Raglio
La community dedicata agli Asini

BLOG
di :
<< Dicembre 2018 >>
L M M G V S D
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31

Categorie

Generica
Viaggi
Trekking

Archivio

Ottobre 2018
Settembre 2018
Agosto 2018
Giugno 2018
Novembre 2017
Settembre 2017
Agosto 2017
Luglio 2017
Giugno 2017
Aprile 2017
Marzo 2017
Febbraio 2017
Dicembre 2016
Novembre 2016
Ottobre 2016
Settembre 2016
Agosto 2016
Luglio 2016
Giugno 2016
Aprile 2016
Marzo 2016
Febbraio 2016
Gennaio 2016
Dicembre 2015
Novembre 2015
Ottobre 2015
Settembre 2015
Agosto 2015
Giugno 2015
Maggio 2015
Aprile 2015
Marzo 2015
Febbraio 2015
Gennaio 2015
Dicembre 2014
Novembre 2014
Ottobre 2014
Settembre 2014
Agosto 2014
Luglio 2014
Giugno 2014
Maggio 2014
Aprile 2014
Marzo 2014
Febbraio 2014
Gennaio 2014
Dicembre 2013
Novembre 2013
Ottobre 2013
Settembre 2013
Agosto 2013
Luglio 2013
Giugno 2013
Maggio 2013
Aprile 2013
Marzo 2013
Febbraio 2013
Gennaio 2013
Dicembre 2012
Novembre 2012
Ottobre 2012
Settembre 2012
Agosto 2012
Luglio 2012
Giugno 2012
Maggio 2012
Aprile 2012
Marzo 2012
Febbraio 2012
Gennaio 2012
Dicembre 2011
Novembre 2011
Ottobre 2011
Settembre 2011
Agosto 2011
Luglio 2011
Giugno 2011
Maggio 2011
Aprile 2011
Marzo 2011
Febbraio 2011
Gennaio 2011
Dicembre 2010
Novembre 2010
Ottobre 2010
Settembre 2010
Agosto 2010
Luglio 2010
Giugno 2010
Maggio 2010
Aprile 2010
Marzo 2010
Febbraio 2010
Gennaio 2010
Dicembre 2009
Novembre 2009
Ottobre 2009
Settembre 2009
Agosto 2009
Luglio 2009
Giugno 2009
Maggio 2009
Aprile 2009
Marzo 2009
Febbraio 2009
Gennaio 2009
Dicembre 2008
Novembre 2008
Ottobre 2008
Settembre 2008
Agosto 2008
Luglio 2008
Giugno 2008
Maggio 2008
Aprile 2008
Marzo 2008
Febbraio 2008
Gennaio 2008
Dicembre 2007
Novembre 2007
Ottobre 2007

BLOG
POST DEL BLOG

Vorrei vedere il blog di :

Che male!!!!
Commenti : 14
claudio il 23-Apr-2009 in Generica
Ciao a tutti,
Ecco l'ultima mia avventura per Susi ...
Ieri, approfittando della bella giornata, nella pausa pranzo ho tagliato un pò d'erba per la Susi, ma proprio alla fine del lavoro ... ZAC! Mi sono affettato il dito indice dx.
Mi sono fatto male per colpa della fretta, io uso il 'ferro da prato' e nell'affilare la lama (da noi si dice codare) con l'apposita pietra ... ho fatto il 'danno' ... mi raccomando mai farlo al contrario sempre nel senso giusto.
Ora mi ritrovo con 5 punti di sutura, ma passerà ... mia nonna dice 'svigia baucco'(sveglia imbranato).
Ciao alla prossima avventura.
Buon Compleanno
Commenti : 17
ragliaconnoi il 22-Apr-2009 in Generica
Ciao Fiorellina,ti scrivo queste due parole per dirti che ti voglio tanto bene e per augurarti buon compleanno.

