Raglio
La community dedicata agli Asini

BLOG
di :
<< Ottobre 2021 >>
L M M G V S D
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

Categorie

Generica
Viaggi
Trekking

Archivio

Marzo 2021
Febbraio 2019
Gennaio 2019
Ottobre 2018
Settembre 2018
Agosto 2018
Giugno 2018
Novembre 2017
Settembre 2017
Agosto 2017
Luglio 2017
Giugno 2017
Aprile 2017
Marzo 2017
Febbraio 2017
Dicembre 2016
Novembre 2016
Ottobre 2016
Settembre 2016
Agosto 2016
Luglio 2016
Giugno 2016
Aprile 2016
Marzo 2016
Febbraio 2016
Gennaio 2016
Dicembre 2015
Novembre 2015
Ottobre 2015
Settembre 2015
Agosto 2015
Giugno 2015
Maggio 2015
Aprile 2015
Marzo 2015
Febbraio 2015
Gennaio 2015
Dicembre 2014
Novembre 2014
Ottobre 2014
Settembre 2014
Agosto 2014
Luglio 2014
Giugno 2014
Maggio 2014
Aprile 2014
Marzo 2014
Febbraio 2014
Gennaio 2014
Dicembre 2013
Novembre 2013
Ottobre 2013
Settembre 2013
Agosto 2013
Luglio 2013
Giugno 2013
Maggio 2013
Aprile 2013
Marzo 2013
Febbraio 2013
Gennaio 2013
Dicembre 2012
Novembre 2012
Ottobre 2012
Settembre 2012
Agosto 2012
Luglio 2012
Giugno 2012
Maggio 2012
Aprile 2012
Marzo 2012
Febbraio 2012
Gennaio 2012
Dicembre 2011
Novembre 2011
Ottobre 2011
Settembre 2011
Agosto 2011
Luglio 2011
Giugno 2011
Maggio 2011
Aprile 2011
Marzo 2011
Febbraio 2011
Gennaio 2011
Dicembre 2010
Novembre 2010
Ottobre 2010
Settembre 2010
Agosto 2010
Luglio 2010
Giugno 2010
Maggio 2010
Aprile 2010
Marzo 2010
Febbraio 2010
Gennaio 2010
Dicembre 2009
Novembre 2009
Ottobre 2009
Settembre 2009
Agosto 2009
Luglio 2009
Giugno 2009
Maggio 2009
Aprile 2009
Marzo 2009
Febbraio 2009
Gennaio 2009
Dicembre 2008
Novembre 2008
Ottobre 2008
Settembre 2008
Agosto 2008
Luglio 2008
Giugno 2008
Maggio 2008
Aprile 2008
Marzo 2008
Febbraio 2008
Gennaio 2008
Dicembre 2007
Novembre 2007
Ottobre 2007

BLOG
POST DEL BLOG

Vorrei vedere il blog di :

La grande fuga
de-ragliando il 10-Dic-2009 in Generica
Stamattina mentre facevamo colazione suona il telefono: chi è alle sette e mezzo che chiama?!
"Pronto, Cappella Sant'Andrea?"
"Si, buongiorno."
"Sono Conforti, abito di fronte a voi, avete gli asinelli per la strada! Sono passati in su, vanno verso il Verdini, venite perchè è pericoloso...con le macchine..."
"Porca miseria! Arrivo subito, grazie!"

Vestizione rapida e partenza, arrivo sul posto e non vedo niente...poi sul bordo della strada, tra gli olivi, le orme inconfondibili....seguo seguo come un segugio...e niente! Torno sulla strada ed eccoti Felicita intenta a degustare una siepe, col sedere in mezzo alla strada! Dall'altra parte Fosca, che fa capolino all'angolo di una casa.
Appena vedono il secchio che ho in mano (chiaro invito al pasto quitidiano...) mi vengono in contro, Fosca è catturata: in mezzo alla strada! La lego veloce e la fermo ad un albero, mentre i due testoni mi guardano, immobili sulla sede stradale, coscienti che se non fuggono subito l'avventura si concluderà! Felicita cede allelusinghe del secchio (vuoto) ed è presa, anche se per incapezzarla insceniamo un rapido corpo a corpo!
Rimane lui, l'irriducibile e anarchico Giosuè. A mo' di sfida corre su e giù ai bordi dell'asfalto, con le macchine che gli passano accanto, e i bambini ai finestrini con certi occhi che non vi dico...
Appena mi avvicino si gira e alza i posteriori a minaccia. Mario, il signore che è con me non si trova, ha seguito una traccia nel campo e non si è accorto che li ho travati. sono attimi di panico, c'è traffico, sono quasi le otto, bambini a scuola e genitori verso il lavoro...
Mi calmo, mi metto accovacciato tra gli olivi, col secchiio davanti, e "lillo, dai vieni...".
Il riottoso cede, torna agnellino e si avvicina, si lascia mettere la capezza: mi ha lasciato la vittoria.
Ora tocca ad una bella brontolata...partiamo io davanti loro tre dietro, Giosuè primo poi le altre due. Attraversiamo vigne e campi ghiacciati, in un quarto d'ora siamo a casa, poco più. Per punizione tutti legati al muro con corda corta per due ore. Sembrano bambini che sanno di averla combinata grossa: tutti zitti e immobili, se passo a fatica mi guardano. Fosca nella notte ha divelto il recinto elettrico (colpa mia, non mi ero accorto che si era staccato un filo dal trasformatore). Rispristino il tutto e li meeto nel recinto: per oggi però niente pranzo!

