Raglio
La community dedicata agli Asini

BLOG
di :
<< Luglio 2020 >>
L M M G V S D
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31

Categorie

Generica
Viaggi
Trekking

Archivio

Febbraio 2019
Gennaio 2019
Ottobre 2018
Settembre 2018
Agosto 2018
Giugno 2018
Novembre 2017
Settembre 2017
Agosto 2017
Luglio 2017
Giugno 2017
Aprile 2017
Marzo 2017
Febbraio 2017
Dicembre 2016
Novembre 2016
Ottobre 2016
Settembre 2016
Agosto 2016
Luglio 2016
Giugno 2016
Aprile 2016
Marzo 2016
Febbraio 2016
Gennaio 2016
Dicembre 2015
Novembre 2015
Ottobre 2015
Settembre 2015
Agosto 2015
Giugno 2015
Maggio 2015
Aprile 2015
Marzo 2015
Febbraio 2015
Gennaio 2015
Dicembre 2014
Novembre 2014
Ottobre 2014
Settembre 2014
Agosto 2014
Luglio 2014
Giugno 2014
Maggio 2014
Aprile 2014
Marzo 2014
Febbraio 2014
Gennaio 2014
Dicembre 2013
Novembre 2013
Ottobre 2013
Settembre 2013
Agosto 2013
Luglio 2013
Giugno 2013
Maggio 2013
Aprile 2013
Marzo 2013
Febbraio 2013
Gennaio 2013
Dicembre 2012
Novembre 2012
Ottobre 2012
Settembre 2012
Agosto 2012
Luglio 2012
Giugno 2012
Maggio 2012
Aprile 2012
Marzo 2012
Febbraio 2012
Gennaio 2012
Dicembre 2011
Novembre 2011
Ottobre 2011
Settembre 2011
Agosto 2011
Luglio 2011
Giugno 2011
Maggio 2011
Aprile 2011
Marzo 2011
Febbraio 2011
Gennaio 2011
Dicembre 2010
Novembre 2010
Ottobre 2010
Settembre 2010
Agosto 2010
Luglio 2010
Giugno 2010
Maggio 2010
Aprile 2010
Marzo 2010
Febbraio 2010
Gennaio 2010
Dicembre 2009
Novembre 2009
Ottobre 2009
Settembre 2009
Agosto 2009
Luglio 2009
Giugno 2009
Maggio 2009
Aprile 2009
Marzo 2009
Febbraio 2009
Gennaio 2009
Dicembre 2008
Novembre 2008
Ottobre 2008
Settembre 2008
Agosto 2008
Luglio 2008
Giugno 2008
Maggio 2008
Aprile 2008
Marzo 2008
Febbraio 2008
Gennaio 2008
Dicembre 2007
Novembre 2007
Ottobre 2007

BLOG
POST DEL BLOG

Vorrei vedere il blog di :

IL TORRENTE
pantagruele il 13-Ott-2009 in Generica
Domenica 04/10/2009, mi alzo di buon'ora , è una bella giornata anche se le previsioni per la settimana entrante non sono delle più favorevoli.
In campagna ho tanti lavori che mi aspettano: le ultime semine autunnali (cime di rapa, fave, aglio e spinaci), la concimazione di fondo del terreno per l'anno a venire, le ultime visite pre invernamento delle api e così via.
Decido comunque di portare Agnese a fare un giretto sull'argine del torrente, le metto la capezza e la porto fuori.
Solito minuto di lotta: “vado avanti io”, “no io”, “guarda che ti do un morso!”, “vuoi una lunghina sul naso?”.
Alla fine si ristabilisce l'ordine gerarchico: io davanti nei passaggi stretti o che la spaventano, lei muso a spalla nei passaggi tranquilli.
Sparano, i colpi secchi di 2 semiautomatici e il tuonare di una doppietta di grosso calibro con cartucce con carica decisamente pesante, praticamente una spingarda.
Agnese ci si deve essere abituata, si limita ad orientare le orecchie, rallentando un po' il passo.

