Raglio
La community dedicata agli Asini

BLOG
di :
<< Dicembre 2018 >>
L M M G V S D
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31

Categorie

Generica
Viaggi
Trekking

Archivio

Ottobre 2018
Settembre 2018
Agosto 2018
Giugno 2018
Novembre 2017
Settembre 2017
Agosto 2017
Luglio 2017
Giugno 2017
Aprile 2017
Marzo 2017
Febbraio 2017
Dicembre 2016
Novembre 2016
Ottobre 2016
Settembre 2016
Agosto 2016
Luglio 2016
Giugno 2016
Aprile 2016
Marzo 2016
Febbraio 2016
Gennaio 2016
Dicembre 2015
Novembre 2015
Ottobre 2015
Settembre 2015
Agosto 2015
Giugno 2015
Maggio 2015
Aprile 2015
Marzo 2015
Febbraio 2015
Gennaio 2015
Dicembre 2014
Novembre 2014
Ottobre 2014
Settembre 2014
Agosto 2014
Luglio 2014
Giugno 2014
Maggio 2014
Aprile 2014
Marzo 2014
Febbraio 2014
Gennaio 2014
Dicembre 2013
Novembre 2013
Ottobre 2013
Settembre 2013
Agosto 2013
Luglio 2013
Giugno 2013
Maggio 2013
Aprile 2013
Marzo 2013
Febbraio 2013
Gennaio 2013
Dicembre 2012
Novembre 2012
Ottobre 2012
Settembre 2012
Agosto 2012
Luglio 2012
Giugno 2012
Maggio 2012
Aprile 2012
Marzo 2012
Febbraio 2012
Gennaio 2012
Dicembre 2011
Novembre 2011
Ottobre 2011
Settembre 2011
Agosto 2011
Luglio 2011
Giugno 2011
Maggio 2011
Aprile 2011
Marzo 2011
Febbraio 2011
Gennaio 2011
Dicembre 2010
Novembre 2010
Ottobre 2010
Settembre 2010
Agosto 2010
Luglio 2010
Giugno 2010
Maggio 2010
Aprile 2010
Marzo 2010
Febbraio 2010
Gennaio 2010
Dicembre 2009
Novembre 2009
Ottobre 2009
Settembre 2009
Agosto 2009
Luglio 2009
Giugno 2009
Maggio 2009
Aprile 2009
Marzo 2009
Febbraio 2009
Gennaio 2009
Dicembre 2008
Novembre 2008
Ottobre 2008
Settembre 2008
Agosto 2008
Luglio 2008
Giugno 2008
Maggio 2008
Aprile 2008
Marzo 2008
Febbraio 2008
Gennaio 2008
Dicembre 2007
Novembre 2007
Ottobre 2007

BLOG
POST DEL BLOG

Vorrei vedere il blog di :