Commenti

In questo momento ci sono 14 commenti
Inserito da rasti il 10-Dic-2009 alle 22:12:59

Moderazioni espresse: 0
un po' di sana e pura andrenalina...
Inserito da claudio il 10-Dic-2009 alle 23:12:44

Moderazioni espresse: 0
Caspita che sudata, ti capisco bene, un paio di domeniche fa ho deciso di farmi un bel giro col calessino e Susi, preparato il tutto esco dal cancello, chiudo col telecomando e la capretta Bea si mette con la testa fuori e non rientra, mentre il grosso cancello arriva, d'istinto mollo la Susi e grido dietro alla capra, la capra rientra ma la Susi scappa via come il vento, panico cavolo adesso chi la ferma più, invece gridando Susi fermati un paio di volte tac la super Susi si ferma che respiro di solievo, poi il giro tuto perfetto bravissima come sempre.
Inserito da Fedebi il 10-Dic-2009 alle 23:12:48

Moderazioni espresse: 0
Scusa furbone ma secondo te sgridarli alla fine serve a qualcosa? Legarli ad un muro corda corta per due ore secondo te gli fa capire che hanno sbagliato...non ti sei mai chiesto che se sono scappati da te un motivo ci sarà?!? Bravo, continua cosi...
Inserito da natur284 il 11-Dic-2009 alle 07:12:41

Moderazioni espresse: 0
Gli Asini sono come i cretini:riescono sempre ad eludere le misure che prendi per impedir loro di nuocere.Se lasci ,per pura dimenticanza ,un oggetto a loro disposizione loro lo danneggiano.Sacchi di carta del cemento,cavi elettrici,teloni di plastica,mezzi agricoli.L'ultima è stato l'assaggio delle guarnizioni delle portiere di una motoagricola.Mangiate.Ed è per questa ragione che se lasci un buchetto nel recinto ,loro lo trovano, prima o poi , sicuramente.Se poi son in branco la fuga è quasi un divertimento.L'uno incita l'altro e così via e se ne vanno per la campagna o per quel che trovano.Il fatto di legarli non credo che sia interpretato come una punizione per la fuga:anche nei presepi viventi,per esempio, stanno legati per ore nello stesso posto.Poi una pseudo pena inflitta dopo alcuni minuti ....... .
Inserito da pimpinella il 11-Dic-2009 alle 08:12:01

Moderazioni espresse: 0
beh, io i miei 2 nani quando la combinano sanno già che la stanno combinando, quindi un pò di sano libero arbitrio a questi angioletti glielo lascio. ne consegue che li considero "responsabili" e "consapevoli". quindi poi la pagano. anch'io tendo ad usare il metodo di de-ragliando, che ho battezzato "pensatoio". e vedo che di solito qualcosina muove all'interno delle loro testoline birichine!
e concordo in pieno sul fatto che se la combinano è perchè l'errore umano lascia loro lo spazio per farlo. bravo De per il recupero "al volo"!!
...però, mai nessuno che si fermi a dare una mano, vero????
Inserito da msigis il 11-Dic-2009 alle 09:12:11

Moderazioni espresse: 0
Nienti di piu' appropiato della locandina che hai pubblicato....per i tuoi asini una notte da leoni ...

x Fedeb... è ora di togliere la maschera ...
Inserito da ragliaconnoi il 11-Dic-2009 alle 10:12:20

Moderazioni espresse: 0
X Fedebi-
Sai Fedebi che preferisco Natur,almeno lui un'opinione ce l'ha,gli argomenti pure,in più ci mette la faccia,il nome e il cognome.
In questo sito se c'è un "furbone" quello sei tu.
Provochi,inviti ad andare a....Ma sei solo un quaqquaraqua.