Dopo tante settimane di siccità il torrente è in secca e penso che questa sia l'occasione migliore per cercare di farla guadare.
C'è un punto in cui l'acqua è profonda pochi cm. e l'attraversamento agevole.
Poche centinaia di metri sull'argine, una ventina di metri ancora attraverso la fascia di bosco al cui interno scorre il fiumiciattolo e siamo al guado.

Il naso mi informa di quello che ci aspetta prima degli occhi.

Il torrente sulle cui rive ci rinfreschiamo nelle calde giornate di estate, che alimenta la falda del mio pozzo e, indirettamente, l'abbeveratoio di Agnese, in cui sguazzano cavedani, carpe e anguille e qualche gambero temerario, non c'è più.
Al suo posto una fogna a cielo aperto.
Invece dell'acqua liquame di fogna, quel liquido denso e scuro con odore di acido solfidrico che riempie di solito i pozzi neri,
Tutto tace, sulla superficie maleodorante non compaiono neanche i cerchi concentrici dei pinnuti risaliti per cercare ossigeno.
Stessa situazione per più di un km..

E' già la seconda volta che succede, l'altra volta non sapevo cosa fare, adesso sì:
telefonare al pronto intervento dei carabinieri che allerteranno i tecnici dell'agenzia regionale per l'ambiente per i prelievi e le indagini del caso.

Ho un attimo di esitazione, siamo in Italia e non posso fare a meno di pensare a rappresaglie da parte dei colpevoli.
Poi mi dico che questo modo di ragionare è alla base di molti mali di questo paese e nelle piccole e grandi cose c'è il momento in cui bisogna farsi sentire:
Telefono al 112.
Mi rimpallano ad altri due numeri.
L'ultimo non ne sa niente.
Io gli spiego ripetutamente la prassi, mentre ho l'impressione che cerchi di spingermi a lasciar perdere.
Una scocciatura di meno, insomma.
Un po' lo capisco, è domenica e in servizio sono in pochi.
Prima mi chiede se intendo sporgere querela.
Io gli spiego che si tratta di inquinamento di un fiume, acque pubbliche, e che sto segnalando un possibile reato contro il patrimonio pubblico, non sto presentando una querela di parte in quanto vittima di un comportamento delittuoso che ha arrecato danni alla mia persona o proprietà.
Cerca un'altra strada: ma è sicuro che si tratti di liquame?
Sì, puzza di liquame e ha il colore del liquame di pozzo nero.
Ma lei è un tecnico?
Non sono un tecnico ma so riconoscere la differenza tra liquame di fogna e acqua pulita.
(E qui un po' mi sono trattenuto).
Ma lei chi è? mi dia le sue generalità.
Eseguo.
Alla fine, visto che non demordo, mi assicura che manderà una automobile.
Ho un numero di telefono?
Sì, sono in mezzo alla campagna, le do quello del cellulare.
Prende?
Sì la sto chiamando dal cellulare, sono in mezzo alla campagna.
(sorvolo su altre parti della conversazione telefonica anche più surreali)

Mezz'ora dopo, avendo evidentemente approfondito la questione, mi richiama chiedendomi di aspettare i tecnici dell'Agenzia regionale per l'ambiente.
Metto Agnese al pascolo, la passeggiata rimandata a data da destinarsi.
Dopo un'oretta compaiono i tecnici: li accompagno al guado, segue analisi dell'ossigeno disciolto, ai fini del sostentamento vitale praticamente zero, poi tirano fuori le provette per i campioni, guardano il liquame e uno mi fa:
“Guardi, eviterei di prendere i campioni, se li porto al laboratorio mi infamano: “Ma non la riconosci da solo? E' m#$&a!”

