Raglio
La community dedicata agli Asini

BLOG
di :
<< Giugno 2024 >>
L M M G V S D
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30

Categorie

Generica
Viaggi
Trekking

Archivio

Marzo 2021
Febbraio 2019
Gennaio 2019
Ottobre 2018
Settembre 2018
Agosto 2018
Giugno 2018
Novembre 2017
Settembre 2017
Agosto 2017
Luglio 2017
Giugno 2017
Aprile 2017
Marzo 2017
Febbraio 2017
Novembre 2016
Ottobre 2016
Settembre 2016
Agosto 2016
Luglio 2016
Giugno 2016
Aprile 2016
Marzo 2016
Febbraio 2016
Gennaio 2016
Dicembre 2015
Novembre 2015
Ottobre 2015
Settembre 2015
Agosto 2015
Giugno 2015
Maggio 2015
Aprile 2015
Marzo 2015
Febbraio 2015
Gennaio 2015
Dicembre 2014
Novembre 2014
Ottobre 2014
Settembre 2014
Agosto 2014
Luglio 2014
Giugno 2014
Maggio 2014
Aprile 2014
Marzo 2014
Febbraio 2014
Gennaio 2014
Dicembre 2013
Novembre 2013
Ottobre 2013
Settembre 2013
Agosto 2013
Luglio 2013
Giugno 2013
Maggio 2013
Aprile 2013
Marzo 2013
Febbraio 2013
Gennaio 2013
Dicembre 2012
Novembre 2012
Ottobre 2012
Settembre 2012
Agosto 2012
Luglio 2012
Giugno 2012
Maggio 2012
Aprile 2012
Marzo 2012
Febbraio 2012
Gennaio 2012
Dicembre 2011
Novembre 2011
Ottobre 2011
Settembre 2011
Agosto 2011
Luglio 2011
Giugno 2011
Maggio 2011
Aprile 2011
Marzo 2011
Febbraio 2011
Gennaio 2011
Dicembre 2010
Novembre 2010
Ottobre 2010
Settembre 2010
Agosto 2010
Luglio 2010
Giugno 2010
Maggio 2010
Aprile 2010
Marzo 2010
Febbraio 2010
Gennaio 2010
Dicembre 2009
Novembre 2009
Ottobre 2009
Settembre 2009
Agosto 2009
Luglio 2009
Giugno 2009
Maggio 2009
Aprile 2009
Marzo 2009
Febbraio 2009
Gennaio 2009
Dicembre 2008
Novembre 2008
Ottobre 2008
Settembre 2008
Agosto 2008
Luglio 2008
Giugno 2008
Maggio 2008
Aprile 2008
Marzo 2008
Febbraio 2008
Gennaio 2008
Dicembre 2007
Novembre 2007
Ottobre 2007

BLOG
POST DEL BLOG

Vorrei vedere il blog di :

