Raglio
La community dedicata agli Asini

BLOG
di :
<< Giugno 2019 >>
L M M G V S D
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30

Categorie

Generica
Viaggi
Trekking

Archivio

Febbraio 2019
Gennaio 2019
Ottobre 2018
Settembre 2018
Agosto 2018
Giugno 2018
Novembre 2017
Settembre 2017
Agosto 2017
Luglio 2017
Giugno 2017
Aprile 2017
Marzo 2017
Febbraio 2017
Dicembre 2016
Novembre 2016
Ottobre 2016
Settembre 2016
Agosto 2016
Luglio 2016
Giugno 2016
Aprile 2016
Marzo 2016
Febbraio 2016
Gennaio 2016
Dicembre 2015
Novembre 2015
Ottobre 2015
Settembre 2015
Agosto 2015
Giugno 2015
Maggio 2015
Aprile 2015
Marzo 2015
Febbraio 2015
Gennaio 2015
Dicembre 2014
Novembre 2014
Ottobre 2014
Settembre 2014
Agosto 2014
Luglio 2014
Giugno 2014
Maggio 2014
Aprile 2014
Marzo 2014
Febbraio 2014
Gennaio 2014
Dicembre 2013
Novembre 2013
Ottobre 2013
Settembre 2013
Agosto 2013
Luglio 2013
Giugno 2013
Maggio 2013
Aprile 2013
Marzo 2013
Febbraio 2013
Gennaio 2013
Dicembre 2012
Novembre 2012
Ottobre 2012
Settembre 2012
Agosto 2012
Luglio 2012
Giugno 2012
Maggio 2012
Aprile 2012
Marzo 2012
Febbraio 2012
Gennaio 2012
Dicembre 2011
Novembre 2011
Ottobre 2011
Settembre 2011
Agosto 2011
Luglio 2011
Giugno 2011
Maggio 2011
Aprile 2011
Marzo 2011
Febbraio 2011
Gennaio 2011
Dicembre 2010
Novembre 2010
Ottobre 2010
Settembre 2010
Agosto 2010
Luglio 2010
Giugno 2010
Maggio 2010
Aprile 2010
Marzo 2010
Febbraio 2010
Gennaio 2010
Dicembre 2009
Novembre 2009
Ottobre 2009
Settembre 2009
Agosto 2009
Luglio 2009
Giugno 2009
Maggio 2009
Aprile 2009
Marzo 2009
Febbraio 2009
Gennaio 2009
Dicembre 2008
Novembre 2008
Ottobre 2008
Settembre 2008
Agosto 2008
Luglio 2008
Giugno 2008
Maggio 2008
Aprile 2008
Marzo 2008
Febbraio 2008
Gennaio 2008
Dicembre 2007
Novembre 2007
Ottobre 2007

BLOG
POST DEL BLOG

Vorrei vedere il blog di :

fiducia e rispetto
platero il 30-Set-2009 in Generica
Due fattori sono importanti nel rapporto tra l'asino e il suo compagno umano: la fiducia e il rispetto. Nel caso di Pepito, lui ha la fiducia in me, direi sempre, salvo nei casi in cui la paura è davvero troppo forte (parapetti stradali metallici con sotto il vuoto, o peggio ancora, un corso d'acqua). Quando gli spiego, con calma con tono risoluto, ma dolce, che "può" fare una certa cosa, lui si ferma, ci pensa, magari dapprima si rifiuta, ma se persevero e gli parlo con calma, lui allora mi segue. Attraversa ruscelletti, fa la gimkana tra i tubi dei dissuasori, si infila e passa tra due alberi vicinissimi, procede con cautela, senza longhina, ma solo sollecitato con la voce, su pietraie scoscese. Fin dove si sente. In questi esercizi io non uso mai la forza fisica, tantomeno la violenza, non lo costringo mai. Lo esorto a fare, a seguirmi, fin dove si sente.
Per quanto riguarda l'altro aspetto, ossia il rispetto.....beh, per ora non me lo sono ancora conquistato del tutto. Molte volte sono per lui la somarella con cui giocare e siccome io sto al gioco, chi è più grosso la vince!