Il giorno dopo torneranno per rintracciare la fonte.
Gli scarichi fognari della zona dovrebbero essere tutti allacciati al depuratore, quindi si tratta di uno scarico abusivo o di un malfunzionamento della rete fognaria.
Aspetto le conclusioni.
Le violente piogge degli ultimi giorni hanno dato una bella ripulita ma ci vorrà tutta una stagione di piogge invernali e piene primaverili per rivedere gli abitanti del torrente, e forse non basterà.
Si è fatto tardi, riporto Agnese al recinto e la coccolo un po', sarà per un'altra volta :(

Commenti

In questo momento ci sono 34 commenti
Inserito da elcholo il 13-Ott-2009 alle 22:10:34
Bravo Pantagruele! Non posso che farti i complimenti
Peccato per Agense e la sua passeggiatina.
Inserito da vale il 13-Ott-2009 alle 23:10:58

Moderazioni espresse: 0
sorrido amaramente.
se avessi chiamato i carabinieri dove vivo io altro che discussioni surreali e provette all'indomani, con giri di parole mi avrebbero fatto capire: signora, ma di domenica lei non tiene una minchia da fare che andare in giro con un asino a guardare fiumiciattoli? :-(
avrei dovuto riportare giulio nel ricovero, prendere la macchina o la vespa, ed andare a fare una scena da "psicopatica" ecologista alla stazione dei CC (.....AUTO/CENSURA*), ammesso di trovare qualcuno disposto ad ascoltarmi.
comunque non è una scusa, a volte, di fronte alla loro latitanza, sono tornata accompagnata da un avvocato, paventando esposti alla procura, e lì la musica cambia in un nano secondo, si svegliano perfino gli addormentati collusi....
bravo panta!

ps per le provette temo avrei comunque dovuto aspettare i ris di qualche telefilm....qua latitavano perfino quando si è rotto l'unico depuratore delle città

*vediamo se così il discorso fila meglio o si continua ad indicare il dito per non vedere la luna. sulla prima parolaccia, era "funzionale" al racconto, e non mi sembra sia la prima su questo sito.
Inserito da ragliaconnoi il 14-Ott-2009 alle 09:10:23

Moderazioni espresse: 0
"Dopo un'oretta compaiono i tecnici"
Questo è l'importante,vuol dire che qualcosa funziona e bene.

16\10 ore 0,15
Vista la volontà di autocensura modifico il commento.
Inserito da natur284 il 14-Ott-2009 alle 10:10:02

Moderazioni espresse: 0
Ognuno è libero di dire/fare/inquinare ma se ne assume la piena responsabilità.
Molte volte si passa sopra certe cose proprio per il fatto che per denunciare un reato bisogna indicare,per iscritto , le proprie generalità e non è sempre piacevole.
Sono sicuro che se queste infromazioni si potessero fornire liberamente le cose andrebbero meglio.MAh!Come al solito ci sarà un principio giuridico che però al momento mi sfugge.
P.S. Come sono andate poi le ricerche per determinare il colpevole e/o la causa dell'inquinamento?
Inserito da pantagruele il 14-Ott-2009 alle 15:10:24

Moderazioni espresse: 0
Ho scritto questo blog anche per informare.
Chiunque sa che, se trovi un ferito steso a terra devi chiamare il 118 o il 113.
Per imparare cosa far in caso di inquinamento di un fiume ho dovuto, a suo tempo, prendermi un giorno di ferie, fare un giro di telefonate (inutili) e poi recarmi di persona agli uffici della regione, al consorzio di bonifica, all'Uffico di Igiene, al genio civile e, infine, all'agenzia per l'ambiente, dove finalmente ho scoperto chi era competente a intervenire (loro) e come fare ad allertarli: 113 o 112, ci pensano poi loro.
Notare che l'operatore al centralino dei cc con cui ho parlato non ne sapeva niente e non sapeva che pesci pigliare, il che è anche normale quando ti rivolgi a un addetto di un ente con una infinità di competenze.
In questi casi è utile una certa determinazione e insistenza.

Ma quando c'è connivenza?
Qunado chi denuncia viene apertamente sbeffeggiato e minacciato da chi dovrebbe intervenire?
Allora è giusto arrabbiarsi.
I crimini ambientali non sono meno gravi di altri.
Ce lo dicono le tante vittime.
Quanto avvenuto di recente in Sicilia si sarebbe potuto evitare con meno connivenza e lasciar fare.

per Natur: la libertà personale finisce dove inizia la libertà altrui, il confine può essere difficilmente definibile, ma chi inquina attenta alla vita e alla salute del suo prossimo, diritti fondamentali, io non parlerei di "libertà di inquinare";
resto in attesa delle conclusioni, non mi interessa tanto il colpevole quanto la rimozione della causa.
Inserito da rasti il 14-Ott-2009 alle 15:10:21

Moderazioni espresse: 0
bravo ottimo lavoro!!!
si fa cosi'....
bisogna prendere il diavolo per le corna....

p.s sai che ho un debole per le api.....
mi piacciono molto....

