Raglio
La community dedicata agli Asini

BLOG
di :
<< Ottobre 2019 >>
L M M G V S D
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31

Categorie

Generica
Viaggi
Trekking

Archivio

Febbraio 2019
Gennaio 2019
Ottobre 2018
Settembre 2018
Agosto 2018
Giugno 2018
Novembre 2017
Settembre 2017
Agosto 2017
Luglio 2017
Giugno 2017
Aprile 2017
Marzo 2017
Febbraio 2017
Dicembre 2016
Novembre 2016
Ottobre 2016
Settembre 2016
Agosto 2016
Luglio 2016
Giugno 2016
Aprile 2016
Marzo 2016
Febbraio 2016
Gennaio 2016
Dicembre 2015
Novembre 2015
Ottobre 2015
Settembre 2015
Agosto 2015
Giugno 2015
Maggio 2015
Aprile 2015
Marzo 2015
Febbraio 2015
Gennaio 2015
Dicembre 2014
Novembre 2014
Ottobre 2014
Settembre 2014
Agosto 2014
Luglio 2014
Giugno 2014
Maggio 2014
Aprile 2014
Marzo 2014
Febbraio 2014
Gennaio 2014
Dicembre 2013
Novembre 2013
Ottobre 2013
Settembre 2013
Agosto 2013
Luglio 2013
Giugno 2013
Maggio 2013
Aprile 2013
Marzo 2013
Febbraio 2013
Gennaio 2013
Dicembre 2012
Novembre 2012
Ottobre 2012
Settembre 2012
Agosto 2012
Luglio 2012
Giugno 2012
Maggio 2012
Aprile 2012
Marzo 2012
Febbraio 2012
Gennaio 2012
Dicembre 2011
Novembre 2011
Ottobre 2011
Settembre 2011
Agosto 2011
Luglio 2011
Giugno 2011
Maggio 2011
Aprile 2011
Marzo 2011
Febbraio 2011
Gennaio 2011
Dicembre 2010
Novembre 2010
Ottobre 2010
Settembre 2010
Agosto 2010
Luglio 2010
Giugno 2010
Maggio 2010
Aprile 2010
Marzo 2010
Febbraio 2010
Gennaio 2010
Dicembre 2009
Novembre 2009
Ottobre 2009
Settembre 2009
Agosto 2009
Luglio 2009
Giugno 2009
Maggio 2009
Aprile 2009
Marzo 2009
Febbraio 2009
Gennaio 2009
Dicembre 2008
Novembre 2008
Ottobre 2008
Settembre 2008
Agosto 2008
Luglio 2008
Giugno 2008
Maggio 2008
Aprile 2008
Marzo 2008
Febbraio 2008
Gennaio 2008
Dicembre 2007
Novembre 2007
Ottobre 2007

BLOG
POST DEL BLOG

Vorrei vedere il blog di :

Racconti popolari
de-ragliando il 19-Feb-2008 in Generica
Metto di seguito due storielle trovate su un libro di racconti popolari che ho comprato ad una fiera di paese, con un asino tra i protagonisti. Buona lettura!


Il nonno il nipote ed il somaro.

Una mattina il nonno, il nipote ed il somaro partono per andare al mercato in paese.
Il nonno sull’asino e il nipote a piedi, pochi passi e il nipote inciampa, cade e si sbuccica un ginocchio. “Nonno, nonno, mi fai montare sul somaro, mi fa male il ginocchio…?” dice subito il nipotino. Il nonno capisce che è solo una scusa del nipotino per montare sul somaro, ma essendo stato bambino anche lui… “Va bene, monta sul somaro!”.
Al primo gruppo di case che incontrano sulla via, tre vecchiette vedono passare il trio e subito: “Non c’è più rispetto per noi anziani! Un vecchio con le gambe stanche a piedi e un giovane con le gambe energiche a riposarsi sull’asino! Ah, povero mondo…” Così il nonno dice al nipote: “Via per far zittire queste donnine sai che si fa? Monto anche io sul somaro…” E il cammino prosegue. Al bivio per il paese incrociano un fattore a cavallo: “Che modi son codesti? Povera bestia, in due sopra un asino!” Così il nonno scende di nuovo dal somaro e così anche il nipote…”Si scende tutt’e due, così finalmente ci lasceranno in pace!”
Invece appena entrati in paese un bottegaio sulla porta della sua bottega: “Ma vedi oggi come gira il mondo!? Le bestie invece di farle lavorare si portano a spasso…”.
Allora il nonno al nipote: “Hai capito come va nella vita? Te fai sempre come ti sembra bene, tanto come fai fai, trovi sempre chi ti critica!”


L’asino e il maiale

Agosto, poco prima del tramonto l’asino torna dal lavoro nei campi e corre nella stalla, stanco sudato e polveroso. Subito si mette a mangiare quel poco che gli tocca per cena. Dallo stalletto accanto “grunch..grunch..” fa il maiale. “Povero somaro, che vita la tua… Tutto il giorno a lavorare nei campi, sotto al sole o alla pioggia a durar fatica! Io invece sto tutto il giorno a riposarmi, mi rotolo nel fango tranquillo e beato, e dormo quanto voglio!” L’asino fa finta di non sentire, si sdraia e buonanotte.
La mattina seguente di buon’ora l’asino riparte per lavorare. Torna a sera e via a mangiare. Subito il maiale “grunch..grunch.., povero somaro, che vita la tua… Tanta fatica per mangiare quasi niente! A me invece danno da mangiare di tutto, guarda qua che bella pancia ho messo su!” L’asino di nuovo si butta a terra e si addormenta, come se non avesse neppure sentito.
Il giorno dopo è un giorno duro per l’asino, si inizia l’aratura. A sera torna stanco morto, polveroso, col mal di zoccoli e il torcicollo. E già sa che il maiale… “grunch..grunch.. Povero somaro, che vita la-“ Non gli lascia neppure finire la frase e : “Oh bellino, dai retta: ma che sei per caso lo stesso maiale dell’anno scorso te?”

Commenti

In questo momento ci sono 3 commenti
Inserito da elcholo il 19-Feb-2008 alle 20:02:20
Belle le avevo già sentite da qualche parte, però hanno sempre il loro fascino.
Riesci sempre a fare degli ottimi blog ...... Bravo!

Quella del somaro e del porco è troppo fica!
Inserito da vale il 19-Feb-2008 alle 21:02:58

Moderazioni espresse: 0
de-ragliando, sempre grande!
quella del maiale non la conscevo.
però poveri maialetti...
ad essere più sfigati dei ciuchini ce ne vuole!!
Inserito da ragliaconnoi il 19-Feb-2008 alle 22:02:44

Moderazioni espresse: 0
La prima non la conoscevo e mi piace...quella del maiale è bella,me la raccontò la mia maestra alle elementari,credo in terza...ciaoooo!!!!!
Se vuoi scrivere un commento sul blog devi prima fare l'autenticazione Iscriviti al sito se non l'hai ancora fatto. Clicca qui
About Us | Site Map | Privacy Policy | Contact Us | Since 27/01/2006 © 2011 Raglio
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

eXTReMe Tracker