Raglio
La community dedicata agli Asini

BLOG
di :
<< Settembre 2020 >>
L M M G V S D
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30

Categorie

Generica
Viaggi
Trekking

Archivio

Febbraio 2019
Gennaio 2019
Ottobre 2018
Settembre 2018
Agosto 2018
Giugno 2018
Novembre 2017
Settembre 2017
Agosto 2017
Luglio 2017
Giugno 2017
Aprile 2017
Marzo 2017
Febbraio 2017
Dicembre 2016
Novembre 2016
Ottobre 2016
Settembre 2016
Agosto 2016
Luglio 2016
Giugno 2016
Aprile 2016
Marzo 2016
Febbraio 2016
Gennaio 2016
Dicembre 2015
Novembre 2015
Ottobre 2015
Settembre 2015
Agosto 2015
Giugno 2015
Maggio 2015
Aprile 2015
Marzo 2015
Febbraio 2015
Gennaio 2015
Dicembre 2014
Novembre 2014
Ottobre 2014
Settembre 2014
Agosto 2014
Luglio 2014
Giugno 2014
Maggio 2014
Aprile 2014
Marzo 2014
Febbraio 2014
Gennaio 2014
Dicembre 2013
Novembre 2013
Ottobre 2013
Settembre 2013
Agosto 2013
Luglio 2013
Giugno 2013
Maggio 2013
Aprile 2013
Marzo 2013
Febbraio 2013
Gennaio 2013
Dicembre 2012
Novembre 2012
Ottobre 2012
Settembre 2012
Agosto 2012
Luglio 2012
Giugno 2012
Maggio 2012
Aprile 2012
Marzo 2012
Febbraio 2012
Gennaio 2012
Dicembre 2011
Novembre 2011
Ottobre 2011
Settembre 2011
Agosto 2011
Luglio 2011
Giugno 2011
Maggio 2011
Aprile 2011
Marzo 2011
Febbraio 2011
Gennaio 2011
Dicembre 2010
Novembre 2010
Ottobre 2010
Settembre 2010
Agosto 2010
Luglio 2010
Giugno 2010
Maggio 2010
Aprile 2010
Marzo 2010
Febbraio 2010
Gennaio 2010
Dicembre 2009
Novembre 2009
Ottobre 2009
Settembre 2009
Agosto 2009
Luglio 2009
Giugno 2009
Maggio 2009
Aprile 2009
Marzo 2009
Febbraio 2009
Gennaio 2009
Dicembre 2008
Novembre 2008
Ottobre 2008
Settembre 2008
Agosto 2008
Luglio 2008
Giugno 2008
Maggio 2008
Aprile 2008
Marzo 2008
Febbraio 2008
Gennaio 2008
Dicembre 2007
Novembre 2007
Ottobre 2007

BLOG
POST DEL BLOG

Vorrei vedere il blog di :

Una proposta provocatoria (ma credo utile a molti)
icaro il 16-Ott-2014 in Generica
In Italia si fanno tanti convegni, si chiacchiera tanto, si fanno corsi di avvicinamento agli asini, di trekking, pet-therapy, si danno attestati di partecipazione a pagamento, chiamando professoroni anche dall’ estero, e, magari, non si ascolta chi con l’ asino ci sta insieme facendo attività di diverso tipo da diversi anni. Sta diventando un business e chi vuole intraprendere un attività con gli asini non ha modo di avere le giuste informazioni.
Il sito di raglio.com è molto importante, con un gran numero di iscritti e tanti fra loro che hanno grande esperienza per quanto riguarda ad esempio i trekking (Mora), gli attacchi e la gestione degli asini (Raglia, Elcholo), la salute e le malattie (Spirit), la costruzione di attrezzature e cura degli zoccoli (Lakai), l’ addestramento, e chi più ne ha più ne metta…. Sarebbe utile ed interessante se raglio promuovesse un convegno pratico-teorico sulle varie esperienze dei suoi iscritti e non, e che si concretizzasse magari con un libro che potrebbe scrivere Platero…
Si potrebbe lavorare molto sulla pratica e di teoria trattare solo gli argomenti utili alla gestione dell’ asino come: cosa si intende per lavorare con gli asini, come ci si avvicina agli asini, differenze fra femmine, stalloni e castroni, il gioco dell’ amicizia, il rispetto reciproco, l’ atteggiamento del capo branco (chi sposta chi), le differenze caratteriali fra un asino e l’ altro (asino difficile, stressato, maltrattato, oppure coccolone e lento, più o meno pauroso ecc.), la giusta alimentazione e la cura degli zoccoli, capire quando l’ asino ha problemi e come intervenire. ecc.
La mattina potrebbe essere dedicata totalmente al lavoro pratico con dimostrazioni di vario genere condotte dagli asinari esperti che porteranno le attrezzature con le quali lavorano e magari anche i propri asini.
A completare le spiegazioni teoriche si potrebbe proiettare anche dei filmati a tema integrandoli con spiegazioni e commenti.
A fine “convegno”, si potrebbero raccogliere le impressioni di tutti i partecipanti da inserire poi nel libro.
Questo “convegno” non sarà a pagamento ma si può trovare una formula per la quale siano garantiti i rimborsi spese di tutti i “relatori”
La durata potrebbe essere di due giorni (sabato e domenica)
Se questa proposta fosse condivisa ci si potrebbe attivare subito per la sua realizzazione.
Roby