Inserito da natur284 il 14-Ott-2009 alle 19:10:31

Moderazioni espresse: 0
Senza ombra di dubbio che non si può inquinare a certi livelli:ho fatto un mazzo unico tenendo conto che l'inquinamento , nel tuo caso, era quasi "naturale".
Inserito da elcholo il 14-Ott-2009 alle 20:10:25
Lascio a voi il buon senso
Inserito da pantagruele il 14-Ott-2009 alle 21:10:22

Moderazioni espresse: 0
x Natur:

Credo che la pietra di paragone per valutare un inquinamento sia il pericolo per la salute e per l'ambiente.
Anche la cicuta è un prodotto naturale ma ne sconsiglio il consumo.
I pericoli dai liquami sono diversi: coliti emorragiche, epatiti, salmonelle, colera, tifo etc..
Se la contaminazione raggiunge il pozzo con cui abbevero Agnese e annaffio l'insalata il livello di rischio diventa alto per me e i miei famigliari, pochi km. a valle il torrente, sui cui argini spuntano diversi orticelli annaffiati direttamente con quello che scorre nell'alveo, si riversa nell'adriatico dove, ancora fino a domenica scorsa, si affollavano i bagnanti.

Come puoi vedere i rischi di contaminazione biologica sono alti, anche se non tenessimo in considerazione la necessità di salvaguardare uno dei beni più preziosi e sempre più rari al mondo: l'acqua dolce.
Inserito da natur284 il 15-Ott-2009 alle 06:10:38

Moderazioni espresse: 0
Credo che il problema degli scarichi a mare sia molto più grave .
http://www.bastamerdainmare.it/
A prescindere hai fatto bene a denunciare.E' la goccia che riempie il secchio.
Inserito da ragliaconnoi il 15-Ott-2009 alle 09:10:02

Moderazioni espresse: 0
Credevo che il "blog" servisse a parlare di asini e non di carabinieri,inquinamento dell'Adriatico,coglioni conniventi, ecc ecc.
Lascio a voi il buon senso....e anche il resto.
Inserito da natur284 il 15-Ott-2009 alle 10:10:28

Moderazioni espresse: 0
Giusto.
Inserito da pantagruele il 15-Ott-2009 alle 17:10:27

Moderazioni espresse: 0
Da quel che mi è parso di capire il blog è un diario.
Ho raccontato quello che è successo durante una passeggiata e una mezza giornata trascorsa con Agnese.
Tagliando parecchio.
Solo i fatti salienti.
E che la falda da cui si abbevera Agnese venga inquinata direi che è un fatto saliente.
Da quando è successo, prima di riempirle l'abbeveratoio devo attingere almeno 10 q.li di acqua per arrivare a quella più pulita.
Poichè la mia situazione è abbastanza comune (un recinto isolato in campagna con acqua che viene da torrenti, pozzi e sorgenti) mi è parso anche utile raccontare come mi sono regolato.

Se fosse stato un trekking avrei parlato di sentieri, montagne, laghi, sorgenti, compagni e boschi;
se fosse stato una festicciola con bambini avrei parlato di animazioni e del comportamento dei bambini,
se fosse stata una corsa del tracciato e dei partecipanti, se fosse stata una fiera dei presenti e degli stand espositivi (e magari delle file ai bagni).

