Raglio
La community dedicata agli Asini

BLOG
di :
<< Dicembre 2019 >>
L M M G V S D
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31

Categorie

Generica
Viaggi
Trekking

Archivio

Febbraio 2019
Gennaio 2019
Ottobre 2018
Settembre 2018
Agosto 2018
Giugno 2018
Novembre 2017
Settembre 2017
Agosto 2017
Luglio 2017
Giugno 2017
Aprile 2017
Marzo 2017
Febbraio 2017
Dicembre 2016
Novembre 2016
Ottobre 2016
Settembre 2016
Agosto 2016
Luglio 2016
Giugno 2016
Aprile 2016
Marzo 2016
Febbraio 2016
Gennaio 2016
Dicembre 2015
Novembre 2015
Ottobre 2015
Settembre 2015
Agosto 2015
Giugno 2015
Maggio 2015
Aprile 2015
Marzo 2015
Febbraio 2015
Gennaio 2015
Dicembre 2014
Novembre 2014
Ottobre 2014
Settembre 2014
Agosto 2014
Luglio 2014
Giugno 2014
Maggio 2014
Aprile 2014
Marzo 2014
Febbraio 2014
Gennaio 2014
Dicembre 2013
Novembre 2013
Ottobre 2013
Settembre 2013
Agosto 2013
Luglio 2013
Giugno 2013
Maggio 2013
Aprile 2013
Marzo 2013
Febbraio 2013
Gennaio 2013
Dicembre 2012
Novembre 2012
Ottobre 2012
Settembre 2012
Agosto 2012
Luglio 2012
Giugno 2012
Maggio 2012
Aprile 2012
Marzo 2012
Febbraio 2012
Gennaio 2012
Dicembre 2011
Novembre 2011
Ottobre 2011
Settembre 2011
Agosto 2011
Luglio 2011
Giugno 2011
Maggio 2011
Aprile 2011
Marzo 2011
Febbraio 2011
Gennaio 2011
Dicembre 2010
Novembre 2010
Ottobre 2010
Settembre 2010
Agosto 2010
Luglio 2010
Giugno 2010
Maggio 2010
Aprile 2010
Marzo 2010
Febbraio 2010
Gennaio 2010
Dicembre 2009
Novembre 2009
Ottobre 2009
Settembre 2009
Agosto 2009
Luglio 2009
Giugno 2009
Maggio 2009
Aprile 2009
Marzo 2009
Febbraio 2009
Gennaio 2009
Dicembre 2008
Novembre 2008
Ottobre 2008
Settembre 2008
Agosto 2008
Luglio 2008
Giugno 2008
Maggio 2008
Aprile 2008
Marzo 2008
Febbraio 2008
Gennaio 2008
Dicembre 2007
Novembre 2007
Ottobre 2007

BLOG
POST DEL BLOG

Vorrei vedere il blog di :

