Raglio
La community dedicata agli Asini

BLOG
di :
<< Aprile 2017 >>
L M M G V S D
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 141 Blog 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30

Categorie

Generica
Viaggi
Trekking

Archivio

Aprile 2017
Marzo 2017
Febbraio 2017
Dicembre 2016
Novembre 2016
Ottobre 2016
Settembre 2016
Agosto 2016
Luglio 2016
Giugno 2016
Aprile 2016
Marzo 2016
Febbraio 2016
Gennaio 2016
Dicembre 2015
Novembre 2015
Ottobre 2015
Settembre 2015
Agosto 2015
Giugno 2015
Maggio 2015
Aprile 2015
Marzo 2015
Febbraio 2015
Gennaio 2015
Dicembre 2014
Novembre 2014
Ottobre 2014
Settembre 2014
Agosto 2014
Luglio 2014
Giugno 2014
Maggio 2014
Aprile 2014
Marzo 2014
Febbraio 2014
Gennaio 2014
Dicembre 2013
Novembre 2013
Ottobre 2013
Settembre 2013
Agosto 2013
Luglio 2013
Giugno 2013
Maggio 2013
Aprile 2013
Marzo 2013
Febbraio 2013
Gennaio 2013
Dicembre 2012
Novembre 2012
Ottobre 2012
Settembre 2012
Agosto 2012
Luglio 2012
Giugno 2012
Maggio 2012
Aprile 2012
Marzo 2012
Febbraio 2012
Gennaio 2012
Dicembre 2011
Novembre 2011
Ottobre 2011
Settembre 2011
Agosto 2011
Luglio 2011
Giugno 2011
Maggio 2011
Aprile 2011
Marzo 2011
Febbraio 2011
Gennaio 2011
Dicembre 2010
Novembre 2010
Ottobre 2010
Settembre 2010
Agosto 2010
Luglio 2010
Giugno 2010
Maggio 2010
Aprile 2010
Marzo 2010
Febbraio 2010
Gennaio 2010
Dicembre 2009
Novembre 2009
Ottobre 2009
Settembre 2009
Agosto 2009
Luglio 2009
Giugno 2009
Maggio 2009
Aprile 2009
Marzo 2009
Febbraio 2009
Gennaio 2009
Dicembre 2008
Novembre 2008
Ottobre 2008
Settembre 2008
Agosto 2008
Luglio 2008
Giugno 2008
Maggio 2008
Aprile 2008
Marzo 2008
Febbraio 2008
Gennaio 2008
Dicembre 2007
Novembre 2007
Ottobre 2007

BLOG
POST DEL BLOG

Vorrei vedere il blog di :