I commenti sono altra cosa, la mia impressione è che nei blog, proprio per la componente personale di un diario i commenti siano per forza più liberi, ma su questo punto sentirei cosa ha da dire Elcholo, che dovrebbe essere quello più ferrato in "netiquette".
Inserito da elcholo il 15-Ott-2009 alle 19:10:50
E' vero!!! Per correttezza verso Raglio.com e tutti i suoi iscritti l'argomento madre è e deve essere solo ed esclusivamente il panorama asini!|
Su questo non ci sono dubbi. (spero)
Di certo sono convinto che i commenti possono spaziare su più fronti
La regola è sempre la stessa il buon senso e modo.
Da evitare parolacce ed esternazioni forti e inutili (se si vuol dire una cosa , ci sono mille modi per dirla tagliente e sfrezzante, li sta il bello )
Poi alla fine come già detto ognuno raccoglie quello che semina.
Ma ricordate sempre che molta gente segue la community e per correttezza verso Raglio.com e tutti i suoi iscritti bisogna sempre regolarsi e affrontare la community con piglio vivo ma nello stesso tempo tranquillo e rilassato
Inserito da platero il 15-Ott-2009 alle 22:10:42

Moderazioni espresse: 0
Lo stato delle acque è di competenza (anche) dell'Arpa.
L'Agenzia Regionale per l'Ambiente si occupa anche di questo.
Questo è il link per l'ARPA dell'Emilia Romagna.
http://www.arpa.emr.it/pubblicazioni/acqua/notizie_587.asp
Inserito da vale il 15-Ott-2009 alle 22:10:00

Moderazioni espresse: 0
ah il buon senso, che meraviglia!
quanto labili ed interpretabili queste due paroline magiche, ognuno le può modellare come plastilina sulla propria fede o malafede.

si può dire che si è liberi di inquinare, basta che chi lo fa se ne assuma le responsabilità, o si può essere arrabbiati contro tutto ciò, combattere il malcostume e le connivenze, che a venti chilometri in linea d'aria da casa mia non hanno ancora restituito tutti i morti. piani regolatori scambiati per una manciata di voti, incendi, abusivismi lasciati correre sul greto di un fiume, senza nessun controllo. pantagruele che si preoccupa di quello che beve agnese e probabilmente di come viene annaffiato il fieno che mangia...che (BIIIIP)

dove sta il buonsenso?
Inserito da natur284 il 16-Ott-2009 alle 06:10:58

Moderazioni espresse: 0
Nella misura!Nel dubbio!Nel mettersi sempre dall'altra parte!Nell'estrapolare il singolo comportamento verso la comunità!Nel pensare e valutare dieci volte prima di agire!Nel desistere quando il risultato è inferiore all'impegno dovuto per ottenerlo.Nel non autovalutarsi.
Per finire prendendo spunto dalla preghiera che spesso si legge nei bagni "Lasciate questo luogo come vorreste trovarlo" direi che ,in buona sostanza ,applica buon senso "chi si comporta con gli altri come vorrebbe che gli altri si comportassero verso di lui".Ma non sempre si riesce.
Inserito da burro60 il 16-Ott-2009 alle 18:10:16

Moderazioni espresse: 0
salve, vorrei aggiungere qualcosa anch'io, ho apprezzato molto il racconto di Panta perchè in effetti non sempre si riesce a raccontare di passeggiate nella natura puiù incontaminata e/o di attività splendide e positive con gli asini. Io al suo posto non avrei fatto nulla, e non per mancanza di sensibilità o menefreghismo, forse perchè scoraggiato e deluso dai risultati o meglio dai non risultati ottenuti ogni volta che in un qulche modo portavo a conoscenza a chi di dovere di situazioni di degrado, inquinamento e di violenza nei confronti della natura.
Come dicevo prima leggendo il racconto mi si è riaccesa una lucina, capisco l'amarezza e la rabbia di Vale e le voglio dire che non ho scritto nulla sulla tragedia che ha colpito Messina perchè non ho e non riesco ancora oggi a dire nulla. Vale, certamente è buon senso arrabbiarsi. Ciao
Inserito da vale il 16-Ott-2009 alle 20:10:02

Moderazioni espresse: 0
grazie burro, le tue parole misurate mi fanno immenso piacere.
Inserito da cacaone il 16-Ott-2009 alle 23:10:28