Pepito è castrato
Commenti : 9
platero il 22-Apr-2009 in Generica
Pepito è stato operato stamattina, per fortuna tutto si è svolto nella norma, due veterinari,più il mio aiuto e quello di un'amica, anestesia generale, ma calibrata alla dose minima, tempo dell'intervento il più ridotto possibile. Torno subito giù da lui.
Grazie a chi ci è stato vicino, in particolare Alessia, Mora, Vale, ma so che il pensiero per un buon esito è giunto da tutti voi. Grazie!
Mosche e zecche
Commenti : 20
garzingo il 20-Apr-2009 in Generica
Adesso ne ho la prova certa al 90%,le galline hanno un'ottima funzione per la prevenzione di questi insetti.
Per 10 anni ho sempre tenuto le galline(francesine,selvatiche,cocincine o come volete chiamarle)libere di scorazzare dappertutto e non ho mai avuto gli asini tormentati da questi insetti(max qualche mosca cavallina in estate,mai una zecca),,dopo la strage fatta dalle volpi e dalla faina l'anno scorso,da settembre le ho tenute chiuse nel pollaio,da alcuni giorni gli asini hanno cominciato ad avere mosche di varie famiglie e ho trovato anche delle zecche,sarà una casualità ma secondo me la causa è proprio nel non aver lasciato libere le galline.Ieri ho aperto il pollaio,fra un po vi saprò dire.Volpi permettendo.
ho disegnato un asinello !
Commenti : 18
alessia75 il 20-Apr-2009 in Generica
forse non sarà poi cosi interessante ma volevo condividere con voi una mia pazzia! avevo tanto voglia di farmi un bel tatù, il quarto, ogni disegno rappresenta una parte importante della mia vita, hanno tutti un significato sentito, sono li per ricordami le cose che amo e allora sapete cosa ho disegnato sul mio avambraccio??? "un asinello" irremovibile proprio come me... e me lo sono legata al polso , cosi rimarrà con me per sempre!
il tatuatore era stupito , nella sua lunga carriera ha disegnato solo un altro asinello, era quello dello stemma del Napoli...
che dire mi sento ancora più asinara e orgogliosa di esserlo..
Impressioni di Russoli, seconda parte
Commenti : 8
Mora il 20-Apr-2009 in Generica
Allora continuo:
il giorno dopo siamo andate a vedere la Masseria San Paolo con i suoi asini. San Paolo è una masseria privata che da molte generazioni alleva fra mucche e cavalli murgesi anche asini martinesi ed appartiene al Dott. Basile. Ci sono andata per curiosità, volevo vedere anche un allevamento privato. Ci sono 4 allevamenti privati grandi nella regione, fra di loro San Paolo con circa 40 asini.

Quando arriviamo, il Dott. Basile ci guarda dall'alto in basso, non sembravo aversi aspettato di due donne in jeans e giacche vecchie (invece di due donne elegantissimi!). Sembrava essere dispiaciuto di averci dato un appuntamento. Al pricipio tentava di liberarsi di noi lo piu presto possibile , pretendiendo che gli asini stanno troppo lontano della masseria. Ma abbiamo insistito che vogliamo vedere gli asini, allora siamo andati a vederli. Anche i suoi asini sono dei bellissimi martinesi che vivono anche allo stato brado o semi-brado, per il suo comportamento sembra che hanno un po piu contatto con gli uomini che quelli di Russoli.

Camminando verso gli asini parlavo dei miei asini - altro sguardo sprezzante di lui quando dissi che i miei asini sono "solo" dei incroci! Poi dicevo che eravamo state a Russoli il giorno prima - e lui immediatamente disse in una maniera molto agressiva che quelli asini stanno malissimo, e che tutta la masseria di Russoli è gestito in una maniera malissima, e che tutta la masseria prende solo dei soldi dello stato e non rende niente, che quelli asini costano solo!!! Io contradissi e gli dissi che avevo visto il giorno prima che gli asini di Russoli stanno bene. Poi volevo sapere di lui che cosa, secondo la sua opinione, non va bene a Russoli, ma non mi dava risposte concrete, si discolpava con belle parole.

Allora mi chiedo: quali sono i suoi interessi per provare di pretendere che gli asini di Russoli stanno malissimo - incluso davanti a me che avevo visto il giorno prima che stanno bene!

E poi c'è un altro fatto che mi inquieta: questa gente, fra di loro evidentemente anche il Dott. Basile, è riuscita con la sua pubblicità negativa a fare credere a tutta la gente della regione che gli asini di Russoli stanno male e devono essere "adottati" da privati!!! Nella regione ci sembrano essere molti che vogliono adottare degli asini di Russoli. La gente come Basile e altri stanno diffamando Russoli per poi potere mettere la mano sulla masseria, pretendiendo che gli asini stanno malissimo anche si non è vero, e che costano troppi soldi. Ma non so quali sono i veri interessi dietro queste calunnie.