la forza degli asini
airrad il 08-Apr-2009 in Generica
Gli asini…………… animali che sorprendono e di una forza incedibile. A volte fanno soffrire perché ci si affeziona talmente tanto che se uno di loro sta male anche noi soffriamo con loro.
In fattoria ci sono ancora due asine in dolce attesa e venerdì scorso una inizia ad avere i sintomi di un parto prossimo, ma trascorre la giornata e la notte in tranquillità e noi con lei, sabato invece i sintomi si fanno più evidenti e così decidiamo i turni di controllo per la notte perché quest’asina ha già perso un piccolo in passato e dall’ora cerchiamo di tenerla sotto controllo e poi anche perché in grembo aveva un bardottino che attendevamo con ansia. Arrivano le 9.30 della sera e toccherebbe a me il primo turno di controllo ma ero impegnata in piccoli lavori così mia mamma mi sostituisce, passati cinque minuti suona il telefono ed era mia mamma che ci avvertiva che l’asina aveva qualcosa di strano ma io non riuscivo ancora a muovermi così chiamo mio papà e quello si precipita a controllare. Ma non sto più nella pelle, cerco di fare velocemente i lavori, una volta finiti mi precipito anch’io a vedere. Arrivata in fattoria trovo l’asina stesa a terra e aveva iniziato il parto…….. che emozione finalmente partecipiamo ad un parto, ma sappiamo anche devono essere lasciate da sole per partorire, all’ora silenziosamente ci allontaniamo un po’ per lasciarla in pace.
Passano i minuti e niente ancora…….. dopo i minuti si trasformano in ore e così la gioia lascia spazio alla preoccupazione ma la nostra inesperienza ci dice di aspettare ancora poi verso mezza notte e qualcosa chiamo mio papà, che nel frattempo era ritornato a casa ed eravamo rimaste io e mia mamma, e gli dico che sono preoccupata perché la situazione non è cambiata, all’ora ritorna giù e l’asina da segni di sofferenza e così decidiamo di chiamare il veterinario x vedere cosa ci dice, al terzo tentativo ci risponde e mio papà gli spiega la situazione e quest’ultimo l’avverte che in cinque minuti sarebbe arrivato, mio papà si precipita ad aspettarlo nel punto accordato e nel frattempo noi prepariamo il luogo dove si trova l’asina in modo che il veterinario abbia più visuale possibile visto che era l’una di notte, mentre prepariamo tutto si rompono le acque e l’asina cerca di mettersi in piedi ma sfinita com’era è crollata a terra e non riusciva più a rialzarsi, nel frattempo è arrivato anche il mio amico che lo tenevo informato sulla situazione, io invece vado a controllare l’asina e gli sposto un po’ il sacco dell’acqua e trovo una brutta sorpresa xè mi ritrovo la testa dell’asinello, ormai era evidente che era morto. A quel punto la situazione è completamente precipitata perché adesso era in gioco la vita della mamma, sembrava che il veterinario ci metesse un’eternità ad arrivare il tempo sembrava passare lentamente e perfino che si fosse fermato. Arrivato capisce subito la situazione, il piccolo invece di nascere con testa e zampe aveva cercato di nascere solo con la testa e all’ora cerca di tirare fuori il piccolo, dopo vari tentativi e dopo un po’ di tempo riesce a farlo uscire, adesso l’asina è sfinita e non riesce più a rialzarsi così la lasciamo a terra e il veterinario gli fa le punture e noi siamo senza parole, le lacrime ormai ci bagnano il viso anche l’asina ha le lacrime agli occhi e questo ci fa stare ancora più male, pure il veterinario è rimasto ammutolito sebbene fosse la prima volta che veniva ma vedere quella situazione è stato veramente dolorosa, copriamo l’asina visto che tremava tutta e sistemiamo il posto un po’ e cerchiamo di andare a dormire visto che ormai erano le tre ma i nostri animi sono troppo addolorati per riuscire a dormire tranquillamente e cosi al mattino presto mi alzo per andare a controllare l’asina e fortunatamente era in piedi e stava anche mangiano un po’. Per fortuna siamo riusciti a salvare almeno l’asina e dopo quest’avventura abbiamo deciso che è l’ultima volta che la facciamo partorire, adesso la lasciamo riposare e a pascolare perché ha bisogno di serenità dopo troppe disavventure.
Noi ci siamo posti molti se come capitano in queste situazioni ma il veterinario ci ha detto che non c’era niente da fare avremmo solo accorciato la sofferenza dell’asina ma per il piccolo non c’era più niente da fare.
Come mi sarebbe piaciuto scrivere un’avventura diversa, più bella, con un bel finale, ma quest’anno la fortuna ci ha voltato le spalle e di sicuro un’avventura simile ci ha fatto capire che non si può dare niente per scontato, adesso dobbiamo solo ritrovare la forza di andare avanti ma dopo questo e il fuoco è veramente difficile soprattutto per mio papà, ma solo il tempo ci aiuterà a superare tutto anche se dobbiamo prendere esempio dall'asina che giorno dopo giorno sta quardando avanti con forza e coraggio e speriamo che la prossima nascita vada per il meglio.

Commenti

In questo momento ci sono 25 commenti
Inserito da ragliaconnoi il 08-Apr-2009 alle 21:04:53

Moderazioni espresse: 0
Succede,a volte succede e non bisogna farne un dramma.
Sfortuna certo.. ma per fortuna non è sempre così.Quando tutto va bene nascono di mattina presto a volte in condizioni proibitive,all'aperto e al freddo,se si cerca di essere presenti e portare aiuto ecco che succede il dramma.Che fare?
Sicuramente il Vet. vi avrà dato tutti i consigli del caso.
Inserito da claudio il 08-Apr-2009 alle 22:04:07

Moderazioni espresse: 0
CASPITA AVEVO TANTA VOGLIA DI FAR PARTORIRE LA MIA SUSI, MA DOPO AVER LETTO LA TUA AVVENTURA HO PROPRIO CAMBIATO IDEA.
Inserito da natur284 il 09-Apr-2009 alle 06:04:11