Moderazioni espresse: 0
io entro per ultimo.
mi ha molto sorpreso l'amarezza di vale.
ci ho riflettuto a lungo.
se vale si è espressa in termini cosi' duri un motivo ci deve essere.
la conosco gaia, spiritosa, dolce quindi perche'?
niente psicanalista, solo che evidentemente delusioni cocenti e dirette hanno portato ad uno sfogo ...
i rapporti che ci sono, qui nei miei dintorni, con le forze dell'ordine sono oserei dire... buoni.
quindi, anche questa volta la latitudine fa qualche differenza.
scusate il disturbo.
cioa vale
ciao asinari.
Inserito da pantagruele il 17-Ott-2009 alle 08:10:18

Moderazioni espresse: 0
per Cacaone:
più che la latitudine direi i condizionamenti ambientali.
Insistere sulla latitudine sarebbe poco veritiero e offensivo per molti.
Le cronache locali mi dicono che, dalle mie parti, nella pubblica sicurezza e nel corpo forestale non mancavano, nel recente passato, le mele marce.
E quelle influiscono sui comportamenti generali.
Nella vicina Ravenna era la legione dei carabinieri che si era trovata una banda di assassini e rapinatori al proprio interno.
Ed è rimasto tuttora incomprensibile lo sterminio di una intera caserma da parte di uno dei militari.
Storie del genere, a macchia di leopardo, compaiono in tutto il paese: sfruttamento di prostitute da parte di carabinieri e poliziotti, turiste stuprate, omicidi con armi d'ordinanza;e tutti i reati tipici del soggetto pubblico: corruzione; concussione; interesse privato in atti d'ufficio.

Le reazioni a queste notizie di solito si dividono in due filoni:
1) non vanno denunciati questi comportamenti perchè si disonora l'istituzione;
2) vanno denunciati i comportamenti disonorevoli, affinchè l'istituzione possa rimuoverli, se ne è in grado, se non lo è, è naturale che si perda fiducia nell'istituzione.

Io propendo per il secondo filone.
Mi sembra tuteli di più il cittadino.

Inserito da vale il 17-Ott-2009 alle 12:10:19

Moderazioni espresse: 0
----------- mele marce
Inserito da natur284 il 17-Ott-2009 alle 21:10:41

Moderazioni espresse: 0
"....Credevo che il "blog" servisse a parlare di asini e non di ...." ."Giusto!"ho risposto.
E confermando quanto detto vi pregherei ,cortesemente,di rientrare nel bar.Grazie.
Inserito da ragliaconnoi il 17-Ott-2009 alle 21:10:15

Moderazioni espresse: 0
..e di chiudere la porta del bagno!!!
Inserito da vale il 17-Ott-2009 alle 21:10:29

Moderazioni espresse: 0
Natur, sarà che a furia di sentir parlare te di asini, mi è venuta voglia di parlare d’altro!
E tirate lo sciaccuone quando uscite….
Inserito da vale il 17-Ott-2009 alle 21:10:24

Moderazioni espresse: 0
Troppi aministratori ultimamente a dire cosa è bene e cosa è male!
che raglio.com sia diventata una cooperativa? maledetti comunisti, cribbio!!!!!
Inserito da ragliaconnoi il 17-Ott-2009 alle 21:10:37

Moderazioni espresse: 0
...bhè almeno Repubblica mi è servita a qualcosa...
Inserito da vale il 17-Ott-2009 alle 22:10:07

Moderazioni espresse: 0
ci puoi anche incartare le uova o metterla sul fondo della gabbia del pappagallino, e ancora si può dire che a qualcosa serve.
con le pagine di Bolzoni e Viviano ci si può anche fare qualcosa di meglio, come informarti, volendo e potendo!
perfino Giulio sta imparando a leggere di questi tempi!!!!!

Inserito da ragliaconnoi il 17-Ott-2009 alle 22:10:47

Moderazioni espresse: 0
Cooperative rosse, cuore nero.