Conclusione: gli asini di Russoli stanno bene - ma li vedo in pericolo perche c'è gente che vuole impossessarsi di loro e della masseria per poi approfitare. Quindi non dobbiamo salvare gli asini di Russoli perche adesso stanno male, ma perche ci sono degli avvoltoi intorno che pretendono volere bene agli asini, invece vedono solo il loro proprio profitto.
Impressioni della Masseria Russoli
Commenti : 20
Mora il 19-Apr-2009 in Generica
Per quelli che non mi conoscono: sono un'asinara svizzera con molti anni di esperienza con asini, faccendo trekking e onoterapia. La settimana scorsa stavo in vacanza in Puglia e andavo a visitare la masseria Russoli- dopo tante discussioni, volevo vedere con i miei occhi come stanno quelli asini.

Come potete vedere sulle mie foto, gli asini di Russoli stanno benissimo!!!

C'erano due gruppi di stalloni e due gruppi di fattrici con puledri(uno nuovo, gli altri dell'anno scorso, molte fattrici poco tempo prima di partorire).Tutto insieme ci sono adesso 185 asini. Le 2 gruppi di fattrici/puledri hanno un terreno enorme a loro disposizione, con erba, alberi e cespugli. I stalloni stanno in recinti piu piccoli, ma anche abbastanza grandi. Perche aveva poivuto il giorno prima,c'era un po di fango in certi posti, ma niente di grave.
Ho guardato il loro stato fisico generale, ho guardato gli zoccoli, e come camminavano, e ho guardato il suo comportamento sociale fra di loro e con noi uomini.E quasi tutti stanno molto bene sotto tutti gli aspetti. C'era una vecchia fattrice che zoppicava un po, e un'altra che aveva uno zoccolo deformato, probabilmente come risultato di una vecchia laminite.Gli altri stavano bene, e tutti erano in buono stato di nutrizione. Le fattrici stavano pascolando o risposando piacevolmente in piccoli gruppi, senza spaventarsi di noi. Al principio si allontanavano un poco quando siamo venuti, ma poi si avvicinavano con curiosità - questo è un comportamento normale per asini che non hanno tanto contatto con gli uomini. I stalloncini erano un po piu timidi - si vedeva che non avevano ancora tanto esperienza con gli uomini come le fattrici. Ma dopo un po di tempo venivano anche loro.

L'ambiente in generale era molto tranquillo , gli asini erano tranquilli e pascolavano piacevolmente. Cioè tutti avevano un comportamente normalissimo, non c'era ni troppo paura ni troppo aggressione fra di loro o contra gli uomini.

Insomma penso che molti dei nostri asini potrebbero invidiare quelli di Russoli - secondo me questa maniera di allevarli conviene molto meglio alla loro natura che quando devono vivere in un box o recinto piccolo!

Tanto per adesso -c'è piu da raccontare sui intrighi intorno a Russoli, ma continuare quando ho piu tempo. Il fatto piu importante è che gli asini di Russoli stanno bene.