Novizio
Commenti : 5
heidiepeter il 14-Apr-2017 in Generica
Pure oggi è arrivato un nuovo dissidente, una vicina mi ha chiesto se dei paesani potessero portare un asino.
Lui ha 8 anni, mi dicono che non lavora più, che si stanca anche con poco peso, s' impunta e si mette anche a terra.
Mi dicono che non mangia il fieno ma solo trifoglio e mais....huch ! Ho pensato di fargli fare un esame del sangue, non potrebbe forse aver il diabete ? E' un asino giovane, ho osservato se beve molto ma era troppo alle prese a conoscere il nuovo luogo, girare e far amicizia con i suoi nuovi colleghi.
In generale è in buone condizioni, ha i segni della cavezza e del basto, ma non troppo gravi come ho gia visto altre volte, gli zoccoli sembrano apposta, certo una pareggiata ci vorrà, non ho potuto alzarglieli, non si lascia avvicinare, quando poi mi sono presentata con la cavezza ho ricevuto un bel 2 di picche, anche a fargli la foto era difficile, ha un nome ma non me lo ricordo..
Penso che pure lui sia sempre stato da solo e legato e oggi la situazione gli si è capovolta, gli lascerò il tempo che ha bisogno, vedrà come si comportano gli altri con me e prenderà fiducia.
Anche Penelope era un po selvaggia e non voleva farsi manco strigliare, ore le piace, è il periodo che cambiano manto e c'è da strigliare ogni giorno, anche col inzuppare gli zoccoli ho iniziato, sopratutto con Ayrton cosi ora che arriva il maniscalco sono un po meno secchi e duri.
Cqm. in lista d' attesa c'è ne gia un altro asino, l'altro ieri ma ha chiamato una signora dicendo che c'è un vecchio asinello sulla strada per Aiassos e loro vanno tutti i giorni a prendersene cura, il luogo è un po lontano dal qui, devo andare a cercare un conoscente che ha un trailer e me lo presta se ne ho bisogno.
AyrtonS.
Commenti : 8
heidiepeter il 27-Mar-2017 in Generica
Sabato18.3 un paesano mi ha chiesto se poteva portarmi il suo asino di 33 anni a cui è molto attaccato e che era di suo padre gia deceduto 10 anni fa,avrebbe anche provveduto per il cibo visto che i denti sono in cattiva condizione.
In pomeriggio è arrivato, addio adagio su degli zoccoli da spavento.
Dopo anni passati da solo si è velocemente inserito al branco, bruca, ma non mangia il fieno.
Gli faccio le pappe come ai tempi con Afrodite e Marco, dolce e tenero lui con il suo particolare muso nero
Incontri
Commenti : 4
vale il 06-Mar-2017 in Generica
U Zu Pippo, che di asini e muli nella sua vita ne ha visti, per casi che non vi sto a spiegare, capita qui.
Le sue mani rugose e nodose lo accarezzano e lo percuotono con pacche sapienti, i suoi occhi chiari e acquosi sono nei suoi occhi, poi si risveglia e dice come parlando a se stesso:
"Giulio, ma tu sì bello pe' devero, tu sì bello proprio".
Domani compro una bomboletta blu e glielo scrivo sulla stalletta, quello che ha detto U Zu Pippo.
La musicalità del suo dire non potrò trascriverlo, ma quel momento si.
Penelope
Commenti : 2
heidiepeter il 06-Feb-2017 in Generica
Anche su quest' isola ora c'è una Penelope.
Il 23 di Gennaio ho ricevuto una telefonata da Kivotos Mytilene se potessi ospitare un asina che da settimane gira in un paese vicino a Iera (dal altra parte dell'isola) avevano avvertito al comune ma nessuno sapeva cosa fare.
Il giorno dopo, non ostante la forte pioggia, sono arrivati con un trailer a rimorchio e un asinello tutta bagnata.
La gamba destra anteriori ovviamente accidentata e gli zoccoli da piangere, non ostante la sua giovane età.
La vet per motivi famigliari può venire solo questa settimana, mi ha detto di non vaccinarla ancora e al maniscalco ho detto di venire dopo la visita della vet, voglio l'esame del sangue, controllo denti e forse ci vogliono dei saggi x per la gamba.
Kivotos si carica di tutte le spese
Dopo poco ho pensato che il suo nome debba essere Penelope e mi è venuto in mente la Penelope in Sardegna
Lei pare di essere felice, a volte un po meravigliata
la quiete dopo la tempesta (interiore ed esteriore)
Commenti : 7
martianna10 il 03-Dic-2016 in Generica