Moderazioni espresse: 0
Non è il caso di allarmarsi tanto.Presumo che la percentuale d'insuccesso sia molto bassa.
La mia scecca ha partorito tre volte e si è arrangiata senza alcun aiuto ne problema.E una è nata a mezzogiorno.
Ci sono anche delle manovre per intervenire ,in casi d'urgenza ,durante il parto che consistono nell'accompagnare il rientro del puledro nell'utero materno se questo si presenta in modo anomalo.Ma qui ce la facciamo sotto per un'iniezione .... !
Inserito da elcholo il 09-Apr-2009 alle 08:04:59
Airrad non è sfortuna ma natura e a quella non si comanda.
Hai tanti amici a quattro zampe da accudire, coraggio!
Inserito da msigis il 09-Apr-2009 alle 08:04:20

Moderazioni espresse: 0
Airrad ,
poveri e sfortunati si, se confrontiamo l'assistenza sanitaria pre-natale che noi (uomini) abbiamo raggiunto...
quindi sfortunata è la tua povera asina che ha dovuto subire passivamente le circostanze e non tu ...scusa la franchezza ;)
Inserito da natur284 il 09-Apr-2009 alle 09:04:52

Moderazioni espresse: 0
Il caso che fa nascere questo fatto evidenzia come manchi un vademecum di assitenza parto.Quindi chi ha avuto esperienze dirette e magari ha anche una preparazione specifica potrebbe inserire ,in apposita sede creata apposta ,una serie di cronache di parti in modo da attingere notizie in caso di neccesità.Ad esempio , e non me ne voglia Airrad , ma il fatto di aver atteso ore prima di chiamare il vet è stato, secondo me , determinante nell'insuccesso della nascita.
Inserito da ragliaconnoi il 09-Apr-2009 alle 15:04:48

Moderazioni espresse: 0
"...questo fatto evidenzia come manchi un vademecum di assitenza parto..."

Purtroppo in questo sito manca un vero e proprio "Servizio Veterinario",solo persone titolate potrebbero creare un vademecum che non diventasse poi una raccolta di "pareri da praticoni".Dove lo si trova un libero professionista Medico Veterinario disposto ad accettare le inmancabili critiche e\o pareri discordi su un forum,dove ultimamente si è letto -meglio i saggi dei veterinari-??
Mi pare di avere già visto,tempo addietro,qualcosa di simile,con il conseguente risultato che il Veterinario non scrive più,evitando giustamente le sterili polemiche.
Il mio consiglio non può essere che :
ognuno si informi dal proprio Veterinario e si faccia il suo vademecum "personale".
Inserito da elcholo il 09-Apr-2009 alle 18:04:36
Sarebbe stupendo avere un veterinario all'interno del sito che cura la parte del forum veterinaria.
A trovarlo ......... fondamentale!
Sarebbe un salto di qualità fondamentale.
Inserito da alessia75 il 09-Apr-2009 alle 19:04:08

Moderazioni espresse: 0
airrad,
fatti forza e accetta quanto successo facendone un gran tesoro per la prossima esperienza...vedrai l'asinella si riprenderà presto grazie al tuo affetto

------------------------------------------------------------------------------
per i vademecum e consigli veterinari si potrebbe anche arruolare qualche praticante che ha voglia di farsi esperienza non solo con asini ma anche asinari (anche quelli ansiosi e rompi...)
Inserito da vale il 09-Apr-2009 alle 19:04:42

Moderazioni espresse: 0
concordo con ragliaconnoi. specialmente nella seconda parte del suo intervento.
Inserito da natur284 il 09-Apr-2009 alle 22:04:24

Moderazioni espresse: 0
io dicevo"..cronache di parti" non pareri da prtaiconi.La descrizione più fedele possibile di quanto è avvenuto in modo che gli altri possano attingere informazioni utili.
Con l'esperto , incaricato apposta che non partecipa la forum ,non si può polemizzare;domanda -risposta.
Inserito da claudio il 09-Apr-2009 alle 23:04:08

Moderazioni espresse: 0
Caro raglia forse ho sbagliato generalizzando nel dire che il saggio sia meglio del veterinario, ma sarai sicuramente d'accordo con me sul fatto che spesso alcuni veterinari,come del resto medici, siano poco competenti di fare il loro lavoro! Secondo il mio parere vale molto di più,una consulenza fatta col cuore ed esperienza ad esempio la tua, che quella del mio veterinario che mi consigliava di operare la mia Susi per dei semplici crampi!!!!!!
Per concludere, un parere di un buon veterinario che ami il suo lavoro, almeno quanto gli animali, non guasterebbe.
Inserito da vale il 09-Apr-2009 alle 23:04:42