ho bisogno di aiuto al piu presto per la mia tesina sugli asini....potreste aiutarmi?
Commenti : 3
cowgirl90 il 19-Apr-2009 in Generica
ho deciso che la mia tesina parlerà degli asini allevati per il latte,un argomento che non è stato spiegato,ma che mi affascina e poi comunque vorrei fare una tesina diversa da tutti gli altri!
Come si allevano gli asini?(box tipo cavalli o altro?)
Qual'è la loro razione alimentare?
esiste una sala di mungitura per asini???
quanti parti può avere al max un asina?
quali sono le produzioni di latte procapite e quanto dura la lattazione?
qual'è la razza italiana più produttiva?
quante mungiture si effettuano al giorno?
si fa l'inseminazione artificiale di solito?
quali sono le principali differenze del latte d''asina rispetto a quello bovino?
esistono formaggi,magari tipici di alcune zone di latte d''asina?
E' vero che in paese del nord utilizzano gli asini per tenere in ordire le aree verdi?(me lo ha accennato una mia prof,ma non mi ha saputo dire di pi??)!
mi servono foto,esperienze,e sopratutto mi serve sapere come vie gestito l''allevamento
scusate le tante domande,ma avrei davvero bisogno di aiuto...mi sarebbe d''aiuto anche se qualcuno mi indicasse qualche sito dove posso ricavare tutte le infoormazioni che mi servono o ancora meglio qualche libro da acquistare....grazie 1000 a tutti quelli chi mi risponderanno!
Gustavo (prima, ora non più!)
Commenti : 6
max il 16-Apr-2009 in Generica
Venerdì 9 aprile mattina. Dopo una notte pressochè insonne è arrivato il momento. Arrivo a Poggio del Raglio e lo vado subito a prendere: è stupito perchè ha dormito diviso da Pucciotto per mangiare il meno possibile, ma appena lo libero viene con fiducia, come al solito. Lo porto in quella che sarà la sala operatoria all'aperto, lo lego e comincio a spazzolarlo. E' sorpreso ma si prende tutto. Dopo una mezz'oretta di coccole, preparo un giaciglio. Il veterinario sta per arrivare. Eccolo. Ha con se tutto. Comincia a fraternizzare e con fiducia anche Gustavo si lascia coccolare. Il più teso sono io. Prepariamo anestesia, garze, antibiotico, e tutto l'occorrente. Arriva la moglie veterinaria. Si parte, dopo la tosatura della giugolare e delle 'tonsille'. Dopo la dose di anestetico, barcolla ma rimane in piedi, io lo accarezzo e lo tengo: fatica enorme. Intanto, passati 5-10 minuti, iniziamo con l'anestesia locale: testicolo destro. La puntura la sente, ma poi fa effetto e si calma. Devo assistere all'intervento: non sono ripetibili le bestemmie. Gustavo è buonissimo, sveglio e in piedi. Lo coccolo un po', ma è scostante. Testicolo sinistro: stesso lavoro. Disinfezione, pulizia, qualche altra bestemmia.
Pochi minuti e inizia a muoversi barcollando. Lo accompagno e accarezzo, gli parlo, va via il veterinario. Spay antibiotico e alcuni passi. Si ferma, mi guarda, allarga le gambe e fa la prima pipì. E' fatta, inizia a girellare mangiando l'erba nuova.
Dopo un po' decido di andare a casa a pranzo. Lo lascio da solo qualche ora.
Torno alle 15,30 e lo trovo cambiato, stanco e svogliato. C'è mio suocero e chiedo notizie: era entrato il solito cane lupo, sfuggito al padrone, che ha ingaggiato con Gustavo un inseguimento furibondo. Poverino, non ci voleva, era spossato. E' stato quasi due ore immobile. Dopo varie coccole, si è mosso, ricominciando (ora insieme a Pucciotto), a mangiare l'erba.
Il giorno dopo era quasi normale.
Asinara 1°
Commenti : 5
mannironi il 12-Apr-2009 in Generica
Asini all'asinara
buon pasquale!
Commenti : 2
luposolo il 11-Apr-2009 in Generica
vedere correre i miei due puledri è magnifico; la seconda ha partorito da primipara con gran facilità (anche questa volta io ero via!), una puledrina, Najma (stella, in arabo, visto che che è un nostro amico marocchino il primo che l'ha trovata!). Ora non zoppicano più; a tuttora l'unico responso veterinario è che non hanno Erpesvirus; ma perchè hanno avuto tali problemi di appoggio ai piedi ancora non si sa; per ora pascolano tutto il giorno e i puledri si rincorrono e giocano; i cani non li hanno più nuociuti, sembrano dirgli che ora sono di più gli asini che loro....