Asini,che fare
andre il 09-Ago-2008 in Generica
Qualche setimana fa, a seguito Asinodays, era nata una discussione su cosa fare per contribuire pre incrementare la popolazione degli asini da compagnia(ed altro!). Proprio in quel periodo mi sono recato ad una manifestazione di cavalli(Rodeo) in cui era prevista la partecipazione di asini per una sorte di Palio dei Rioni. E proprio prendendo spnto da quanto ho visto quel giorno ho pensato di scrivere qualcosa in merito al suddetto argomento. Ebbene l'idea che mi sono fatto qual giorno è che, partendo dal binomio asino-cavallo, nn ci sia cosa più realisticamente concreta pre la causa degli asini che sfruttare la scia di settori contigui e in quelle occasione diffondere conoscenza dell'asino. Perchè proprio quei settori contigui possono essere terreno fertile per l'incremento degli asini; pensiamo infatti a quanti anche iscritti al sito posseggono sia asini e cavalli. E' chiaro infatti che chi governa un cavallo conoscendo tutti quegli aspeti in cui un asino può essere visto più positivamente rispetto al cavallo potrebbe avvicinarsi agli asini.
Penserete che in quella manifestazione abbia fisto cose che andavano positivamente in tal senso?La risposta purtroppo è no, ma mi sono convinto che la strada che possa dare risultati concreti sia quella e che in tal senso bisogna fare opera di sensibilizzazione.
Non positivo è stato certamente l'atteggiamento discutibile degli organizzatori che sicuramente era tutto tranne che di promozione per gli asini; trattavano gli asini in modo tale che traspariva in modo evidente la non-conoscenza dell'asino(in sostanza venivano derisi e trattati come se fossero un livello inferiore rispetto al cavallo)diversamente sentendo i commenti delle persone chi dimostrava conoscenze dell'asino ne parlava in positivo e dove a volte ne è scaturito un confronto con il cavallo venivano alla luce e sfattati i soliti argomenti che costituiscono pregiudizio della figura degli asini.
Quel giorno ho pututo scambiare quattro chiacchiere con una persona che era lì intorno al recinto che accarezzaca gli asini chegli capitavano a tiro: mi ha raccontato che avendo avuto la passione di fare passeggiate a cavallo sapendo della manifestazione era giunto lì conla sua cavalla edimostrando anche conoscenza dell'asino nel colloquiare, anche in quell'occasione ne è scaturito una sorta di confronto in cui erano molti gli aspetti in favore dell'asino oltre a questo mi ha detto che aveva recentemente preso un mulo e che i suoi amici l'anno subito preso in giro, ma lui ci ha riso sopra. Penso che questo fatto sia molto emblematico di come la conoscenza ha appunto permesso di avvicinare questa persona ad un animale che diversamente non sarebbe avvenuta.Per concludere la domanda che mi pongo e vi pongo è,se a"livello istituzionale"di contatti,Raglio.com può o potra avere un peso tale da smuovere qualcosa in tal senso e se è forse utopico,e quindi non ovvio,cercare sponde dove forse c'è invece una sottile ... rivalità??!Un
fatto curioso che ho notato è che,con tanti cavalli presenti,chi non era strettamente legato alla manifestazione,era attratto da quel piccolo gruppo di5/6asini
presenti:chissà come mai?!!
Nei giorni succcessivi mentre rimuginavo l'esperienza di quella domenica altro fatto curioso;l'iscrizione al sito proprio della persona che avevo incontrato quella domenica.Ma la cosa ancora più curiosa è che prima ancora che pubblicasse una foto sua,io avevo avuto il forte presentimento che la persona appena iscritasi poteva essere proprio quella incontrata quella domenca.Oltre a contribuire a scrivere queste righe, questo anedoto mi spinge a lanciare il primo "Quiz su Ragio.com!!!...in barba all'amministratore in ferie(era in ferie quando ho incominciato a scrivere;adesso a fatto in tempo a rientrare!).Domanda:chi è la persona (che non conosco) incontrata quella domenica?.I primi due che indovinano avranno come premio in ordine di tempo Hotel pagato per il fine settimane nei giorni del raduno offerti da Elcholo e al secondo pranzo offerto sempre da elcholo.Sempre Elchol dovrà ovviamente verificare la tempistica delle risposte esatte che dovranno essere comunicate nel sito(massimo 1 risposta e sono esclusi dal quiz Raglia e l'interessato,che forse non si è accorto ancora di niente visto che non ha ancora risposto alla mail che gli ho inviato!).
Elcholo se ci sei... noo!,a questi punti temo che si farà sentire sicuramente!!!
Ciao Andrea

Commenti

In questo momento ci sono 28 commenti
Inserito da vale il 09-Ago-2008 alle 18:08:01

Moderazioni espresse: 0
nerone?
Inserito da donatella il 09-Ago-2008 alle 19:08:37

Moderazioni espresse: 0
Qua l'unico che ha un mulo famoso è Nerone!!!!!!
Inserito da pantagruele il 09-Ago-2008 alle 19:08:43