A volte nella vita ci si ritrova a nuotare come un pesce rosso nella sua boccia di vetro. Una boccia che è diventata familiare, sa di casa e di sicurezza e non riserva strane sorprese..ma è pur sempre una boccia stretta, priva di stimoli. Un giorno decidi che la puoi scheggiare, sta boccia... almeno così ha un segno nuovo, perde di monotonia! Ma si sa.. come i vetri dell'auto.. a volte una crepa crea la voragine.. e la boccia si sgretola ed il pesciolino rosso si ritrova da solo a nuotare nel mare. Tutto il nuovo con la sua vastità spaventa e ti ritrovi smarrito, non c'è più la boccia che ti protegge. Siete tu ed il mare. Ma tu non sei solo, avevi preso degli impegni prima, hai delle responsabilità, avevi scelto di farti carico di altri esseri viventi.
Ora anche loro sembrano appesantirti, ora che sei sola... il lavoro, la lontananza, l'impegno fisso associato ad altri mille variabili, loro che rappresentano il ricordo di qualcos'altro, di un progetto scritto a più mani che si è frantumato. Forse è il momento di ammettere quello che tutti ti stanno dicendo.. ormai è andata così, sono un peso, un impegno eccessivo a livello di tempo e di denaro e tu non sei più in grado e non hai più la motivazione per fartene carico. Il trasloco è, forse, l'ultimo passo p prendere la decisione definitiva e dolorosa...per dare lo stacco definitivo.
E così si trasloca, trascorre l'estate e segue l'autunno.. tu li "ignori" il più possibile, ma quando torni anche solo per una carezza, l'acqua ed il controllo recinto sono sempre li ad aspettarti. Sono sereni, tranquilli, imperturbabili e presenti.. anche quando ti accucci sotto i grandi gelsi e ti lasci andare ad un pianto, loro sono sempre li, con quei labbroni penduli sulla tua testa. Arriva l'autunno e non tutto dipende sempre da te... perchè ti chiamano per dirti che, vista la situazione e non essendo tue (rifugiandosi in false giustificazioni burocratiche) dopo 3 anni e mezzo, le due signore saranno restituite al proprietario, solo una comunicazione. Tu non hai gli strumenti e le possibilità per dire nulla, stanca del contesto e schiava dell'indecisione. E così se ne vanno, caricate su un camion, e non hai neanche il coraggio di guardarle negli occhi, solo una carezza furtiva, le lacrime e la necessità di metterle nel dimenticatoio. E così siete rimasti tu e Lui, Dove lo metti? Cosa te ne fai? Con chi sta?... "adesso devi proprio venderlo... ha sempre chi problemi di salute..è un peso.. chi gli da da mangiare....". Eppure non sei pronta a lasciarlo andare, trovi l'appoggio di persone meravigliose disposte ad ospitarlo durante l'inverno, in compagnia...risparmiando a lui e te le pene. Ogni volta che arrivi,anche solo per 5 minuti, lui è li che ti aspetta e si lascia andare a un raglio quando ti vede e sente la tua voce, che ti segue e cerca le tue mani, ed ogni volta hai la certezza che il vostro legame è forte, va oltre gli altri, oltre il denaro, oltre l'impegno ed il tempo, oltre i fatti che accadono ed ogni volta matura sempre più la convinzione che siete una coppia affine, legati dentro. Così torna la primavera, arrivano le mani amiche di chi ti aiuta in cose stupide, ma che da sola sembravano montagne.. così un recinto si aggiusta, quattro orecchie lunghe di compagnia per Lui si trovano... tante persone, un trasporto di fortuna e LUi torna a casa sua. Non si può descrivere la corsa sfrenata, dopo mesi in cui aveva smesso di correre -mai una volta- la sua felicità, la sua casa.
Nuotiamo nel nuovo mare, vasto e meraviglioso, ma rientriamo serenamente nella nostra baia. Dopo
Le "difficoun anno , per caso, vai a comprare del fieno e vedi due grandi asine al pascolo, sono loro. Basta un richiamo, una frazione di secondo e sono già al galoppo verso di te, poco dopo le mani si mesconono nel loro pelo: neppure loro ti hanno dimenticata.
L'umana è felice di salutarvi ora, dopo tanto tempo passato. Meglio ora un saluto ed un abbraccio virtuali, ma sereni.
Martianna e Mito
Incesto-Buridano
Commenti : 3
max il 01-Nov-2016 in Generica
E' il 4 settembre: poto i 'succhioni' degli olivi. Sento, ogni tanto, colpi al legno del capann degli asini. Interrompo e mi avvicino. Sono almeno due o tre lune che sbaglio, quindi devo vedere.