Commenti

In questo momento ci sono 43 commenti
Inserito da garzingo il 16-Ott-2014 alle 20:10:32

Moderazioni espresse: 0
Il discorso può essere interessante e si può approfondire. Mi piace il fatto che NON si parla di diplomi o attestati.
Un piccolo appunto:sarebbe stato più elegante se chi ha scritto questo blog ci avesse messo la propria firma, perché mi sembra, se non ricordo male di aver letto qualche cosa di simile 4 o 5 anni fa, qui su Raglio, scritto da una persona che poi si cancello'.
Inserito da elcholo il 16-Ott-2014 alle 23:10:17
Di provocatorio non ci vedo nulla , bensì conoscendoti, vedo molta voglia di sradicare vecchi taboo e desiderio di valorizzare e migliorare la gestione del nostro animale preferito l'asino.
Raglio.com nasce con questa missione , e un mio sogno è sempre stato quello di organizzare un mega raduno dove asini e asinari si incontrano per scambiare e condividere impressioni sul campo, vere , spontanee , libere e indipendenti.
Poi tornando con i piedi a terra inizio a riflettere e dire quanti di noi (ammesso che si riesca a trovare un luogo idoneo , che faccia al caso nostro, che vada bene a tutti, che sia all'altezza della situazione come strutture per i nostri asini, che ci sia del cibo a disposizione ) sono disposti a fare molti chilometri con a seguito i propri asini e stare fuori un pochino di giorni?
Chi potrebbe coprire i costi per qualche rimborso ?
Quali e quanti veterinari sarebbero disposti a tutelare il perfetto svolgimento dell'evento?
Quante persone potrebbero aiutare a organizzare un evento simile senza percepire un eurino?
Queste sono le prime domande che mi vengono in mente considerando che vado di fretta e sono stanco del giorno che ci sta per salutare.
Non voglio assolutamente smontare entusiasmo e desiderio , ma voglio chiarire un mio punto di vista, le cose vanno fatte nel miglior modo possibile in maniera aperta e trasparente questo perché inevitabilmente è possibile che alla fine si ottenga un buon risultato senza debiti , litigi e delusioni (nei limite del possibile)
Il dibattito rimane aperto ...............
Inserito da garzingo il 17-Ott-2014 alle 01:10:07

Moderazioni espresse: 0
esatto,Capo!questo è,con altre parole più erudite il mio pensiero. Lo stesso pensiero che mi spinse ad iscrivermi tanti anni fa,tempo ne è passato,ma la testa è sempre quella,sono pulito,voglio stare in un posto pulito.Però ora come allora, le difficoltà sono sempre le stesse e le hai elencate in modo molto esplicito e temo che come allora o si risolve in un raduno(20/30 persone,+0- sempre le stesse) o rimane un bel sogno.Non credo sia possibile realizzare un altro"Asino days",occorrono strutture e tanti soldi e quando cerchi di andare nelle tasche della gente ti trovi con tanta nebbia.
Un saggio una volta disse"si è giovani finchè si riesce a sognare" Fortunato te perchè a volte i sogni si avverano....chissà..
...e poi,una risposta alle idee di "Roby" c'è già,se qualcuno avesse voglia e capacità di mettersi a sfogliare "RAGLIO.com" e mettere in ordine tutto quello che è stato scritto,foto,filmati,dati tecnici e veterinari,viene fuori una mezza enciclopedia,perchè,specilamente i primi anni è stao scritto veramente tanto perchè c'era tanta curiosità ed ignoranza(letterale) e c'era chi con molta esperienza dava risposte e consigli.Solo che sono tutti in ordine sparso e la maggior parte senza neanche titolo appropriato ai vari temi o inseriti in mezzo ad altre discussioni,per cui andare a rintracciarli diventa un'impresa.
Inserito da dentista il 17-Ott-2014 alle 04:10:34