Moderazioni espresse: 0
coloro che amano trascorrere intere giornate a cavallo in campagna, di solito nutrono il massimo rispetto per le capacità dei muli, nutrendo il proprio immaginario delle loro imprese leggendarie in gare di resistenza, viaggi estenuanti e imprese belliche.
Costoro guardano gli asini con simpatia, ma non necessariamente con lo stesso rispetto (salvo asinoni utilizzabili come cavalcature).
Inserito da cannonau il 09-Ago-2008 alle 21:08:02

Moderazioni espresse: 0
Credo che mettere in competizione asini e cavalli sul medesimo uso non sia la cosa essenziale. Si, è vero, puoi sellare un asino, condurlo con il morso e, magari, farlo galoppare, o accontentarti di lunghe passeggiate al passo e al trotto. Se poi lo usi agli attacchi avrai risultati migliori (dell’uso a sella).
Sono fermamente convinto che le potenzialità dell’asino siano tutte, o quasi, nel suo ruolo di “animale sociale”, nel senso che dopo il black-out nella metà del secolo scorso (una sorta di azzeramento di 5000 anni di quotidiano sfruttamento e ripartenza su basi diverse), l’asino ci da una possibilità importante di rivedere il rapporto uomo-animale (ma anche uomo-uomo e uomo-natura), in forma paritaria o quantomeno di scambio.
Insomma, non sono più necessari i suoi muscoli e la proverbiale resistenza, la sua assoluta sottomissione all’uomo. Ciò che intriga è che ci spinge a riflettere su alcuni temi riemersi nell’attualità della crisi dei nostri modelli di convivenza. Oltre alla sua componente fisica, la forza dell’asino sta molto in quella simbolica. Dunque, più di ogni altro, animale da utilizzo in pratiche sociali.

Inserito da ragliaconnoi il 09-Ago-2008 alle 21:08:00

Moderazioni espresse: 0
Ho visto persone scendere da cavallo e dedicarsi agli asini,non ho mai visto nessuno vendere l'asino per comprare un cavallo.
L'asino è per tutta la famiglia,padre,madre,figli e nonni,il cavallo no.Bravo Andrè.
Inserito da andre il 10-Ago-2008 alle 02:08:51

Moderazioni espresse: 0
Visto che qualcuno si è dato alla macchia sarò io a dichiarare vincitrici la Vale e la Donatella del 1°Quiz di raglio.com.Tranquillo Elcholo, mi sa che sono tra le 9 che hanno risposto no per il raduno.Era tutto calcolato!
Per quello che riguarda le cose serie il succo del discorso sta tutto nel prime righe,e cioè diffondere conscenza dell'asino! e dove?specialmente se vogliamo vedere l'asino come animale da compagnia,dove più facilmente potrebbe portare ad un reale coivolgimento delle persone verso gli asini.Alcuni esempi che mi vengono in mente:una persona innamorata del proprio cavallo vorrebbe fornirli compagnia,però è indeciso per i costi.Perchè non un asino, più economico, anzichè un cavallo?
Perchè gli amici di Nerone lo hanno deriso,e poi magari lui, senza problemi di doma, si ritrova tranquillamente ha fare le passeggiate come faceva prima con la sua cavalla ormai vecchia?A voi ,che ne sapete più di me allungare la lista.
Certo se proponessimo degli asini a chi alleva cavalli da corsa troppo impegnato a doparli per raggiungere obbiettivi economici sicuramente di un asino non saprebbe che farne,ma chissa se invece questo allevatore fosse un vero amante degli animali potendolo apprezzare magari lo terrebbe anche solo per mascotte
La cosa non deve quindi essere vista come di portare l'sino sullo stesso piano del cavallo ma bensì di diffondere conoscenza in quegli ambienti.
Inserito da elcholo il 10-Ago-2008 alle 02:08:37
Nerone ha il mulo ma non credo che sia lui, troppo facile.
Non lo so?
Cmq noi asinari siamo diversi dei cavallari anche perchè gli asini sono diversi dai cavalli.
Inserito da natur284 il 10-Ago-2008 alle 05:08:15