Moderazioni espresse: 0
neanche io se avessi dei problemi mi farei operare dal primo deficiente che mi trovo a tiro, se sono preoccupata per la mia salute ne cerco uno bravo, mica accetto consigli dal primo praticone che incontro, stessa storia per gli animali che vivono con me. ho tre veterinari che consulto a seconda degli animali e delle problematiche! tutti e tre bravissimi, non smetterò mai di ringraziarli, specialmente la vet...una grande donna, una grande vet!
Inserito da ragliaconnoi il 09-Apr-2009 alle 23:04:36

Moderazioni espresse: 0
No no,un momento.Tu hai parlato di "vademecum di assitenza parto" e di
"preparazione specifica".
Ribadisco che le informazioni utili su un argomento così delicato le possono dare solo persone titolate che,tra l'altro,non azzarderebbero mai una diagnosi senza visitare il soggetto..Teniamo sempre presente che i parti non sono tutti uguali e che influiscono molteplici fattori.L'età dell'animale,lo stato di salute,lo stress e le condizioni anche atmosferiche del luogo.A mio parere le cronache di uno o più parti non fanno testo.
Non mi fido di chi dicendosi "introdotto e sapiente" per aver letto tanti bei libri anche in inglese,come Ophelia,scrive poi che gli asini sdraiati stanno male di sicuro.Se avesse aggiunto un "forse" forse non guastava.

X Claudio,ma il veterinario ha visto l'asina o si è fidato della tua descrizione del malessere?
Io non voglio mettere in dubbio le tue parole,ci mancherebbe,ma ho il sospetto che non vi siate capiti.Per dirtene una,io fui visitato alla schiena per una discopatia dal sostituto del mio medico di base,quando lessi il certificato mi accorsi che era un Odontoiatra.
Inserito da ragliaconnoi il 10-Apr-2009 alle 00:04:18

Moderazioni espresse: 0
Te ne racconto un'altra?
Conoscevo un tizio che tutti chiamavano "il Dottore" e in effetti lo era.
Una vota gli dissi-devo operarmi al menisco in artoscopia,sarà una cosa complessa?- Lui mi diede tutta una gran spiegazione,una settimana dopo scoprii che era laureato al D.A.M.S.
Inserito da alessia75 il 10-Apr-2009 alle 07:04:47

Moderazioni espresse: 0
scusa raglia cos'è il D.A.M.S.?
Inserito da natur284 il 10-Apr-2009 alle 07:04:53

Moderazioni espresse: 0
Io ho sempre insistito, prendenomi anche delle sonore critiche,che scrivere (E CAPIRE!!) in modo corretto fosse molto importante;anche quale insegnamento per i giovani.
"..chi ha avuto esperienze dirette e magari ha anche una preparazione specifica".
Questo non significa ".."vademecum di assistenza parto" e
"preparazione specifica".Ma ANCHE che è diverso.Molto.
-Sono arrivato nella pre-sala operatoria con le mie gambe, indossando solo il canonico grembiule verde d'ordinanza e mi sono sdraiato sul lettino.Mi hanno portato dentro ed hanno cominciato a collegare strumenti alle varie parti del corpo per il monitoraggio.Una bella spennellata di sterilizzante(forse Betadine!?La stessa che si usa per gli Asini?Come facevano a saperlo?) sul ginocchio interessato e avanti.Entra l' anestesiologo che controlla battito e pressione.Intanto viene piazzato alla mia sinistra (il ginocchio era il destro) il monitor sul quale il chirurgo segurià le varie fasi.Mi fanno mettere in posizione fetale.Sento una spruzzata fredda sulla colonna e poi niente,nemmeno durante l'iniezione .Mi rimettono in posizione normale e mi stendono subito la gamba per evitare che mi si blocchi piegata.Dopo circa 4/5 minuti vedo che viene sollevata una gamba che sembra di un'altra persona .Una cosa tremenda.Non sento più assolutamente la parte del mio corpo dall'ombelico in giù.Inizia l'intervento in artroscopia che seguo ,a momenti ,sul monitor senza provare alcunchè.Passati dieci minuti sono già in viaggio ,su una lettiga motorizzata ,verso il mio letto.Attenzione!L'anestesia epidurale fa perdere completamente il controllo degli organi interessati e potrebbero verificarsi dei casi d'incontinenza.-
Se fossi stato ANCHE lauretao in medicina l'avrei forse descritta in altri termini.Ecco la cronaca .Senza pareri di pseudo o sedicenti praticoni.
Ora sai cosa succede durante un 'operazione del menisco in artroscopia .La tua ,se mai dovessi farla ,non sarà certamente identica.Ma simile senz'altro.
E' chiaro ciò che intendevo?