Moderazioni espresse: 0
Io metto gratuitamente a disposizione le mie competenze tecniche per la logistica e i servizi di cambusa.
Inserito da francescosid il 17-Ott-2014 alle 08:10:36

Moderazioni espresse: 0
Penso questo, Raglio. com potrebbe far diventare il Raduno un evento intorno all'Asino ruotano un sacco di iniziative ed attività , professionali e di volontariato, difficile secondo me in una volta ed in una giornata parlare di tutto a meno di non fare un'infarinatura che ormai serve a poco.
Darei un titolo al Raduno ( tipo il trekking, l'attività di animazione, l'attività terapeutica, la vetrinaria.... eccc ) e lavorerei seriamente e con competenza su quello, poi chiaramente l'incontro si svilupperebbe con le nostre modalità.
Rispetto a spostare gli asini, non so , io non lo farei, complica molto la logistica e non ne vedo l'utilità , per la parte pratica chiaramente l'evento si farebbe dove gli asini ci sono ..

Bravo Roby
Inserito da bruno il 17-Ott-2014 alle 18:10:20

Moderazioni espresse: 0
L'iniziativa sarebbe molto bella ed interessante. Forse difficile da realizzare in grande ma anche con 20 o 30 persone decidendo una quota di partecipazione per ognuno, limitata alla copertura delle spese, forse si riuscirebbe a coprire un minimo di rimborsi per i relatori, poi se anche i relatori, come consigliato da Roby, fanno parte di Raglio.com, essendoci tra noi molte persone competenti, non credo che lo farebbero per guadagnarci sù ma solo per l'amore per l'asino e per il piacere di organizzare l'evento...e questo, se publicizzato, potrebbe essere solo l'inizio per un'apertura ad eventi successivi, e maggiori, di Raglio.com.
Inserito da icaro il 17-Ott-2014 alle 21:10:59

Moderazioni espresse: 0
Non ho capito a chi si riferisca Garzingo( non mettere la propria firma), mi sembrava sottinteso che l'ho sritto io e firmato.Siamo disponibili con tutte le nostre attrezzature per questo evento, il maneggio il bosco per il treccking ecc.. gli asini ci sono di tutti i tipi, si prova anche i muli.Capisco che portare i propri asini diventa un costo in piu', qui non manca nulla, l'essenziale è prepararlo per tempo e gli asinari che lo vogliono ci aiutino a organizzarlo Non. è obbligatorio chiamare Il veterinario lo psicologo ecc.. se per caso voglio venire per curiosita' si fanno pagare .se si fa' in primavera o in autunno si puo' portare tende o camper o in agriturismo a 500mt con sala convegni a prezzi molto convenienti.C'è l'alta velocita' a Firenze e treni ogni ora che arrivano aS.Giovanni, noi siamo a 4 Kl il pus dalla stazione ferma davanti al ranch.Insomma ci sono diverse possibilita', per il mangiare non c'è problema ci sono mille varianti, l'essenziale è volerlo io ci sto' basta fare un programma serio gli asinari di raglio si impegnano a dare una mano.Non è il primo raduno ,tanto ma tanto tempo fa si organizzo' il primo raduno di asinari forse in Italia, mettero' una foto cosi potete vedere la gente che c'era anche se ci fu un po di confusione ma io parlo d'organizzazione che fu perfetta.Facilmente ai partecipanti costa meno dell'ultimo convegno.Un altra cosa per rassicurare Elcholo delle sue tante paure e seghe mentali.Quando avevamo i cavalli organizzammo con la FISE due anni consecutivi due corse di fondo una di 3o kl l'altra di 50kl per il titolo italiano con la partecipazione di una quarantina di cavalieri da tutt'Italia e il loro seguito,con diversi veterinari, cronometristi ecc.oltre a segnare il percorso dovemmo preparare anche poste per cavalli e tutta la logistica l'o scritto non perche' dimostri che sia bravo ma per far capire che con la passione, il tempo il posto l'esperienza non c'è nessun problema.Non essendoci Bisnes con relativi costi di professoroni la spesa diventa sostenibile per tutti
Inserito da lakai il 17-Ott-2014 alle 21:10:50