Moderazioni espresse: 0
Scusa capo ma i due abitano ad un tiro di schioppo.Poi lo stesso Andre, proponente il quiz, ha dichiarato le vincitrici;che dubbi hai?Quando leggo un intervento,forse per la mia pragmaticità o forse per l'età,che supera le cinque righe ....... perciò chiedo:ma perchè non ci godiamo i nostri asini in santa pace senza tante elucubrazioni mentali e/o preoccupazioni sul futuro della razza?Abbiamo un orizzonte temporale,chi più chi meno , di mezzo secolo.Allora non ci sarà ,forse ,nemmeno più l'uomo ..... .Baci.
Inserito da ragliaconnoi il 10-Ago-2008 alle 12:08:18

Moderazioni espresse: 0
Ma infatti !!! Cosa stiam qui a tribolare,chi se ne sbatte dell'inquinamento,se i fiumi son delle fogne,del buco dell'ozono,chi se ne sbatte se non ci saranno più asini,l'importante è che ci siano i nostri..tanto dobbiam morire..chi se sbatte se i delfini muoiono soffocati da una sportina,ci saran dei delfini che non ci sarem più noi!!!

Ma perchè preoccuparsi per il futuro di una specie??

...alla faccia del...nick !!!
Io spero solo di aver capito male e se così fosse sono pronto a scusarmi pur non avendo offeso nessuno!!!
Inserito da donatella il 10-Ago-2008 alle 13:08:49

Moderazioni espresse: 0
Ho un'unica grande passione nella mia vita,gli animali(di qualsiasi specie siano)credo d'averla avuta in me sin dalla prima volta che ho aperto gli occhi,riesco ad interagire con loro in un modo che con gli esseri umani non mi riesce,e loro lo sentono,asini e cavalli sono diversi?Io credo di no,sono molto simili tra loro,è molto diverso il modo in cui gli uomini si approcciano a loro...a volte mi viene difficile parlare solo di uno e non dell'altro perchè li amo in egual modo,ma questa diversità di vedute l'abbiamo creata noi,uno è fiero e bello,l'altro brutto e stupido,per me sono belli in egual modo,tenuti insieme e curati allo stesso modo mi hanno dato lo stesso affetto e le stesse attenzioni,per quanto mi riguarda,non c'è stata fattoria,allevamento,agriturismo,dove non abbia trovato almeno un asinello,piccolo o grande,e non per essere destinato alla tavola,ma perchè fa fattoria,perchè chi va là la prima cosa che chiede è:- non ci sono gli asinelli?-e allora parte da noi la voglia di farli conoscere,di stimolare la curiosità in chi incontriamo,solo così possiamo far capire ad altre persone che l'asino non è più l'animale da lavoro in campagna,ma anche un amico da tenere per piacere.Questo sito ne è un esempio,io ne parlo spesso e voi non avete idea di quante persone si collegano anche solo per vedere le foto dei nostri asinelli e poi tornano e mi dicono:- ma che belli!,ma quanti ce ne sono!,ma siete tutti appassionati di asini?abbiamo letto le storie ma è tutto vero?,ma gli volete veramente bene,cavoli quasi quasi,mi vien voglia di prenderne uno!!!!!-Vedete a volte ci vuol poco e senza che noi tutti ce ne rendiamo conto,qualcosina stiamo già facendo!!!!!!
Inserito da andre il 10-Ago-2008 alle 14:08:16

Moderazioni espresse: 0
Natur mi sa che hai ragione tu,ti confesso che con questa storia degli asini non ci dormo la notte!!
Speriamo poi che il capo non mi mandi qualcuno a "prendermi"per usurpazione di potere.Speriamo che me la cavo.
Inserito da natur284 il 11-Ago-2008 alle 06:08:25