Inserito da alessia75 il 11-Dic-2009 alle 11:12:29

Moderazioni espresse: 0
wooo! sai che spavento, tu e loro... spero non mi capiti mai, mi dovrò attrezzare con una bella enduro e un lazzo ah ah ah ah
Inserito da natur284 il 11-Dic-2009 alle 11:12:38

Moderazioni espresse: 0
Peggio!In queste situazioni bisogna mantenere la calma anche negli eventuali avvicinamenti all'animale.Se gli corri dietro lui scappa.Più gli corri dietro e più lui scappa.La miglior strategia , e lo dico in particolar modo per i neofiti, è quella di prevedere dove passeranno fra 2-3-minuti.Portarsi sul posto ,aggirando o precedendo per altre vie gli animali e quando arrivano cercare di indirizzarli ,sempre con dolcezza e calma, verso il luogo che ci interessa.Poi ogni situazione è diversa dall'altra e bisogna anche saper inventare qualcosa sul momento.
Inserito da elcholo il 11-Dic-2009 alle 11:12:54
x Fedebi non è nella mia indole giudicare ma sinceramente il tuo intervento lo trovo offensivo e sterile
Conosco grazie alla community de-ragliando da anni e ci scambiano opinioni quotidianamente.
Quale sono le tue conoscenze nel mondo asini per giudicare?
Inserito da de-ragliando il 11-Dic-2009 alle 13:12:09

Moderazioni espresse: 0
E' stato davvero un momentaccio avere gli asini a spasso per l'asfalto... Comunque la punizione la capiscono! Le botte non servono, basta alzare la voce e farsi vedere "nero". Stare un po' al "pensatoio" fa benissimo! Provare per credere...i miei sono asini abituati a tre ettari di pascolo, in genere legati iniziano subito a spazientirsi; Ieri sono stati immobili più di due ore, a testa bassa. E quando li ho messi ad uno ad uno nel recinto sono andati dentro quasi da soli. Non so Fedebi quanti asini hai e come li educhi, io faccio così e funziona. C'è anche chi fa fare ai figli tutto quello che vogliono, crescendoli quasi bradi...ci penserà la vita a formarli...scelte pedagociche diverse!
Inserito da Bigio il 11-Dic-2009 alle 13:12:07

Moderazioni espresse: 0
Anche a me l'asina una volta è sfuggita dal recinto. Altre volte, portandola nel bosco che non è ancora completamente recintato, s'è letteralmente data a gambe levate. Si allontana pian pianino, poi ingrana la quarta, e via! verso nuove esaltanti avventure...
Riesco a recuperarla solo quando decide che non ha più voglia di correre. La cosa che, diciamo così, da più fastidio, è la furbizia (vera paraculaggine...) quell'agire quatto quatto, quei passetti mossi con "nonchalance", lentamente; piccoli passi che saranno il preludio ad una corsa sfrenata a perdifiato.
Andarla a riprendere non è sempre facile ma la cosa più difficile è riportarla a casa, strada quasi sempre tutta in salita con l'asina che arranca controvoglia. Ora adotto contromisure alla fuga ma quelle volte che è scappata l'ho chiusa nel recinto e amen. Amen tanto per dire, perchè l'intento è quello di lasciarcela tutta la giornata; poi però, dopo un paio di ragliate, sbollita l'arrabbiatura, desisto e la riporto fuori. Sembra capire, mi resta vicina (penserà: meglio fuori in compagnia che rinchiusa e da sola!)e così ci riconciliamo sul far della sera...
Inserito da Demi il 11-Dic-2009 alle 22:12:15

Moderazioni espresse: 0
La fuga dei nostri asini è capitata diverse volte; il terreno è grande, e spesso non capiamo nemmeno da dove sono usciti (anche se una volta abbiamo visto saltare una recinzione di 1 metro). Il rientro però non è mai particolarmente difficoltoso, bastano un po' di cracker..
Ieri però abbiamo avuto un grosso problema: uno dei due stalloni, Zeus, spaccando la recinzione in legno, è riuscito ad arrivare alla seconda recinzione che lo divide dall'altro stallone,Ares, ed è stato un problema riuscire a farlo desistere e farlo tornare indietro. Tra l'altro Ares continua a provocare Zeus, cercando in ogni modo di trovare postazioni in cui riesce a farsi vedere. Ormai sta diventando un grosso problema,e stiamo pensando seriamente di cedere Ares, ma è un problema piazzare un maschio di 4 anni e mezzo. Amici del Raglio, ci potete dare una mano?
Inserito da martina il 11-Dic-2009 alle 23:12:59

Moderazioni espresse: 0
;O) avvincente!!! ... per me il + bravo è stato proprio Giosuè.


ps scusate l'OT: quanto mai azzeccata la locandina con la moto inglese travestita da crucca!!!
Se vuoi scrivere un commento sul blog devi prima fare l'autenticazione Iscriviti al sito se non l'hai ancora fatto. Clicca qui
About Us | Site Map | Privacy Policy | Contact Us | Since 27/01/2006 © 2011 Raglio
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

eXTReMe Tracker