Moderazioni espresse: 0
Trovo l’ iniziativa molto allettante, UN ULTRA RADUNO DI RAGLIO.COM! sarebbe veramente da sperarci (ultra non tanto nel senso della partecipazione di tantissimi, ma nel senso della grande importanza ed interesse) sarebbe bello poter ri-incontrare chi si è già conosciuto e conoscere altri, spero che stavolta i miei incasinamenti mi lascino finalmente in pace per l’occasione speciale. Ho sempre detto che questo sito è un’enciclopedia, ci si trovano cose che nessun libro riporta, che nessuno ti dice, cose vissute, sofferte, godute, credo che lo spirito sia sempre proprio quello in cui ognuno nel suo seppur piccolo s’ impegni per aiutare a mandare avanti come fino ad ora si è fatto e provare a risolvere qualche dubbio a se ed a qualcun altro,
senza pretesa d’insegnare, ma solo cercando di capire insieme e se possibile trasmettere qualcosa. Icaro appoggio la tua idea, ringrazio per la considerazione e la fiducia anche se credo che mi abbia un po’ (forse troppo) sopravalutato.
Inserito da elcholo il 17-Ott-2014 alle 23:10:06
x Icaro
I due obiettivi personali finali sono diversi.
Io ho in mente tutta un'altra cosa.
Il tuo raduno obiettivo è molto simile a quello che abbiamo già fatto da voi 3 anni fa.

Inserito da icaro il 18-Ott-2014 alle 02:10:52

Moderazioni espresse: 0
L'ai letto bene il blog, rileggilo scherzi o fai sul serio.I raduni di raglio sono un incontro fra amici asinari per conoscersi di persona parlare del piu' e del meno e principalmente mangiare,Questo dovrebbe essere un convegno di persone che stanno con gli asini,stanno sul pezzo ,i relatori dovrebbero essere quelli con piu' esperienza per spiegare le difficolta' e i problemi di chi è alle prime armi conoscere finalmente l'asino.Farebbe bene anche al sito per fare un salto di qualita' che ne ha bisogno.Ho proposto il ranch non per visibilita' o obbiettivi personali (allora non mi conosci bene) perchè mi sembrava un posto adatto con costi al minimo e basta vedo le tue perplessita'e forse quello che hai in mente non lo realizzerai mai per i costi.Se ai paura a chiamarlo convegno perchè non ci sono docenti lo potevi chiamare in un altro modo,riguardo al posto se c'era qualche problema lo potevi fare in qualsiasi altro posto anche a casa tua.Se credi che ha sponsorizzare i convegni con tanti ma tanti docenti Raglio diventi piu' famoso di auguro di avere piu' fortuna , va bene cosi' amici piu' di prima roby
Inserito da francescosid il 18-Ott-2014 alle 09:10:12

Moderazioni espresse: 0
...Che bello gli animi si scaldano, c'è voglia di fare, incanaliamo tutta l'energia in positività.

Roby: secondo me , dentro Raglio. com alcuni aspetti li possiamo arrivare a sviscerare ed analizzare con le nostre ( tue e di altri) competenzein modo assolutamente proprio super

Sulla gestione dell' asino, sull'addestramento, sulle tecniche di relazione , sull'attrezzatura e su altro ancora....

Vi sono altri aspetti , importanti e che fanno entrare in relazione altre figure che sono altrettanto importanti ma su cui non vedo per'ora tutta questa competenza
Per spiegarmi meglio
torno al convegno di Biella:

Il centro era la terapia assistita con gli asini, metà delle esperienze erano su questo aspetto ( chiamiamola onoterapia con disabili) .
bene nessuno degli interventi ha spostato di un passo la mia conoscenza rispetto a queste domande:

Con quali patologie umane l'onoterapia ha sicuramente effetto.

Quando è più giusto fare onoterapia piuttosto che un altra pet terapy / ma vi sono differenze fra 'onoterapia e le altre pet terpie.

