Raglio
La community dedicata agli Asini

BLOG
di :
<< Maggio 2022 >>
L M M G V S D
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31

Categorie

Generica
Viaggi
Trekking

Archivio

Marzo 2021
Febbraio 2019
Gennaio 2019
Ottobre 2018
Settembre 2018
Agosto 2018
Giugno 2018
Novembre 2017
Settembre 2017
Agosto 2017
Luglio 2017
Giugno 2017
Aprile 2017
Marzo 2017
Febbraio 2017
Dicembre 2016
Novembre 2016
Ottobre 2016
Settembre 2016
Agosto 2016
Luglio 2016
Giugno 2016
Aprile 2016
Marzo 2016
Febbraio 2016
Gennaio 2016
Dicembre 2015
Novembre 2015
Ottobre 2015
Settembre 2015
Agosto 2015
Giugno 2015
Maggio 2015
Aprile 2015
Marzo 2015
Febbraio 2015
Gennaio 2015
Dicembre 2014
Novembre 2014
Ottobre 2014
Settembre 2014
Agosto 2014
Luglio 2014
Giugno 2014
Maggio 2014
Aprile 2014
Marzo 2014
Febbraio 2014
Gennaio 2014
Dicembre 2013
Novembre 2013
Ottobre 2013
Settembre 2013
Agosto 2013
Luglio 2013
Giugno 2013
Maggio 2013
Aprile 2013
Marzo 2013
Febbraio 2013
Gennaio 2013
Dicembre 2012
Novembre 2012
Ottobre 2012
Settembre 2012
Agosto 2012
Luglio 2012
Giugno 2012
Maggio 2012
Aprile 2012
Marzo 2012
Febbraio 2012
Gennaio 2012
Dicembre 2011
Novembre 2011
Ottobre 2011
Settembre 2011
Agosto 2011
Luglio 2011
Giugno 2011
Maggio 2011
Aprile 2011
Marzo 2011
Febbraio 2011
Gennaio 2011
Dicembre 2010
Novembre 2010
Ottobre 2010
Settembre 2010
Agosto 2010
Luglio 2010
Giugno 2010
Maggio 2010
Aprile 2010
Marzo 2010
Febbraio 2010
Gennaio 2010
Dicembre 2009
Novembre 2009
Ottobre 2009
Settembre 2009
Agosto 2009
Luglio 2009
Giugno 2009
Maggio 2009
Aprile 2009
Marzo 2009
Febbraio 2009
Gennaio 2009
Dicembre 2008
Novembre 2008
Ottobre 2008
Settembre 2008
Agosto 2008
Luglio 2008
Giugno 2008
Maggio 2008
Aprile 2008
Marzo 2008
Febbraio 2008
Gennaio 2008
Dicembre 2007
Novembre 2007
Ottobre 2007

BLOG
POST DEL BLOG

Vorrei vedere il blog di :

due scuole di pensiero
pantagruele il 24-Apr-2008 in Generica
Da piccino sono cresciuto con un gatto come compagno inseparabile, da grandicello ho preso un cane, avviato alla terza età un asino.
Con i gatti mi intendo benissimo, con i cani abbastanza(anche se il lavoro lo fanno quasi tutto loro).
Con gli asini sto cercando di imparare, anche dai consigli altrui.
Sul trattamento del vizio di morsicare mi sembra esistano due scuole:
1) sgridalo con fermezza senza diventare violento ogni volta che ci prova;
2) dagli un pugno sul muso chè smette.
Per indole ho preferito cercare di applicare la prima teoria.

Agnese cercava di mordermi e io, con tono di voce burbero, dicevo “NO!”,spingendola via.
Lei continuava a cercare di mordermi e io ripetevo “NO” alzando un braccio con fare intimidatorio.
Lei cercava nuovamente di masticarmi e io, allora, la ignoravo vistosamente allontanandomi.
Quando ritornavo, mostrando ancora indifferenza, venivo nuovamente azzannato.
E io, nuovamente, la sgridavo.
Perseverando per un mese, questa tecnica di addestramento aveva ottenuto dei risultati: ormai mi facevo mordere senza fare troppe storie :).
Un giorno, però, un morso più rabbioso e inaspettato del solito, che mi lasciò un livido del diametro di 15 cm. sulla spalla, mi fece temporaneamente abbracciare la seconda scuola di pensiero.
Mi voltai e allungai un destro alla signorina.
Avevo mirato al fascio di ciccia e muscoli sopra il collo, però, considerato che non ero un fulmine nemmeno da giovane e lei è vispa e scattante, il destro discretamente caricato la raggiunge alla mandibola.
Compie un paio di passi indietro e di lato, incrociando le anteriori , e cade in ginocchio con una espressione stupita e spaventata quanto la mia (Ohmmamma, le avrò fatto male?!).
Poi si rialza in piedi scuotendo il testone e le orecchie e si tiene alla larga per il resto della giornata.
Seguono tre giorni in cui, appena provo ad avvicinarmi a meno di 5 metri comincia a calciare a 360° che neanche Bruce Lee.
Soprattutto molto coreografici i calci laterali.
Alla fine, con offerta di cibo, comincia a riaccordarmi fiducia, ma le cose tornano normali solo quando riesce a stamparmi un morso nel braccio senza ricevere più che un rimbrotto (una sorta di vendetta per quello che era stato vissuto come un torto).

