Raglio
La community dedicata agli Asini

BLOG
di :
<< Maggio 2022 >>
L M M G V S D
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31

Categorie

Generica
Viaggi
Trekking

Archivio

Marzo 2021
Febbraio 2019
Gennaio 2019
Ottobre 2018
Settembre 2018
Agosto 2018
Giugno 2018
Novembre 2017
Settembre 2017
Agosto 2017
Luglio 2017
Giugno 2017
Aprile 2017
Marzo 2017
Febbraio 2017
Dicembre 2016
Novembre 2016
Ottobre 2016
Settembre 2016
Agosto 2016
Luglio 2016
Giugno 2016
Aprile 2016
Marzo 2016
Febbraio 2016
Gennaio 2016
Dicembre 2015
Novembre 2015
Ottobre 2015
Settembre 2015
Agosto 2015
Giugno 2015
Maggio 2015
Aprile 2015
Marzo 2015
Febbraio 2015
Gennaio 2015
Dicembre 2014
Novembre 2014
Ottobre 2014
Settembre 2014
Agosto 2014
Luglio 2014
Giugno 2014
Maggio 2014
Aprile 2014
Marzo 2014
Febbraio 2014
Gennaio 2014
Dicembre 2013
Novembre 2013
Ottobre 2013
Settembre 2013
Agosto 2013
Luglio 2013
Giugno 2013
Maggio 2013
Aprile 2013
Marzo 2013
Febbraio 2013
Gennaio 2013
Dicembre 2012
Novembre 2012
Ottobre 2012
Settembre 2012
Agosto 2012
Luglio 2012
Giugno 2012
Maggio 2012
Aprile 2012
Marzo 2012
Febbraio 2012
Gennaio 2012
Dicembre 2011
Novembre 2011
Ottobre 2011
Settembre 2011
Agosto 2011
Luglio 2011
Giugno 2011
Maggio 2011
Aprile 2011
Marzo 2011
Febbraio 2011
Gennaio 2011
Dicembre 2010
Novembre 2010
Ottobre 2010
Settembre 2010
Agosto 2010
Luglio 2010
Giugno 2010
Maggio 2010
Aprile 2010
Marzo 2010
Febbraio 2010
Gennaio 2010
Dicembre 2009
Novembre 2009
Ottobre 2009
Settembre 2009
Agosto 2009
Luglio 2009
Giugno 2009
Maggio 2009
Aprile 2009
Marzo 2009
Febbraio 2009
Gennaio 2009
Dicembre 2008
Novembre 2008
Ottobre 2008
Settembre 2008
Agosto 2008
Luglio 2008
Giugno 2008
Maggio 2008
Aprile 2008
Marzo 2008
Febbraio 2008
Gennaio 2008
Dicembre 2007
Novembre 2007
Ottobre 2007

BLOG
POST DEL BLOG

Vorrei vedere il blog di :