Come referente sanitario è meglio avere un medico o uno psicologo?
.........
E potrei continuare ancora per molto.
Del rapporto con l'asino e noi sappiamo molto, o abbastanza, della capacità di "usare" l'asino come strumento di benessere per altre persone secondo me sappiamo poco,
Ho fatto l'esempio della disabilità, ma ci sono esperienze con il disagio mentale, noi e tanti altri lavoriamo , con i minori "difficili",

su "come " e " cosa" fare con gli asini le competenze le vedo.
Sul "perchè" vedo più difficoltà.

Spero che i corsi a pagamento o no fatti da chi ruotava intorno al convegno servano principalmente a questo, lo spero davvero, quello che ho visto è che forse er difficile trasmetterlo..
Rispetto alla presenza di Raglio al convegno sei stato ingiusto, il Capo ha trasmesso tutta la leggerezza che Raglio riesce a dare a chi entra qui dentro, ma come ho detto prima un po' di inc...è il pepe della discussione.


Inserito da elcholo il 18-Ott-2014 alle 10:10:32
Piccole puntualizzazioni.
Sul tuo/vostro operare non voglio più parlare. So benissimo chi siete. Cosa fate e come lo fate. Quindi massima trasparenza e massima considerazione.
Tirando in ballo persone della community. Ti sei chiesto se sarebbero disposti ad elevarsi a relatori/insegnanti?
Ricevo molte richieste su location di dove organizzare raduni o incontri.
Di questo ne devo tenere atto.
Quante persone di noi sono disposte a dire qualcosa?
Ad insegnare?
Magari "utilizzando" asini di altri perché non ha portato il suo asino.
La stessa cosa per le attrezzature.
Quante persone extra competenti troviamo da portare per aprire orizzonti su nuove tematiche?
Quante persone sono disposte a fare tanto per niente {euro}.
Considerando la totale assenza di tempo libero di molti.
Detto questo io sono aperto a tutto ma mi serve qualcosa su cui lavorare.
Non voglio smontare ma rimango realista.
Sono a lavoro, mi sono perso e sicuramente volevo aggiungere altre considerazioni.
Una cosa é certa Raglio.com é grande é può fare ancora molto

Inserito da heidiepeter il 18-Ott-2014 alle 10:10:16

Moderazioni espresse: 0
Proposta HP:
- Come primo passo forse sarebbe opportuno di fare un indice dei capitoli da trattare, - ne avevo mandato un esempio tempo fa ad Elcholo - da dare una struttura di base su cui lavorare.

-mettere insieme n team di tre, quattro o quante bisogno persone che magari suddividendo i capitoli tra di loro, tirano insieme i fili (collaborando via mail, skype, telefono e incontrandosi)

- un elenco di "Iscritti" che scrivono i
testi a secondo il loro saper e indirizzato al capitolo in questione

- Lettori, supervisiori (Elcholo)
- Mediatori per la pubblicazione
- Finaziario ? ma non scordiamoci che é a fin di bene degli asini
- Incaricati immagini, copertina ect, poi magari scelte a votazioni

E' un progetto a lunga scadenza e chi vuole partecipare dovrebbe forse calcolare i tempi che può metter a disposizione
Inserito da Spirit il 19-Ott-2014 alle 09:10:54

Moderazioni espresse: 0
boh... l'idea mi piace.
Ma concordo con Elcholo sulle difficoltà organizzative dell'evento, soprattutto a far combaciare la pratica (come dice Icaro) e i particolari, le informazione specifiche (come chiede e ha fatto notare giustamente Francescosid).

Mi viene in mente una via di mezzo: "Itinerario culturale Raglio.com 2015".

I punti fondamentali sarebbero:
1)) 5, 10, 12 relazioni, fatte da volontari, ognuno magari ne può fare anche più di una (penso ad Icaro per esempio), con una data con l'aspetto pratico, se previsto dalla relazione (alcune relazioni magari non lo prevedono), con luogo, data e costi della giornata, e un pdf con le informazioni della relazioni, fruibili gratuitamente dal sito (magari si può prevedere anche un questionario a crocette finale di 10 domande per far verificare all'utente se in effetti c'ha capito qualcosa).