Sono pertanto giunto alla conclusione che ogni asino è un caso a sè e non esistono ricette.

Agnese, quando si tratta di punizioni corporali, le prende come un’offesa personale, per cui sono inutili.

Ho anche affinato la percezione del comportamento: quando Agnese si sente trascurata o si annoia, scarica il proprio malumore con morsi cattivi (Okkio!).
Quando è allegra (la porto fuori dal recinto o la alimento) uno o più morsetti senza stringere sono un messaggio cameratesco o anche un gesto affettuoso o una dimostrazione di interesse.

Per cui nel primo caso sto attento e negli altri cerco di limitare i danni.

Commenti

In questo momento ci sono 7 commenti
Inserito da ragliaconnoi il 25-Apr-2008 alle 13:04:11

Moderazioni espresse: 0
Attenzione ai "cazzotti".
La cartilagine del naso è delicata e il pugno di un uomo adulto può provocare lesioni o micro fratture,una "labbrata" a mano aperta è più che sufficente se veremante il caso lo richiede.Ribadisco che bisogna fare un esame di coscienza e cercare di capire il motivo di un comportamento anomalo.
Inserito da pantagruele il 25-Apr-2008 alle 14:04:29

Moderazioni espresse: 0
concordo, raglia, ammetto di essermi fatto sviare da cattivi consiglieri, ma ho fatto ammenda e sono tornato al principio di trovare un linguaggio comune e di eliminare le cause a monte.
Inserito da ragliaconnoi il 25-Apr-2008 alle 21:04:56

Moderazioni espresse: 0
Da "L'Asino,il Mulo,il Bardotto" R. Baroncini. pag.135-
....per fare smettere il vizio ci vogliono accorgimenti che possano annullare tutte le possibili cause.Quasi sempre la motivazione principale è la difesa della propria libertà.E' dimostrato che l'ambiente umano può correggere,con il tempo,questo vizio.Comunque l'uomo che si accorge di possedere un asino morsicatore non deve sentirsi defraudato di una parte dell'affetto e della fiducia riposti nel suo animale.
Inserito da donatella il 25-Apr-2008 alle 22:04:35

Moderazioni espresse: 0
Osservare,comprendere,intuire....è faticoso lo so...un asino può far le cose in due modi,con la paura e con l'affetto che lo lega a noi,io preferisco la seconda,anche se a volte ci vogliono mesi.....
Inserito da vale il 25-Apr-2008 alle 22:04:03

Moderazioni espresse: 0
"Comunque l'uomo che si accorge di possedere un asino morsicatore non deve sentirsi defraudato di una parte dell'affetto e della fiducia riposti nel suo animale"

infatti, voglio comunque bene al mio morsicatore...credo anche di essere corrisposta.
c'è tanta strada da fare insieme...
Inserito da pantagruele il 26-Apr-2008 alle 01:04:42

Moderazioni espresse: 0
"Questi non va considerato come "una persona pelosa con le grandi orecchie"ma semplicemente un quadrupede che può anche dare morsi."
Ma allora l'avete preso tutti "Il Baroncini"! (il commesso della libreria l'ha chiamato proprio così, con le maiuscole, il virgolettato ed espressione di profondo rispetto, segno indiscusso di vendite numerose e proficue).
Oggi, mentre riconducevo agnese dal pascolo al recinto, con la coda dell'occhio la vedevo allungar il collo verso la mia schiena, scoprendo i denti e tirando indietro le orecchie, appena mi voltavo raddrizzava testa e orecchie, copriva i denti e fingeva di guardare da un'altra parte.
Ma come si fa a restare seri?!?
Inserito da TEO il 26-Apr-2008 alle 13:04:05

Moderazioni espresse: 0
stessa cosa fa il Teo ed io gli dico senza girarmi.. "guarda che ti vedo.." e lui fa finta di niente e va a mordere il cavallo. Mi consolo non è prerogativa dei maschietti avere il vizio di mordere !
Se vuoi scrivere un commento sul blog devi prima fare l'autenticazione Iscriviti al sito se non l'hai ancora fatto. Clicca qui
About Us | Site Map | Privacy Policy | Contact Us | Since 27/01/2006 © 2011 Raglio
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

eXTReMe Tracker