la grande fuga
pantagruele il 23-Apr-2008 in Generica
Un passo avanti e due indietro.
Dopo l’inedita bonomia dimostrata nel week end scorso, Agnese stasera si era mostrata un po’ irritata.
Effettivamente lunedì e martedì, causa diluvio, non l’avevo lasciata al pascolo, e ier sera mi ero potuto fermare solo un’oretta.
Così, mentre le mettevo la capezza, ha deciso di marcarmi il braccio con un altro bel morso, per poi, con stoicismo asinino, chiudere gli occhi e voltare la testa aspettandosi il meritato scappellotto.
Mentre pascolava (solito cerchio di 10 metri di diametro) ho dovuto assentarmi per un’oretta causa improvvisa chiamata di mia moglie.
Al mio ritorno vedo che ha scoperto l’unico fienile che posso permettermi: bancali sollevati da terra con mattoni su cui sono appoggiate ballette di paglia e fieno coperte da un telo di pvc pesante.
Con calma ha sfilato i cavi che tengono il telo, lo ha trascinato un po’ più in la e si è mangiata mezza balletta di medica e un terzo di balletta di paglia (ne ha anche nella mangiatoia ma quella rubata è meglio, si sa).
Si è fatto tardi e mi sembra che dovrebbe essere sazia, per cui la riporto nel recinto, le sfilo la lunghina e mi avvio al cancello.
Mentre mi giro per richiuderlo un fulmine peloso si infila nella fessura tra i battenti e si allontana al galoppo.
Sapendo che il galoppo degli asini non dura granchè, la seguo con calma, frapponendomi tra lei e gli alveari prima e lei e l’orticello poi.
“Non dura granchè”, naturalmente, può avere diversi significati.
Nel caso attuale significano 100 metri al galoppo, con varie deviazioni.
L’ultima la porta tra due filari della vigna del vicino.
Forse sarebbe meglio lasciarla stancare, ma in questo momento le vigne emettono i germogli verdi da cui dipenderà la produzione dell’anno, molto appetitosi ed altrettanto fragili, e i miei vicini hanno il grilletto facile con gli animali nocivi.
Per cui la tallono al fine di non lasciarle il tempo per brucarli.
L’unico manuale di addestramento per asini che ho reperito (di Meredith Hodges) cita: per addestrare gli asini aiuta avere uno spiccato senso dell’umorismo.
Effettivamente avessi potuto staccare biglietti per lo spettacolo del mio inseguimento avrei messo da parte un cospicuo gruzzoletto.
La bestiola, per contrastare il mio passo veloce alternato a corsa, procedeva a testa alta, alternando ambio veloce a trotto, surclassandomi decisamente.
Non ho potuto fare a meno di ammirare l’andatura: costante, veloce, con una discreta estensione, nella “pista” diritta del filare faceva un figurone:).
Ad un certo punto mi sono reso conto che la “pista” del filare terminava in un’ansa del torrente contro l’argine.
L’unica via di fuga era a destra.
Quindi ho utilizzato la mia intelligenza umana contro quella della bestia.
Ho imboccato un filare posizionato molto indietro: quando l’animale fosse giunto alla fine della sua pista sarebbe stato obbligato a dirigersi verso di me, io l’avrei bloccato di fronte e assicurato alla lunghina.
Quando Agnese mi ha visto arrivare verso l’unica via di uscita è partita a un galoppo veloce e mi è sfrecciata davanti con 30 metri di vantaggio.
Intelligenza bruta contro intelligenza umana 1 a 0.
Il vicino, dopo aver accumulato materiale per divertire un nutrito uditorio nelle lunghe sere d’inverno degli anni a venire, si offre di aiutarmi e si avvicina in sella al suo scooter, dall’altra parte Agnese si trova di fronte un trattore, con tipica logica asinina sceglie il male conosciuto, quel soggetto che la nutre e l’abbevera tutti i giorni, ovvero io e si fa assicurare la lunghina.
Dopo la solita pantomima per verificare che la mia mano sia sufficientemente salda, si fa ricondurre docilmente al recinto (a mezzo km. di distanza), con una sola esitazione al momento di superare il cancello.
Credo che il prossimo weekend dovrò cercare di farla stancare.

Commenti

In questo momento ci sono 13 commenti
Inserito da ragliaconnoi il 23-Apr-2008 alle 22:04:53

Moderazioni espresse: 0
Mi son proprio divertito,a leggere,quando succede a me un pò meno,quando vogliono son dei gran fetentoni.
Inserito da natur284 il 24-Apr-2008 alle 06:04:25

Moderazioni espresse: 0
Panta non disperare :è successo , e succede a tutti.Alcune considerazioni.Quando succedono queste cose , è quasi impossibile risolvere da soli.Il fatto di ripetere sempre lo stesso suono(fischi o parola) quando si somministra il cibo , specalmente se molto gradito, può aiutare.Devi assolutamente togliere il vizio di mordere:quando lo fa dalle un pugno,(un pugno secco non uno scapellotto) sul muso .Durante queste fughe ,otre a quelli alla vite del vicino , l'animale può generare danni ben più gravi: l'assicurazione così detta " del capo famiglia" copre anche questi.Ultima ma non meno importante, pazienza,tanta pazienza.Raglioraglio.
Inserito da donatella il 24-Apr-2008 alle 06:04:34

Moderazioni espresse: 0
Leggendo questo tuo bel racconto di "normale" vita asinesca,mi è sembrato di rivedermi,e non solo qualche anno fa,quando la scusa era la poca esperienza ma anche oggi...le stesse corse...he he he he ci fregano sempre d'altra parte 4 gambe fa più di due,che fatica!!!!!Ma quante risate!!!!
Inserito da donatella il 24-Apr-2008 alle 07:04:59

Moderazioni espresse: 0
natur284 mi stupisco di te!!Deve dargli cosa?!?!Un pugno sul naso??Se mi capiti a tiro te lo dò io un bel morso sulle mani!!!!!Tante parole sull'asino intelligente e poi gli diamo i pugni sul naso???Non esiste!!!Basta un no secco con voce dura e perentoria seguita da un gesto significativo io alzo il dito come si fa con i bambini e al massimo uno scapellottino appena accennato sul muso,sono anni che non prendo più morsi,l'asino capisce.....basta co sti pugni!!!!!E poi non prendiamolo sempre come un gesto di aggressione,tra di loro spesso per farsi i complimenti si mordono sul collo a vicenda,lo stesso vorrebbero farlo con noi.....
Inserito da vale il 24-Apr-2008 alle 09:04:35