2)) Le relazioni sono volontarie (ciò uno di noi si propone), così evitiamo che uno si senta in obbligo o imbarazzato a farle, e possono riguardare anche esperienze personali su uno speficio aspetto (mi viene in mente, per Bruno: "Esperienze personali di difficile gestione di un asino intero e
approccio corretto ad un giovane puledro"... per esempio), o "Esperienze personali di gestione di un'attività per bambini e scuole" (frasid, progetto ettaro)

3)) ogni relazione può prevedere un aspetto pratico (con luogo e data e costi, per chi vuole partecipare in pratica), per esempio Cavriglia, 9 aprile 2015, costo 30 euro a testa, e un pdf (eventualmente anche video in aggiunta su you tube) a fruizione gratuita con dei contatori che verificano o ci fanno capire l'effettiva fruibilità del corso, o relazione: pratica (15 persone), pdf (120).

4)) Le parole "itinerario culturale" anziche "didattico", e aggiungere nel titolo "Esperienze personali" può alleggerire le responsabilità di relatori che magari non si sentono all'altezza di esserlo, mettendo comunque a fruizione importanti concetti o comunque particolari che meritano di essere messi in luce.

5)) Mettere luoghi di pratica può permettere a chi vuole di fare esperienze pratiche e a chi non può di fuire comunque le nozioni via etere (con i pdf), a Cavriglia dagli Icari, ma, perchè no, "Nozioni di geriatria e gestione di un asino anziano" a Lesvos in Grecia, "Preparare un trekking e piccolo trekking di un giorno di prova" a Grigioni in Svizzera, ecc.... magari non ci andrà nessuno, e allora ci sarà il pdf, magari qualcuno avrà voglia di fare 500 km per una esperienza così particolare.

Sono idee.

I concetti di base saranno evorrebbero essere la volontarietà della relazione (nessuno si senta obbligato di farla), la volontarietà dell'aspetto pratico (e comuqnue l'importanza dello stesso, che è un evento unico che magari vale più di mille pagine di pdf dello stesso concetto), il concentrarsi su particolari e non su cose generiche già fritte e rifritte, la fruibilità comunque gratuita via internet tramite raglio.com, l'aspetto dei contatori inoltre ci può far verificare in quanti in effetti si sono interessati, ed essendo via internet il numero sarà di sicuro abbastanza alto (più di 20 almeno), l'aspetto di itinerario permette di distribuire gli eventi nel corso dell'anno per permettere alla gente di organizzarsi un giorno (al massimo due, focalizzati su un unico aspetto).

...................
Inserito da heidiepeter il 19-Ott-2014 alle 12:10:30

Moderazioni espresse: 0
Bravo Spirit, siamo poi in fase "brain storming" ossi buttare fuori tutte le idee che si hanno.

Qcm, mi pare che stiamo parlando di tre progetti:

1. Dei simposi, convegni, pratica, incontri professionali

2. Un libro

3. I raduni raglio.com come tenuti da anni per dare la possibilità di conoscersi personalmente, non solo virtualmente, legato al mangiar, bere, chiacchierare, divertirsi, darsi la mano e guardarsi negli occhi.

Cose che - come a tenere un asino, é cosa a lungo termine
Inserito da dentista il 19-Ott-2014 alle 16:10:23

Moderazioni espresse: 0
Il libro è già fatto a metà... se recuperiamo gli articoli di veterinaria del 2006-2009---

conservati negli archivi di El Chol e in raglio.com...
Inserito da dentista il 19-Ott-2014 alle 16:10:27

Moderazioni espresse: 0
I filmini di TIZIANA del ranchMARGHERITA sonopreziosizzimi !!!

Io posso anche mettere in funzione la teleCAMERA col nuovo TREPPIEDE e con lo ZOOM (ottico+digitale) che a ROBI ha interessato molto x la HQ !!!
Inserito da icaro il 19-Ott-2014 alle 19:10:15