Inserito da mannironi il 10-Apr-2009 alle 08:04:39

Moderazioni espresse: 0
Se le persone fossero più umili e meno vanitose capirebbero che l'essere umano e solo un tramite un mezzo nel processo di vita e di morte. Come sostengo da praticone, se una vita è destinata a nascere, nasce in qualsiasi condizione con o senza vet, o megu megum come canta De Andrè nell'album le nuvole. Concordo con natur 284 sia nella seconda che nella prima parte..., a presto...
Inserito da claudio il 10-Apr-2009 alle 09:04:28

Moderazioni espresse: 0
Ciao raglia, il mio vet è venuto ed ha anche visitato la mia Susi, essendo la mia prima esperienza con gli asini, volevo essere sicuro di cosa avesse. Certo non me la sarei presa così, se gli avessi solo riferito il malessere...nel mio caso siete stati più 'medici' voi ed il mio saggio che il vet!
Adesso dovrei fare la prevenzione per i vermi, ma serve la ricetta in triplice copia, credimi ho già il pensiero di dover richiamare quel veterinario...sto cercando disperatamente un veterinario con la V maiuscola, non solo per la ricetta ma per qualsiasi intervento,(non si sa mai...). Ciao.
Inserito da ragliaconnoi il 10-Apr-2009 alle 09:04:39

Moderazioni espresse: 0
No Mannironi,ancora non condivido il tuo pensiero.
"Come sostengo da praticone, se una vita è destinata a nascere, nasce in qualsiasi condizione con o senza vet"
Questo è un ragionamento medioevale.
Io sto ancora dalla parte della Scienza e della Medicina sia per ciò che riguarda gli animali che l'essere umano.Quando avrai male a un dente ne riparliamo??
Inserito da natur284 il 10-Apr-2009 alle 10:04:00

Moderazioni espresse: 0
Scusate .Avevo sbagliato l'inserimento.Ho provveduto.
Inserito da mannironi il 10-Apr-2009 alle 13:04:45

Moderazioni espresse: 0
Cosa centra il maeccanico dentista con un sofio che anima il corpo. Qundo le Parche recidono il filo nessuna medicina può..., come il sofio viene dato, viene tolto il quel momento, il quel posto, a quell'ora, a presto...
Inserito da ragliaconnoi il 10-Apr-2009 alle 14:04:50

Moderazioni espresse: 0
X Mannironi--Centra la Medicina e la Scienza,quel soffio che anima il corpo che tu dici può essere aiutato da un defibrilatore,da un massaggio cardiaco,da una respirazione artificiale o da un semplice schiaffo come si fà con i neonati.
Se ancora non ho capito spiegamelo meglio,non mi offendo..io!!
Inserito da mannironi il 10-Apr-2009 alle 15:04:38

Moderazioni espresse: 0
Tutto vero se non è stato stabilito il momento della dipartita, ciò dimostra che siamo semplicemente un mezzo, non il Mezzo. Siamo degli esseri viventi, non la vita, sapiamo la formula chimica dell'acqua ma non sapiamo riprodurla, a presto...
Inserito da airrad il 13-Apr-2009 alle 20:04:42

Moderazioni espresse: 0
ho un po' di confusione..... è un sito che si parla di asini o di interventi a noi esseri umani?


riguardante il veterinario io ho avuto la fortuna di averne uno che il suo lavoro lo fa per passione perchè nonostante gli asini non fossero il suo ramo non si è tirato in dietro anzi ha cercato di fare tutto il possibile e lui stesso non era sicuro che il piccolo fosse morto ma alla fine ha dovuto arrendersi all'evidenda con immensa sofferenza e devo dire che sono veramente rare queste persone.
sono del parere che se una persona sapesse affrontare ogni tipo di situazione sarebbe un extra terrestre penso che ogni essere umano abbia i suoi limiti e bisogna saperli riconoscere
Se vuoi scrivere un commento sul blog devi prima fare l'autenticazione Iscriviti al sito se non l'hai ancora fatto. Clicca qui
About Us | Site Map | Privacy Policy | Contact Us | Since 27/01/2006 © 2011 Raglio
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

eXTReMe Tracker