Moderazioni espresse: 0
Un giorno mi fu fatta un'intervista telefonica:il colloquio durò circa mezz'ora.In questo tempo , è un esempio,dissi le parole suora e baldracca ma senza alcun collegamento tra di loro.Il giorno successivo, sul giornale ,il cronista scrisse che io avevo detto che le suore erano tutte baldracche.Tale Teomondo Scrofalo.Cosa c'entra quello che ho detto con i delfini ,con l'inquinqmento dei fiumi,il buco dell'ozono??!!Anzi il contrario!Vorrei che qualcuno facesse fatti non pugnette!Invece solo parole ,parole ,parole......Quello che volevo dire è che , vista la situazione dei mari , dei fiumi , dei ghiacciai, della foresta amazzonica,della pesca indiscrimanata , ecc.ecc.purtroppo,siamo già al punto di non ritorno e che pertanto non importa , se mai fosse il caso, salvaguardare la specie Asino.Au revoir.
Inserito da ragliaconnoi il 11-Ago-2008 alle 09:08:02

Moderazioni espresse: 0
Sì Natur....hai ragione!
Spero che anche il giornalista si sia convinto.


Io però resto dell'opinione che si può salvaguardare la specie asinina e dobbiamo contribuire,soprattutto noi che ci riteniamo allevatori da affezione.Noi facciamo i fatti e tu il..resto!
Inserito da cannonau il 11-Ago-2008 alle 09:08:47

Moderazioni espresse: 0
Ha ragione Donatella!
Quando ho cominciato ad occuparmi di asini, abbandonando l’aspetto personale per dedicarmi alla tutela e rivalutazione di questi animali, in Italia eravamo pochi pionieri. Ho visto crescere velocemente, in pochi anni, un interesse molto vasto, una curiosità ed una simpatia che in breve tempo si è consolidata in un concetto articolato dell’addomesticazione di un animale: una richiesta di nuovo “aiuto” all’animale non umano, per le “nuove” esigenze dell’uomo, non necessariamente utilitaristico.
Ho visto stampa e tv interessarsi sempre più, nella giungla mediatica, al nuovo utilizzo di questo antico animale; gente di cavalli tramutare il sorriso sarcastico in sorriso bonario, aprire le porte delle scuderie allo scugnizzo degli equini, convertiti alla convinzione che quella compagnia possa trasmettere equilibrio ed “intelligenza”, ed anche scaltrezza, al cugino privilegiato ma “tontolone”.
Ho visto i gruppi di bambini, anche quelli più sfortunati, infoltirsi intorno ad un amico animale (di aspetto “importante”) finalmente senza una transenna di mezzo. Sempre più famiglie e anziani riprendere a passeggiare nel verde.
Insomma, un po’ di strada se ne è fatta! Qualcosa di importante siamo riusciti a creare, per questo avverto una sorta di euforia, nella consapevolezza che la nuova storia dell’asino stia prendendo forma, se ne stanno definendo i lineamenti e, soprattutto, la credibilità. Per questo provo un po’ di emozione a leggere il numero di iscritti a questa community, a vivere i progressi di altre aggregazioni.
Rendiamoci conto che stiamo tutti creando un qualcosa di importante intorno all’asino, il senso di emergenza da “scomparsa” (perdita) è forse superato (ed è già una tappa bellissima); amore, creatività, etica, conoscenza scientifica e culturale, complicità e senso di convivenza ci aiuteranno, ognuno per la propria esperienza, a segnare un buon sentiero per far crescere questa nostra passione, e noi stessi.
Inserito da vale il 11-Ago-2008 alle 10:08:24

Moderazioni espresse: 0
abbiamo dei carissimi amici in vacanza qui in barca.
ieri si sono ficcati in sei, come dei ragazzini, nella macchina del mio compagno per venire a vedere Giulio.