Commenti

In questo momento ci sono 12 commenti
Inserito da vale il 01-Ott-2009 alle 00:10:58

Moderazioni espresse: 0
passata
apprezzato post
stop
v
Inserito da alessia75 il 01-Ott-2009 alle 08:10:37

Moderazioni espresse: 0
invidia buona.. perchè gia ti segue fuori dal recinto... ammirazione sincera per il vostro buon rapporto ... che dire questo è amore!
Inserito da rasti il 01-Ott-2009 alle 15:10:50

Moderazioni espresse: 0
gia'... qui mi ripeto...si sente il bene che vuoi a Pepito...e il rispetto che porti verso di lui......sei meravigliosa Platero...
ora pero' non te lo dico piu' seno' diventi rossssa!!
Inserito da somariamente il 01-Ott-2009 alle 21:10:37

Moderazioni espresse: 0
la Dadaaaa ha urlato Ariele! ti ha riconosciuto...:-))
Inserito da burro60 il 03-Ott-2009 alle 23:10:45

Moderazioni espresse: 0
Ciao, argomento molto interessante ma anche molto complesso. Rispetto e fiducia tra individui dello stesso branco, di asini, in che modo si stabilisce? Tra loro c'è sempre rispetto? Anche se si lasciano guidare ( quindi si fidano) dal capobranco, che di solito è la femmina più anziana? Possono fidarsi di un altro membro del gruppo se nei confronti di questo non c'è rispetto? Rapporto asino - uomo: L'asino ci segue se ha fiducia in noi ma se non ci rispetta può avere fiducia in noi? Potrebbe accadere che non si fida ciecamente di noi o di quello che gli stiamo proponendo ma perchè ci rispetta e quindi ci riconosce come capobranco metta da parte la sua diffidenza e ci segua? Se la loro vita e la tranquillità stessa del gruppo è regolata anche dalla gerarchia che si crea tra i vari individui noi in che modo ci dobbiamo relazionare? Se, come accade spesso, il "gruppo" è formato dall'uomo e 1 o 2 asini il rapporto è sempre regolato dalle stesse regole?
Accidenti come l'ho fatto complicato. Tutte le volte che cerco di dare delle risposte vado nel pallone, mi piacerebbe osservare per un lungo periodo come si svolge la vita in un gruppo di asini. Sarebbe comunque molto interessante leggere di qualche esperienza fatta da qualcun altro.
Inserito da natur284 il 04-Ott-2009 alle 06:10:54

Moderazioni espresse: 0
Il capobranco ottiene tale qualifica in quanto riconosciuto,o per la sua forza o per il suo carisma,liberamente da tutti.Noi acquistiamo un Asino , gli imponiamo certe cose ,anche con la forza,tra le quali quella "Sappi che d'ora in poi io sono il tuo capobranco!".
Poi , dopo avercreato forzatamente questa situazione ,cerchiamo di capire ,o meglio di tradurre personalizzando al massimo , il rapporto che si è "creato".
Io vivo con una madre e sue tre figlie.A parte la relazione che si crea quando fornisco loro il fieno ,non vedo,scientificamente per quel che posso, grande fiducia e rispetto.Certo sono mansuete, mi vengono incontro, mi si strusciano addosso,hanno quei grandi occhioni dolci,dove ognuno vede quello che .......vuole.

Inserito da burro60 il 04-Ott-2009 alle 14:10:34

Moderazioni espresse: 0
E' possibile per un umano essere riconosciuto, liberamente da tutti, (gli asini o comunque il discorso vale credo anche per gli altri equini) come capobranco? Se si in che modo possiamo ottenere questo riconoscimento? Tra loro in che modo riescono ad ottenerlo? In che modo viene dimostrata, tra asini, la forza ed il carisma per diventare capobranco? Se riuscissimo a capire questo forse potremmo se mai ne fossimo capaci usare lo stesso metodo ed evitare l'imposoizione. A presto
Inserito da natur284 il 04-Ott-2009 alle 18:10:47

Moderazioni espresse: 0
"E' possibile per un umano essere riconosciuto, liberamente da tutti, (gli asini o comunque il discorso vale credo anche per gli altri equini) come capobranco?".
Non credo :ma comunque la cosa non è dimostrabile.
Per il resto. Uno ,uomo o animale che sia ,ci nasce, non ci diventa.Se così non fosse ,saremmo tutti capi....... .
Inserito da burro60 il 04-Ott-2009 alle 20:10:08