Moderazioni espresse: 0
Ragazzi si puo' fare, vedo con piacere che c'è aspettativa ci vuole tempo per preparare l'evento, non ci vogliono tanta persone ma poche e con voglia e un po di competenza e in raglio ce ne sono Elcholo come capo dovresti cominciare a contattare quelli che volontariamente ci stanno, e vedo che ci sono con idee e proposte valide per poi partire col piede giusto.Non ci vogliono tanti soldi,credimi non dobbiamo pagare docenti ho un po di esperienza per queste cose ci posso mettere anche la faccia. Raglio ha una potenzialita'di iscritti che credo sia il piu' grande in italia e oltre per competenza.Forse è meglio utilizzare gli asini degli altri che non vederne nemmeno uno.poter vedere cose dal vivo interessanti come prendere un asino bene addestrato darlo a gestire ad un asinaro alle prime armi e vedere se lo gestisce avvicinarsi ad asini diversi come carattere e capire le reazioni toccare l'asino non leggerlo sui libri o parlarne in convegni lo so che mi ripeto forse è un mio vizio.Era sott'inteso comuncue tengo a precisare che non pretendo assolutamente un euro
Inserito da elcholo il 20-Ott-2014 alle 22:10:15
Voglio pensare per arrivare a qualche iniziale conclusione
Inserito da dentista il 21-Ott-2014 alle 03:10:07

Moderazioni espresse: 0
Mentre Elcholo pensa...
a FIERACAVALLI DI VERONA nella mattinata di venerdì 7 novembre 2014 è in programma un convegno del Centro di Riferimento Nazionale (la pet therapy dell'anno scorso lo facevano con gli uccelli e iprincipali attori erano i PAPPAGALLI !!!)... con gli amici e colleghi universitari di Padova e Verona mi son proprio divertito...
Inserito da dentista il 23-Ott-2014 alle 04:10:13

Moderazioni espresse: 0
Io negli archivi di casa detengo materiale fotografico e cinematografico su nastro SD e VHS e filmini ferrania 8 in bianco e nero e super8; da qualche mese con una nuova camera CANON HD la vita mi si è ulteriormente complicata perhè un video di qualche minuto ora impegna un bel po' di GIGA su disco fisso!!!

BLOG gestito da Elcholo e collaboratori
+ video di IHARO che parla ai ragazzini e lavora
+ carta stampata (PLATERO e signore svizzere)
+FOTO e SELFISH che oggi scattano tutti

Questi muli del mio paese, per esempio, io li metterei assieme a quelli di TIZIANA-CRISTIANA DEL RANCHmargherita...

https://www.youtube.com/watch?v=_iFqEd8-xFU
Inserito da platero il 26-Ott-2014 alle 15:10:37

Moderazioni espresse: 0
Un conto è la "proposta provocatoria" di Icaro, altro è attribuire compiti, ruoli e mansioni a questo e quello, come se fosse cosa fatta. C'è il detto che non si fanno i conti senza l'oste. Su questo argomento non mi sono espressa, quando e se lo farò la mia posizione sarà chiara e palese. Per ora gradirei non esser "tirata in ballo".
Grazie e scusate per il chiarimento.
Inserito da heidiepeter il 26-Ott-2014 alle 21:10:43

Moderazioni espresse: 0
Va beh, si buttano giu Idee e proposte, così inizia ogni progetto.
Niente conti fatti e imperativi
Inserito da biondo il 28-Ott-2014 alle 18:10:28

Moderazioni espresse: 0
caro robi hai fatto come solito un ottima considerazione noi stiamo cercando di rifare asiniinriderva come gia' sai ci frena la burocrazia, ma non ci diamo per vinti e il tuo potrebbe essre lo spunto giusto per ripartire ciao da tutti noi del DOTTOR PUMBA
Inserito da dentista il 05-Nov-2014 alle 02:11:51

Moderazioni espresse: 0
Nel 2004-2006 molti asinari erano partiti con grandi progetti e grandi entusiasmi; anche noi friulani con gli amici di TOTO' e VASULMUS abbiamo avuto una storia di alti e bassi... e non è facile per gli asinari far fronte alla attuale crisi economica con costi sempre maggiori (fieno, veterinario, medicine).
Noi comunque continuiamo a lavorare al di qua eal di là del fiume TAGLIAMENTO che separa le province di UDINE E PORDENONE e cerchiamo di fare del ns meglio !!!
Inserito da diadorim il 17-Nov-2014 alle 10:11:35