Moderazioni espresse: 0
si chiamano sogni indotti?
giulio stanotte era scappato e correva sulla spiaggia in mezzo alle rocce, per fortuna è suonata la sveglia e ho pensato che era bello tranquillo nel recinto o nella stalla.
che nottataccia che mi hai fatto passare pantagruele!! :)
Inserito da elcholo il 24-Apr-2008 alle 10:04:00
Bravo Pantagruele!
Hai perfettamente capito lo spirito del Blog!
Complimenti mi piace tanto e mi ci sono visto nel tuo Blog
Inserito da natur284 il 24-Apr-2008 alle 12:04:52

Moderazioni espresse: 0
Si lo so che si mordono spesso tra di loro ; ma con noi la cosa è diversa.E a mali estremi , solo in questi casi , estremi rimedi.Pensa se facesse una cosa del genere con un bambino!?E a quanto dice Panta gli scappellotti non risolvono.Come già detto gli Asini non sono tutti uguali:a chi basta uno sguardo a chi nemmeno le bastonate!Quindi non temere , non sono cambiato; difendo ancora strenuamente gli asini in tutto per tutto ma con buon senso , almeno spero.Raglioraglio.
Inserito da de-ragliando il 24-Apr-2008 alle 14:04:45

Moderazioni espresse: 0
Divertente da leggere! ..sicuramente meno da vivere in prima persona.. Quando capita a me, ho un trucco infallibile: vado a prendere del pane secco e mi faccio vedere dal fuggiasco mentre lo faccio mangiare alla capra. La gelosia vince sulla voglia di avventura! Una volta però ho fallito la presa con la corda...e di istinto lo afferrai per la coda! Calci e "aria" che sembrava matto!!!

Per i morsi, concordo con natur. Mio zio mi ha raccontato che quando era piccolo, dalle sue parti un asino uccise un bimbo con un morso alla testa. Certo la colpa fu di chi doveva sorvegliare il bambino, però sono vizi da togliere, con le buone o le cattive.
Inserito da ragliaconnoi il 24-Apr-2008 alle 17:04:23

Moderazioni espresse: 0
Natur hai scritto asini con la minuscola ...Kribbioo!!!
Ad ogni modo "con le cattive" non sò se si risolve il problema,forse l'Asino ha cominciato a mordere proprio perchè è stato trattato "con le cattive" Bisogna ,secondo me, intervenire quando è puledro e poi cercare di capire perchè lo fà,solitudine ? gelosia ? vendetta ? E quando lo ha fatto una volta cercare di prevenire il comportamento e mai fidarsi con i bimbi se è recidivo.
Quando il mordere è diventato un vizio o una forma di difesa difficilmente si riesce a farlo smettere.
Inserito da natur284 il 24-Apr-2008 alle 19:04:23

Moderazioni espresse: 0
Non avevo ancora preso la decisione...!
Purtroppo è giocoforza cercare di togliere il vizio ora in quanto è adesso che si manifesta il problema indipendentemente dal passato.Mi sembra l'alternativa meno cruenta.Raglioraglio.
Inserito da vale il 24-Apr-2008 alle 19:04:16

Moderazioni espresse: 0
anche l'Asino giulio ha quel vizietto lì, non con cattiveria, però un paio di lividi li ho rimediati. due o tre schiaffetti li ha presi, ora basta la voce e il dito alzato e indietreggia, oppure cerco di distrarlo.
certo non è piacevole e rilassante, infatti mi guardo sempre le spalle!
sinceramente non so se un bel pugno potrebbe risolvere, forse si, sta di fatto che il furbacchione ha sicuramente capito che non gradisco essere morsa...ha un po' rallentato ma non desiste!!
ci vuole tempo?!...
Inserito da natur284 il 24-Apr-2008 alle 21:04:34

Moderazioni espresse: 0
Si ,il tempo giusto.Il pugno lo devi assestare immediatamente appena ricevuto il morso.Credo comunque che nei maschi sia più frequente il "vizio " di morsicare; fa parte , probabilmente ,del loro rituale di pre-accoppiamento.Infatti le mie Asine , con me , non accennano minimamente benchè le baci tutte tutti i giorni sul quel musetto peloso e vellutato.Raglioraglio.
Inserito da vale il 24-Apr-2008 alle 22:04:05

Moderazioni espresse: 0
si, ad ogni azione la reazione deve essere immediata e non in differita, altrimenti sarebbe carognaggine inefficace e gratuita.
poi determinazione, dolcezza e pazienza, almeno io provo così...
poi seguo più consigli possibili e seguo il mio istinto.
credo che ci possano essere esperienze condivise, anche se al mondo non penso che esistano due esseri viventi identici, di qualsiasi specie, forse simili!
Se vuoi scrivere un commento sul blog devi prima fare l'autenticazione Iscriviti al sito se non l'hai ancora fatto. Clicca qui
About Us | Site Map | Privacy Policy | Contact Us | Since 27/01/2006 © 2011 Raglio
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

eXTReMe Tracker