Moderazioni espresse: 0
Per il resto. Uno ,uomo o animale che sia ,ci nasce, non ci diventa.Se così non fosse ,saremmo tutti capi......
Non so qual'è il tuo concetto di capobranco...
Non credo :ma comunque la cosa non è dimostrabile.
Non è dimostrabile o non è stato dimostrato?
Il capobranco ottiene tale qualifica in quanto riconosciuto,o per la sua forza o per il suo carisma,liberamente da tutti.
Se uno ci nasce capo che significa viene riconosciuto liberamente da tutti? Forse sarebbe il caso di dire loro malgrado devo accettare per gioco forza quel soggetto come capo?
Mi hai creato ancora più confusione, in un branco se esiste una scala gerarchica significa che slo l'ultimo non è capo ma solo fino a quando non subrenta un nuovo soggetto che resterà all'ultimo scalino della scala fino a quando non riuscirà magari per la sua forza o carisma a risalirla. Ma'! Strano che qualcuno non abbia studiata la questione. Ciao
Inserito da Mora il 04-Ott-2009 alle 20:10:54

Moderazioni espresse: 0
x burro
domande molto interessanti... io penso che fiducia e rispetto non sono mai assoluti, soprattutto con un asino. L'asino è piu individualista che il cavallo, anche nel branco ci sono sempre certi movimenti chi riguardo a certe cose domina un po di piu o di meno. anche si ha piu o meno fiducia in noi, l'asino non fa tutto quello che vogliamo, se per esempio la sua paura è troppo grande non lo fa. anche il rispetto non è una cosa fissa - nel branco gli asini giovani provocano ogni tanto gli adulti per vedere se possono diventare capobranco - quando hanno una certa età, questi giochi non finiscono, ma si modificano un po, diventano meno violenti, perche il posto nel branco è piu o meno chiaro. Lo stesso comportamento vedo anche nel rapporto dei miei asini con me: con gli asini adulti fiducia e rispetto ci sono piu o meno - ma come fra di loro secondo il giorno mi provocano un po, come giocando, per vedere come reagisco, e se i miei limiti di tollerare certe cose sono gli stessi... ma siccome la cosa è piu o meno chiara, bastano pochi gesti per chiarire la situazione. Con un asino giovane invece è un altra cosa: si comporta con me come con gli altri asini per vedere se puo cambiare la gerarchia - e spesso non è sufficiente un gesto breve. Secondo la mia esperienza questa fase dura da 1 1/2 anni fino a 3 anni circa, poi intorno ai 4 anni viene ancora una fase con poco rispetto e provocazioni riguardo alla gerarchia. Se guardo il mio asino giovane adesso, direi che la fiducia c'è maggiormente (ma si prende la libertà di non vederla assoluta e non fare certe cose) - ma il rispetto non c'è sempre, è in un movimento continuo.
Quindi se guardo i movimenti di gerarchia in un branco dove ci sono degli animali giovani che crescono, non è che un animale nasce capobranco, ma lo diventa.E quando il capobranco diventa debole per causa di una malattia per esempio, gli altri non hanno ni pietà ni rispetto di lui, e dopo un periodo di chaos uno degli altri diventa capobranco ... e poi ci sono anche delle differenze se il gruppo consiste di piu femmine o piu maschi...
Inserito da vale il 04-Ott-2009 alle 21:10:01

Moderazioni espresse: 0
storie di capi: il funerale di Titus

un tributo a chi rispetto ha meritato.

Mora, grazie per il tuo intervento.
Inserito da burro60 il 04-Ott-2009 alle 22:10:11

Moderazioni espresse: 0
Ciao, aspettavo con ansia la tua opinione, io ho un pò d'esperienza con i cavalli, e sono molto interessato a capire e conoscere gli asini. da quando ho gli asini riesco a comprendere meglio anche certi comportamenti della mia cavalla (che detto sinceramente ho sempre pensato fosse un pò asina.)Dunque non dobbiamo fare altro che continuare ad osservare il loro comportamento e le loro reazioni alle sollecitazioni a cui sono, quotidianamente, sottoposti e se qualcosa non ci è comprensibile, sperando di riuscire a cogliere ogni tipo di messaggio, ti contattiamo subito. Sarebbe molto interessante, anche se probabilmente non sarà uguale per tutti gli asini, se ci raccontassi degli episodi che tu hai vissuto e vivi con i tuoi asini, in modo da confrontarli con i segnali e messaggi che ci mandano i nostri. Grazie tantissimo. Ciao
Se vuoi scrivere un commento sul blog devi prima fare l'autenticazione Iscriviti al sito se non l'hai ancora fatto. Clicca qui
About Us | Site Map | Privacy Policy | Contact Us | Since 27/01/2006 © 2011 Raglio
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

eXTReMe Tracker