la forza degli asini
Commenti : 25
airrad il 08-Apr-2009 in Generica
Gli asini…………… animali che sorprendono e di una forza incedibile. A volte fanno soffrire perché ci si affeziona talmente tanto che se uno di loro sta male anche noi soffriamo con loro.
In fattoria ci sono ancora due asine in dolce attesa e venerdì scorso una inizia ad avere i sintomi di un parto prossimo, ma trascorre la giornata e la notte in tranquillità e noi con lei, sabato invece i sintomi si fanno più evidenti e così decidiamo i turni di controllo per la notte perché quest’asina ha già perso un piccolo in passato e dall’ora cerchiamo di tenerla sotto controllo e poi anche perché in grembo aveva un bardottino che attendevamo con ansia. Arrivano le 9.30 della sera e toccherebbe a me il primo turno di controllo ma ero impegnata in piccoli lavori così mia mamma mi sostituisce, passati cinque minuti suona il telefono ed era mia mamma che ci avvertiva che l’asina aveva qualcosa di strano ma io non riuscivo ancora a muovermi così chiamo mio papà e quello si precipita a controllare. Ma non sto più nella pelle, cerco di fare velocemente i lavori, una volta finiti mi precipito anch’io a vedere. Arrivata in fattoria trovo l’asina stesa a terra e aveva iniziato il parto…….. che emozione finalmente partecipiamo ad un parto, ma sappiamo anche devono essere lasciate da sole per partorire, all’ora silenziosamente ci allontaniamo un po’ per lasciarla in pace.
Passano i minuti e niente ancora…….. dopo i minuti si trasformano in ore e così la gioia lascia spazio alla preoccupazione ma la nostra inesperienza ci dice di aspettare ancora poi verso mezza notte e qualcosa chiamo mio papà, che nel frattempo era ritornato a casa ed eravamo rimaste io e mia mamma, e gli dico che sono preoccupata perché la situazione non è cambiata, all’ora ritorna giù e l’asina da segni di sofferenza e così decidiamo di chiamare il veterinario x vedere cosa ci dice, al terzo tentativo ci risponde e mio papà gli spiega la situazione e quest’ultimo l’avverte che in cinque minuti sarebbe arrivato, mio papà si precipita ad aspettarlo nel punto accordato e nel frattempo noi prepariamo il luogo dove si trova l’asina in modo che il veterinario abbia più visuale possibile visto che era l’una di notte, mentre prepariamo tutto si rompono le acque e l’asina cerca di mettersi in piedi ma sfinita com’era è crollata a terra e non riusciva più a rialzarsi, nel frattempo è arrivato anche il mio amico che lo tenevo informato sulla situazione, io invece vado a controllare l’asina e gli sposto un po’ il sacco dell’acqua e trovo una brutta sorpresa xè mi ritrovo la testa dell’asinello, ormai era evidente che era morto. A quel punto la situazione è completamente precipitata perché adesso era in gioco la vita della mamma, sembrava che il veterinario ci metesse un’eternità ad arrivare il tempo sembrava passare lentamente e perfino che si fosse fermato. Arrivato capisce subito la situazione, il piccolo invece di nascere con testa e zampe aveva cercato di nascere solo con la testa e all’ora cerca di tirare fuori il piccolo, dopo vari tentativi e dopo un po’ di tempo riesce a farlo uscire, adesso l’asina è sfinita e non riesce più a rialzarsi così la lasciamo a terra e il veterinario gli fa le punture e noi siamo senza parole, le lacrime ormai ci bagnano il viso anche l’asina ha le lacrime agli occhi e questo ci fa stare ancora più male, pure il veterinario è rimasto ammutolito sebbene fosse la prima volta che veniva ma vedere quella situazione è stato veramente dolorosa, copriamo l’asina visto che tremava tutta e sistemiamo il posto un po’ e cerchiamo di andare a dormire visto che ormai erano le tre ma i nostri animi sono troppo addolorati per riuscire a dormire tranquillamente e cosi al mattino presto mi alzo per andare a controllare l’asina e fortunatamente era in piedi e stava anche mangiano un po’. Per fortuna siamo riusciti a salvare almeno l’asina e dopo quest’avventura abbiamo deciso che è l’ultima volta che la facciamo partorire, adesso la lasciamo riposare e a pascolare perché ha bisogno di serenità dopo troppe disavventure.