erano affascinati, hanno cominciato a giocarci e coccolarlo. continuavano a dire che non pensavano che un asino potesse essere un così bell'animale.
avevano un sacco di domande.

dimenticavo, l'amico che più si è divertito ha 86 anni.

gli asini fanno miracoli...
Inserito da ragliaconnoi il 11-Ago-2008 alle 14:08:20

Moderazioni espresse: 0
Penso che il merito per una così alta diffusione della conoscenza sia di Raglio.com e dell'organizzazione Asino Days. Oltre al lavoro svolto da tanti asinari come Vale o semplici appassionati come Andre.
Inserito da natur284 il 11-Ago-2008 alle 19:08:13

Moderazioni espresse: 0
Diamo a Cesare quel che è di Cesare!La prima pietra è stata la nascita dell'associazione "L'asino"tutt'ora esistente i cui fondatori si sono anche interessati al giorno dell'Asino.Poi è venuto Raglio. com e ancora dopo Asinodays.Ossequi.
Inserito da natur284 il 11-Ago-2008 alle 19:08:43

Moderazioni espresse: 0
Ma siete poi sicuri che sia tanto importante la diffusione e la salvaguardia degli Asini?Pensateci solo un momento.Parlo per me;ma se al mondo esistessero solo le mie 4 compagne cosa mi cambierebbe?A parte il fatto di scambiare qualche opinione e tanti insulti con i frequentatori di questo sito per me sarebbe ugualissimo.Dite,dite!Raglietto.
Inserito da vale il 11-Ago-2008 alle 19:08:05

Moderazioni espresse: 0
Raglia, le tue parole non possono non farmi piacere, ma io sono solo una che ha incontrato un asino nove mesi fa, e da allora ho conosciuto un MONDO meraviglioso, che cerco di condividere con gli altri e sono felice per questo.

Però ce ne sono tante di persone che….
E allora di quel “matto” di De-ragliando che dobbiamo dire???
Me ve le ricordate le foto su quella specie di carriola con un secchio rovesciato tirato da Giosué?!
Citando Elcholo…DA PAURA!!!!
Quanta strada ha fatto per portarlo bello e fiero come il sole al suo matrimonio e quanta gente avrà guardato un somarello con occhi diversi….
E poi mi sa che si sono anche divertiti!!!
È solo il primo di una lunga serie che mi viene in mente....
Inserito da ragliaconnoi il 11-Ago-2008 alle 21:08:26

Moderazioni espresse: 0
Sei il classico esempio di asinara del genere :- Sai ho un asino,mi è capitato per caso,vuoi conoscerlo?-E così arrivano i bambini,gli amici e nel sito di biciclette salta fuori un testone con le orecchie lunghe...ed è solo l'inizio!!
Inserito da vale il 12-Ago-2008 alle 00:08:34

Moderazioni espresse: 0
si, è proprio cosi, cerco sempre di divulgare le cose belle che mi capitano.
le cose importanti devono girare....si lanciano sassi negli stagni e bottiglie con i messaggi nel mare.
ma tu come fai a saperlo????

per ora sono un'apprendista asinara...chiacchierona! :-)
Inserito da cannonau il 12-Ago-2008 alle 13:08:45

Moderazioni espresse: 0
“Diamo a Cesare quel che è di Cesare!”
Si, è vero Natur, già tanto, tanto tempo fa alcuni gruppi storici di coraggiosi e singoli appassionati proponevano il ritorno dell’asino, in una forma nuova e molto bella. Alcuni li abbiamo rivisti quest’anno nella neonata Asinodays, altri (te e me compresi) in questa giovane raglio.com. E’ stato (è) un percorso molto bello. Ragliaconnoi ha vissuto solo la parte recente degli ultimi anni, non può sapere.
Ma quello che importa ora è che il popolo degli asinari, qualunque e comunque si sia aggregato, comincia ad avere una voce chiara e forte. Il merito è di tutti coloro (vecchi e giovani asinari,anime ed identità diverse) che amano l’asino.
Inserito da vale il 12-Ago-2008 alle 13:08:10