Arrivo e Luana è agitata dentro, incalzata da Lou, che appena mi vede, esce. Luana si sdraia. Appena Lou realizza mi lascia e ritorna a costringere Luana, sempre più agitata, a rialzarsi. Allola lo prendo e lo posto in un altro recinto. Ritorno al capanno e Luana è sdraiata e espelle liquido e placenta: esce un fantasma, col lenzuolo si muove tutto e cerca di liberarsi. E' più grande di Luo, quando è nato. Vado a prendere la macchina fotografica. Torno e mamma e piccolo sono fuori dal capanno, senza placenta. Tenta di alzarsi ma le gambe lunghe e secche non reggono. Luo era stato più veloce. Controllo sempre da lontano. Luana lo lecca, lo odora, lo spinge col naso.
Sono passati alcuni minuti. Ho avvisato la famiglia della nascita e torno a vedere. Il piccolo è in piedi, un po' frastornato. Devo capire se è una Sivana o un altro (il quinto di Poggio del Raglio) maschio.
Lo tasto: delusione. Aspettavo Silvana, ma è arrivato un altro maschio, che non potrò tenere.
Scrivo a Irene proponendo il nome (tocca a me, stavolta). Syd è bocciato, allora propongo Buridano. Dopo la spiegazione, pare sia accettato. Abbiamo Buridano, figlio dell'incesto tra Luana e Lou. E ora?
E' dolcissimo, comunque, e molto grosso: la taglia, mi sa, è di sua mamma, ma mantello, portamento e orecchie sono del babbo (ereditate da Pucciotto). Sono passati quasi due mesi , dopo l'iniziale difficoltà di Luo ad accettarlo (con Luana a scattare per proteggerlo), sembra si stiano abituando, ma la situazione è difficile. Tra poco Luana sarà di nuovo pronta. Devo decidermi sul da farsi.
Però, è dolcissimo...
ennesimo spostamento
Commenti : 5
Bicmak il 21-Ott-2016 in Generica
Tralascio la litania di incomprensioni e pasticci vari, che mi hanno portato al convincimento che un posto dedicato ai cavalli non va bene per noi, perchè gli asini vengono sempre considerati delle 'sottomarche' dei cavalli.
Così anche con il terzo maneggio le cose non hanno funzionato.
Ora ci siamo spostati di pochissimi chilometri (sempre a circa 15 minuti di macchina da casa) all'interno di una fattoria tenuta da una giovane e appassionata famiglia con bovini e sei asini.
Abbiamo un terreno di circa ottomila metri, con una casetta in legno di circa 3x5 con veranda coperta di 3x4. inserirò qualche foto nel vecchio forum dedicato a suo tempo alla prima casetta-stalla.
Il vecchio Tony è in forma, come pure la pony Fragola. Il nuovo arrivato, Mondo, è ormai con noi da quasi un anno e va per i dieci anni d'età. dopo la castrazione (gennaio)ha semplicemente continuato ad essere bravissimo, e un po' più tranquillo. Gli zoccoli sono ormai quasi perfetti, dopo quattro o cinque interventi del maniscalco.
Come sempre, se passate in zona Como fatevi vivi perché apprezzano le visite - e anche noi.
La ferita
Commenti : 6
platero il 09-Ott-2016 in Generica
E poi è bello perché lo vedi correre. Allora lo guardi. Corre per gioco. Perché le gambe, gli zoccoli, il muso, ogni parte del suo corpo vuole sentire la terra, e l'aria, e la velocità. E capisci che tutto il male è passato. L'odore del disinfettante, il sapore delle medicine, la puntura delle siringhe, le mie parole sussurrate. Ora è tutto passato. Il pelo rasato sta già ricrescendo. Ricoprirà la ferita. Come se volesse distoglierci da quel pensiero. Ma è difficile non pensare, scacciare l'ansia e la paura che qualcosa possa succedere, che si possano fare male, tagliarsi, impigliarsi, strozzarsi, azzopparsi. L'ambiente, finora familiare, all'improvviso rivela mille insidie, mille pericoli. Si analizzano tutti i rischi. Si rasenta la paranoia. Vorremmo controllare tutto, anche i loro pensieri e le loro azioni. Evitare che facciano sciocchezze.
Ma intanto lui ha rallentato la sua corsa, sudato raggiunge il suo compagno, che si è già fermato, che lo aspetta, anche lui sudato per le corse e il gioco.
Passo le dita leggere su quella ferita. La prossima estate sarà ben visibile, lì, sul gomito sinistro. Un nuovo segno sulla pelle, un nuovo racconto nella sua vita, che si aggiunge a tutti gli altri, quelli di cui non so e posso solo supporre.

About Us | Site Map | Privacy Policy | Contact Us | Since 27/01/2006 © 2011 Raglio
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

eXTReMe Tracker