Noi ci siamo posti molti se come capitano in queste situazioni ma il veterinario ci ha detto che non c’era niente da fare avremmo solo accorciato la sofferenza dell’asina ma per il piccolo non c’era più niente da fare.
Come mi sarebbe piaciuto scrivere un’avventura diversa, più bella, con un bel finale, ma quest’anno la fortuna ci ha voltato le spalle e di sicuro un’avventura simile ci ha fatto capire che non si può dare niente per scontato, adesso dobbiamo solo ritrovare la forza di andare avanti ma dopo questo e il fuoco è veramente difficile soprattutto per mio papà, ma solo il tempo ci aiuterà a superare tutto anche se dobbiamo prendere esempio dall'asina che giorno dopo giorno sta quardando avanti con forza e coraggio e speriamo che la prossima nascita vada per il meglio.
EVENTO!!!!
Commenti : 16
ZACO il 06-Apr-2009 in Generica
RAGAZZIII NEBBIA A MESSO IL LATTE ....:-) PRIMA SONO ANDATO DA LORO PER VEDERE SE TUTTO OK ...FACENDO IL GIRO A TUTTE E TOCCANDO SE ERANO GIA PRONTE ...CHE CI MANCA DAVVERO POCO COME GIORNI...HO NOTATO NEBBIA CHE HA UN BEL PO DI LATTE FORSE STANOTTE O DOMANI DIVENTERA MAMMA......!!!!!!!!!Stellina a partorito stellina e mamma !!!! enata signori e signore Colomba Brunella un asinella tuttoa uguale alla mamma e stupenda il buon Dio ha accolto le nostre preghiere :-))) evviva!!!!!
TERREMOTO
Commenti : 20
maxdklv il 06-Apr-2009 in Generica
Ho appena visto le terribili immagini del terremoto in Abruzzo. Sarebbe interessante sapere in che stato si trovano gli amici allevatori di questa regione e se possiamo far qualcosa di concreto per loro e per i loro animali...
Personalmente esprimo la mia vicinanza a chi ha perso parenti e amici in questa tragedia.
Comes the time
Commenti : 6
max il 02-Apr-2009 in Generica
Parafrasando N. Young cerco di stemperare la tensione che sale per l'evento: venerdì prosiimo al 'piccolo' Gustavo tolgono le tonsille posteriori. Anche il veterinario si è preoccupato che potrei essere di intralcio e non di aiuto, quindi devo sforzarmi e darmi un contegno. Sembra che ora i testicoli siano un po' scesi: oltretutto, sabato pretendeva di 'montare' cme un vero stallone il suo babbo Pucciotto, che per un po' ha sopportato e poi si è ribellato. Speriamo vada tutto bene: il veterinario viene con la moglie veterinaria.
Le mie avventure con Susi
Commenti : 14
claudio il 01-Apr-2009 in Generica
Ciao a tutti,
voglio raccontarvi
la mia esperienza con Susi.
3 anni fa come regalo di nozze é arrivata lei, non sola ma con l'inseparabile capretta Bea. Susi era una cucciolona, ma tenuta veramente male non si reggeva quasi in piedi, amici e ex proprietari di asini la davano per spacciata, ma con tante coccole sono riuscito a portarla in forma.
Sono arrivati subito i primi problemi: una mattina vado da lei e vedo che zoppica con una zampa posteriore e teneva lo zoccolo tutto piegato.
Per farla breve, spaventato chiamo il veterinario che mi dice che é da operare ai tendini e nel frattempo di metterle una soluzione a base di erbe, (solo la consulenza €70,00 dicendomi ' non sporcarti....perchè non la togli facilmente', la soluzione). Comprato il tutto medico la mia asinella che chissa per quale motivo non era molto d'accordo e cosi con un calcio mi rovescia l'intruglio magico addosso. CAVOLO quanto bruciava sono corso subito sotto la doccia ma per 15 giorni ho avuto collo faccia e orecchie rosse,ho persino cambiato pelle. Non avendo risolto il problema, chiamo un signore di circa 90 anni proprietario da una vita di asini, che vedendola mi fissa negli occhi e mi dice:'ma a tè i crampi non vengono mai?' aveva prorio ragione, essendo magra e mal tenuta ogni tanto le venivano i crampi.
Inoltre mi ha insegnato a sistemarle gli zoccoli, e tante altre cose.
Mi raccomando se avete bisogno e la possibilità chiedete sempre alle persone anziane,sono sempre disponibili ad insegnarci nuove cose e sanno sempre tutto! Mi sono allungato troppo, la prossima volta vi racconto lo spavento dei denti........ CIAO.
About Us | Site Map | Privacy Policy | Contact Us | Since 27/01/2006 © 2011 Raglio
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

eXTReMe Tracker