Il nuovo Mondo
Commenti : 13
Bicmak il 28-Nov-2015 in Generica
Mentre Tony e Fragola si godevano i grandi spazi di Appiano, un piccolo sfortunato asinello si affacciava al nostro branco. Nove anni e un'aria da puledro affamato, con zoccoli storti e una storia complicata con vari personaggi coinvolti e situazioni poco chiare, per alcune settimane l'abbiamo coccolato e portato fuori, dato che stava recluso in un piccolo box senza mai uscire. Senza neanche pensarci abbiamo iniziato a organizzarci per 'portarlo a casa', anche perché il rapporto con i due 'titolari' era buono. Infatti, pur essendo intero, era talmente disperato da accettare qualsiasi situazione piuttosto che stare al chiuso.
Una volta capito chi era veramente il proprietario abbiamo trovato il modo di 'adottarlo'... pagando un prezzo da purosangue! Storia già vista a suo tempo con la Fragola, si vede che abbiamo proprio l'aria dei polli!!
Ora son quasi dieci giorni che siamo diventati proprietari del secondo asino, il cambiamento è stato completato da un trasferimento in un posto nuovo e molto bello ed ora i tre moschettieri vivono insieme. Mondo ha già ripreso forma e prestissimo sarà pronto per passare dalla categoria degli stalloni a quella dei castroni, anche perché ora che si è ripreso inizia ad alzare la testa e a cercare di prendere il sopravvento...
Ah, a proposito, sul libretto c'è scritto Pippo... noi lo chiamiamo Mondo, perché la sua livrea pezzata mi ricorda una carta geografica.
Nelle prossime settimane vedremo l'evoluzione: intanto, calcolando la sua età e la nostra, ci siamo resi conto che -ora più che mai- saremo asinari a vita.
Ciuffo
Commenti : 5
platero il 26-Nov-2015 in Generica
Oggi compi un anno. E ti chiami Ciuffo. Ho mille pensieri, e mille volte avrei voluto scrivere di te, e di tua mamma, Dosolina. Ma non sono mai riuscita a farlo. Il popolo di Raglio.com, quello che era già (o ancora) sul sito due anni fa, ricorda che il primo dicembre 2013 Dosolina è arrivata da noi. Bianca, come un fiocco di neve. Con Pepito è stata subito amicizia, anzi: amore. Sembravano una cioccolata con panna: lui grande e marrone, lei soffice e bianca, sempre vicini, sempre insieme. E ad Aprile un'ecografia ha confermato il mio sospetto: Dosolina era gravida. Ma tuo padre non poteva essere Pepito, asino castrone. Allora abbiamo attribuito la paternità a Valentino, il piccolo asino stalloncino sardo con cui Dosolina viveva prima di arrivare qua, per trascorrere da noi i mesi invernali. La gravidanza era inattesa e sorprendente, Dosolina aveva solo due anni e mezzo e non avrebbe dovuto farsi carico di una nuova vita, in quella tenera età, quando lei stessa stava ancora crescendo. Essendo in stato interessante credevo che il suo proprietario l'avrebbe tenuta, magari decidendo per lei un destino di fattrice. Invece un giorno me la fece caricare su un camion e la cedette a un suo amico e vicino di casa. Il quale, di colpo, passò da zero a quasi tre asini, perchè oltre a Dosolina acquistò anche la piccola Sally, puledrina di sei mesi, che, separata dalla madre, cercò sin da subito di farsi adottare da Dosolina, che invece non se la sentì di rivestire quel ruolo anzitempo. Dosolina e Sally si trovarono a vivere in un terreno enorme, e molto vario, sia come morfologia che come vegetazione, spazio che condividevano con quattro pecore, come anche la stalla. Le mie visite erano frequenti, e non placavano il dolore che provavo per non aver deciso in tempo di tenere Dosolina con noi. Le difficoltà sarebbero state tante, ma rimpiango di non averle affrontate e di non aver trovato il modo di tenere Dosolina, gravida di te, con noi. L'attesa della tua nascita era accompagnata dalla curiosità riguardo al tuo aspetto. Tutti sapevano che io, sotto sotto, mi aspettavo di trovare un puledrino grosso e col pelo marrone scuro. Un Pepitino in miniatura. Ma tuo padre era grigio, tua madre bianca. Il 26 Novembre il vecchio proprietario mi chiama e mi annuncia che sei nato, che sei un maschietto, ma che la tua mamma ti rifiuta. Così il primo latte lo prendi da un biberon. Mi angoscio all'idea che Dosolina ti rifiuti e immagino che l'attuale proprietario non abbia né tempo né voglia di farti da mamma e nutrirti artificialmente per mesi e mesi. Corro da voi! Chissà di che colore sei, chissà se sei un pepitino! Mentre mi precipito lì mi avvisano che, passato l'iniziale shock dovuto al dolore del parto, la piccola Dosolina ha iniziato a prendersi cura di te. Arrivo: sei un pupazzetto stropicciato e sporco e sei tutto bianco! Bianco come un fiocco di neve caduto in una stalla sporca, ma sei bellissimo! E Dosolina è una mamma amorevole.
E' passato un anno, da quel giorno. Ci siamo visti spesso, so che mi conosci e che ti diverti quando vengo a trovarti, perché giochiamo e corriamo e poi ho quella macchinetta con cui ti scatto tante foto e tu cerchi sempre di portarmela via. Ieri sono venuta a farti gli auguri per la ricorrenza di oggi. Correvi felice, giocavi con la bellissima Sally vantandoti di essere più alto di lei, che ha già due anni. Infatti, entrambi siete figli di Valentino, il piccolo stalloncino sardo, eppure già a sei mesi eri alto come lei, che ha un anno più di te. E' strano, no? che tu sia così grande, visto che tuo padre è basso...Molto strano, ti osservo e immagino che diventerai alto come... ecco: come Pepito! Anche l'atteggiamento da monello e la tua tenera prepotenza mi sono familiari... Ma tu scuoti il tuo ciuffo bianco e mi ridi in faccia, come a dirmi: tu sei matta! hai ragione, Ciuffo bianco, sono completamente matta!
Nuova iniziativa del "Cahier des Anes"
Commenti : 1
Bicmak il 07-Nov-2015 in Generica
Da un paio d'anni sono abbonato con grande soddisfazione a questa rivista francese che si occupa di asini e muli...
Ora stanno lanciando un sito o portale e per farlo iniziano con una operazione di "crowd funding" ... Ovvero cercano di tirar su tanti piccoli finanziamenti per poter partire.
Trovate tutte le informazioni su:
http://r.ah.d.sendibm4.com/akdz6mcuxrf.html
... In francese naturalmente!
About Us | Site Map | Privacy Policy | Contact Us | Since 27/01/2006 © 2011 Raglio
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

eXTReMe Tracker