CMC (Consorzio Muratori e Cementisti di Ravenna) e CCC (Consorzio Cooperative Costruzioni di Bologna) sono due cooperative rosse. Dove ci sono loro, c'è casa, c'è, ad esempio, il raddoppio della base militare Dal Molin di Vicenza. Le cooperative rosse sono ovunque: nella Tav in Val di Susa, nel Ponte di Messina, negli inceneritori e chissà, domani, nelle centrali nucleari. Il tutto, naturalmente, con la benedizione e il silenzio del PDmenoelle. Dei Bersani, D'Alema, Fassino. Non si può fare opposizione contro i propri interessi, non è elegante, meglio i manganelli contro i vicentini, i valsusini, i campani. Cooperative rosse, ma di vergogna.(copiato incollato e non mi chiedere la fonte come al solito)
Non mi informo certo leggendo Repubblica o,per lo meno,non solo quello anche se lo trovo in tutti i cessi,non seve nemmen più comprarlo,pur di far copie e prendere contributi dallo Stato (ovvio) lo regalano per strada.
Inserito da vale il 17-Ott-2009 alle 22:10:42

Moderazioni espresse: 0
c'ho un rigurcito
http://www.youtube.com/watch?v=Hi040C6G0lQ
E mo’ l’ho detta tutta, ho sputato il rospo, se volete bannatemi!
Inserito da vale il 18-Ott-2009 alle 00:10:14

Moderazioni espresse: 0
#ultima

“(copiato incollato e non mi chiedere la fonte come al solito)”

Ok, e allora la fonte te la dico io!
È quel populista del beppe grillo-parlante?

http://www.beppegrillo.it/2009/08/cooperative_ros.html

l’anima candida che ha usufruito del condono tombale dal governo Berlusconi, il comico capomanipolo che predica bene e razzola male?

http://it.wikipedia.org/wiki/Beppe_Grillo
(andare a “Critiche e aspetti controversi”..e ci sono andata leggera come citazione, c’è ben di peggio in giro da leggere su Grillo)

Lungi da me voler difendere il PD, ma un minimo di onestà intellettuale (ad avercela) non guasterebbe!
Arrivare a dire che il problema del ponte di Messina sono le coperative rosse e non la MAFIA è veramente troppo!!! Perfino quel buontempone dell’ex ministro Lunardi - che con la TAV e i trafori se non ricordo male aveva qualcosa a che fare - arrivò a dire che con la mafia bisogna conviverci, e non penso pensasse alle coop….
Sulla “faraonica” opera del ponte di Messina sorvolo,e da dire ce ne sarebbe.

Ed ora mi sono proprio stufata, ma chi me lo fa fare?

Good Night, and Good Luck (cit. Edward Murrow)

Vale
Sempre più lontana dal “buon senso”, visti i tempi…..
Inserito da elcholo il 18-Ott-2009 alle 01:10:06
Che palline e basta
Ok per le piccole deviazioni a tema ma qui mi sembra di esagerare
Raglio.com la community dedicata agli asini .
Molti vogliono sentire parlare solo ed esclusivamente di asini che è meglio, rispettiamo luoghi e ruoli.
E' stato creato un apposito spazio per parlare di altro, si chiama Raglio Bar all'interno del forum
Grazie della collaborazione

Inserito da ragliaconnoi il 18-Ott-2009 alle 09:10:38

Moderazioni espresse: 0
Non sono certo un fans di Grillo,per me è solo un comico che non fa più ridere nessuno.Quando lo scrissi nel "bar" si scatenò una rissa.
E ci scappò anche un fuggi-fuggi della serie "non scrivo più...mi cancello....mamma Raglia mi tira le treccieeeeee...." e altri piagnistei simili.

Per saperne di più sugli appalti e le connivenze ti consiglio "Corruzione ad Alta Veloctà" Di F.Imposimato,G. Pisauro,S.Provvisionato,con prefazione di Emanuele Macaluso.
http://www.edizionikoine.it/catalogo/corruz.html
Buona lettura.
Inserito da elcholo il 18-Ott-2009 alle 18:10:21
uffi! che pizzi
Se vuoi scrivere un commento sul blog devi prima fare l'autenticazione Iscriviti al sito se non l'hai ancora fatto. Clicca qui
About Us | Site Map | Privacy Policy | Contact Us | Since 27/01/2006 © 2011 Raglio
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

eXTReMe Tracker