Moderazioni espresse: 0
scusate, io personalmente trovo poco interessante e pretestuosa questa "filologia" asinina e questo "who is who" del chi c'era e non c'era.
non è mica una gara, e poi non si vince niente!!!!
(anche se Andre ci ha provato a farci vincere qualcosa!)
ringrazio Raglio.com e capo elcholo per ospitarci tutti adesso nella sua grande stalla!
l'Amarcord lo lascierei ai grandi registi....
Inserito da ragliaconnoi il 12-Ago-2008 alle 13:08:54

Moderazioni espresse: 0
"Ragliaconnoi ha vissuto solo la parte recente degli ultimi anni, non può sapere"

I tuoi commenti su RagliaConNoi te li puoi tenere,nel 99 esisteva già l'AIVAM (ass.it. valorizzazione asini e muli)e "l'asino del 2000" fondata a Bologna.Se sei entrato in questo sito per fare polemica con me,hai sbagliato indirizzo.Sai bene che da 15 anni lavoro per la diffusione della conoscenza dell'asino e che la nostra attività non è "da reddito".Non molestare la tranquillità di Raglio.com.

Inserito da natur284 il 12-Ago-2008 alle 19:08:51

Moderazioni espresse: 0
"....scusate, io personalmente trovo poco interessante e pretestuosa questa "filologia" asinina e questo "who is who" del chi c'era e non c'era." E perchè non lo dici a chi ha tirato fuori l'argomento?Baci
Inserito da elcholo il 12-Ago-2008 alle 21:08:07
Raglio.com ringrazia!
Io sono per la divulgazione massima per il bene degli asini e ringrazio chi ha fatto, chi sta facendo e chi farà.
L'importante è il "modo" e la speranza è che l'ambiente rimanga libero , bello e puro.
Inserito da ragliaconnoi il 12-Ago-2008 alle 22:08:44

Moderazioni espresse: 0
Ripeto il post precedente...

Penso che il merito per una così ALTA (nel senso di tanta o molta) diffusione della conoscenza sia di Raglio.com e dell'organizzazione Asino Days. Oltre al lavoro svolto da tanti asinari come Vale o semplici appassionati come Andre.(io non faccio parte dell'organizzazione AD e non ho parlato di me,sono un "cane sciolto" e faccio quello che mi pare,quando e con chi mi pare e piace,non ho "padroni" e non ne voglio).

Forse ai lettori poco attenti è sfuggita l'ultima frase,non ha importanza se questi asinari sono o meno raggruppati in asssociazioni più o meno visibili,è più chiaro ora?
Rimane il fatto che sia Raglio.com che AD.org superano i 450 iscritti,questo è il dato importante e sono community e non associazioni,ognuno qui è libero di seguire la propria strada e di partecipare se vuole o meno ad eventi nazionali affiancandosi a chi ritiene essere in linea con le proprie idee.
Chi ha ritenuto opportuno NON aderire ad AsinoDays non lo ha fatto stop.Idem dicasi per RaglioDays.Idem per Veronacavalli.
Inserito da vale il 14-Ago-2008 alle 11:08:58

Moderazioni espresse: 0
"E così arrivano i bambini,gli amici e nel sito di biciclette salta fuori un testone con le orecchie lunghe..."

in effetti Giulio si infila ovunque, anche quando non sono io l'artefice.

la loro simpatia è contagiosa!
chissa se fosse stato un cavallo....?

http://www.sport2000bike.it/NaPA/foto.html
Se vuoi scrivere un commento sul blog devi prima fare l'autenticazione Iscriviti al sito se non l'hai ancora fatto. Clicca qui
About Us | Site Map | Privacy Policy | Contact Us | Since 27/01/2006 © 2011 Raglio
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

eXTReMe Tracker