbiamo venduto Cloe. Tre asine cominciavano a gravare un po' troppo sul bilancio familiare e l'indole un po' appiccicosa della nostra puledrona sembrava stesse interferendo un po' nel rapporto tra mamma Hope e l'ultima nata. Non ho detto nulla qui su Raglio, dato che già una volta i commenti erano stati impietosi e inopportuni a tale proposito. Nel primo pomeriggio di oggi, sfidando l'allerta meteo che consigliava di tenersi ben lontani dal Piemonte e dai suoi corsi d'acqua, ci mettiamo in macchina alla volta della provincia di Novara, decisi a conoscere la nuova dimora della nostra piccola Cloe . Impostiamo il navigatore e nel giro di un'ora e mezza ci ritroviamo al cancello di una grande tenuta. Ci addentriamo curiosi e tra le fronde degli alberi, contesi dal grigio del cielo e dal rossore autunnale, ecco delinearsi la sagoma di un castello, con tanto di torri e ponte davanti all'ingresso. Poco discosta, in mezzo ad un grande prato, in compagnia di un bel cavallo olandese, ecco la nostra piccola Cloe. E' zuppa d'acqua, ma non sembra curarsene, tutta intenta com'è a godersi l'ultima erba fresca della stagione. La chiamiamo e dopo un'attimo di titubanza, eccola venire da noi. Sembra riconoscerci e darci il benvenuto. I suoi nuovi proprietari, gli abitanti del castello, sono due persone davvero cordiali e ospitali. Ci mostrano il riparo destinato a Cloe e al suo blasonato coinquilino e poi, con gran semplicità ci offrono un caffè. Gli asini riempiono i nostri discorsi e ci fanno brillare gli occhi. E' strano trovarsi seduti al tavolo con delle persone fino a poco prima sconosciute, ma che condividono una passione tanto semplice quanto coinvolgente. E' bello potersi ancora stupire di trovare persone semplici e cordiali, disposte ad aprire le porte di casa per assaporare la genuinità di un incontro.
Oggi gli asini ci hanno portato qui.
Ritorno
Commenti : 4
max il 05-Nov-2011 in Generica
Dopo molto tempo ritorno a scrivere sul blog. Gli impegni mi hanno tenuto lontano. Le novità sono, rispetto all'ultimo intervento più di un anno fa, che è nato un fratello a Gustavo (di babbo, ovviamente) che ancora non ho visto, ma di cui a breve documenterò. Nel frattempo, ho potuto dividere i due asini, assegnando loro mezzo capanno e mezzo terreno e settimananlmente stanno insieme sotto il mio controllo. Mi sembra che la situazione di due maschi (ricordo, uno intero ed uno no) insieme possa essere così meglio gestita (a parte la fatica dei lavori per dividerli).
Per il resto, sono entrambi molto docili e disponibili, sono anche dispettosi (quando i frutti pendono dagli alberi e se li mangiano).
Saluto tutti dopo la lunga assenza e mi riprometto di partecipare maggiormente, impegni permettendo.
About Us | Site Map | Privacy Policy | Contact Us | Since 27/01/2006 © 2011 Raglio
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

eXTReMe Tracker