Moderazioni espresse: 0
ciao a tutti, mi intrometto in questa discussione anche se sono nuovo qui in Raglio; abbiamo solo 2 asini e solo dal 17 aprile, prima di acquistarli siamo stati 3 giorni da "Icaro", bellissimo ed ora tutto il tempo "libero" che abbiamo lo dedichiamo ai nostri 2 ragazzi romagnoli. Mia moglie ed io verremo certamente ad un raduno, perchè in questa community ci sentiamo un poco in una famiglia, buona, e sappiamo di aver molto da imparare. Mi sento di lanciare la provocazione di fare di Raglio un'associazione alla quale si può aderire come socio con una piccola quota anche simbolica di soli 5 €, ci sono oltre 2000 iscritti... questo permetterebbe di organizzare eventi annuali e di PAGARE i relatori/formatori e magari anche in parte le spese dei partecipanti. Sono convinto che essere "rimborsati" economicamente dell'impegno messo, non sia un male, anzi. Per quanto riguarda gli attestati, credo che anche questi abbiano la loro importanza di fronte ad enti etc. per cui costituita un'associazione ci vuole pochissimo a produrre un pezzo di carta. Sono una guida dell'AIGAE (associazione riconosciuta) e partecipo molto poco alla vita associativa, non mi vergogno a dirlo, ma per esempio "sfrutto" le possibilità offerte dai grandi numeri circa l'assicurazione ed una visibilità accresciuta, così come la qualità alla quale l'associazione tiene. Non fraintendetemi, non parlo di business, ma di opportunità e di organizzazione. Vado dai miei ragazzi... ciao, Diadorim
Inserito da platero il 17-Nov-2014 alle 13:11:28

Moderazioni espresse: 0
cito da qua sopra:
"Per quanto riguarda gli attestati, credo che anche questi abbiano la loro importanza di fronte ad enti etc. per cui costituita un'associazione ci vuole pochissimo a produrre un pezzo di carta. "
Ok, ma il valore del tuo "pezzo di carta" deve essere riconosciuto da qualcuno. Altrimenti... vale poco.
Inserito da diadorim il 17-Nov-2014 alle 15:11:08

Moderazioni espresse: 0
si si, concordo, l'associazione può essere "riconosciuta" dalla Provincia (o altro ente sostitutivo), poi per quanto riguarda il prestigio e l'effettivo valore, penso che Raglio non avrebbe problemi. Questi sono passaggi abbastanza semplici, più arduo sarebbe farlo riconoscere da un ministero.
Inserito da platero il 17-Nov-2014 alle 17:11:50

Moderazioni espresse: 0
Scusami ma ancora non ho capito che cosa dovrebbe attestare, l'attestato.
Inserito da garzingo il 18-Nov-2014 alle 23:11:44

Moderazioni espresse: 0
Si, una bella associazione di iscritti a Raglio che ti versano 5 euri cadauno! A quanto pensi di arrivare? Se sei fortunato arrivi a 100 euri! Che ci fai con 100 euri? Ci stampi il pezzo di carta!
Credo che pensi male! Un pezzo di carta pagato 5 euri che per valorizzarlo deve ricorrere al prestigio di "RAGLIO . com".... forse è meglio se leggi un po di quello che è scritto da tutte le parti. Raglio.com è un sito pulito frequentato da gente pulita.Se vuoi fare una Tua associazione per arrivare ad un pezzo di carta, liberissimo! Ma lascia fuori "RAGLIO.com"!
Inserito da garzingo il 18-Nov-2014 alle 23:11:41

Moderazioni espresse: 0
Se "RAGLIO.com" è arrivato fino qui dopo tanti anni, ed è forse l'unico sito di asinari ancora attivo, lo deve al fatto di essere stato frequentato da gente pulita e ad aver sempre lasciato fuori i soldi, la polica e le varie associazioni che di quando in quando si presentavano più o meno nascoste.
Inserito da platero il 18-Nov-2014 alle 23:11:41

Moderazioni espresse: 0
Wow Garzingo: che succede? perchè reagisci con tale veemenza? Anche a me quella proposta non sembrava una gran bella idea, però io non ci vedevo "dolo" o doppio fine.
Boh, forse mi è sfuggito qualcosa.
Inserito da bruno il 19-Nov-2014 alle 02:11:54

Moderazioni espresse: 0
Capisco la reazione di Garzingo, e la condivido, ma non penso che diadorim abbia cattivi scopi, penso si sia solo fatto prendere dall'euforia di far qualcosa insieme ad altri asinari.
Personalmente già non credo agli attestati e, se è addirittura così semplice ottenerli, questa cosa conferma il mio pensiero.
Inserito da diadorim il 19-Nov-2014 alle 07:11:01

Moderazioni espresse: 0
mah, faccio parte di 3 associazioni e la vedo diversamente, comunque chiedo scusa, non era mia intenzione offendere nessuno e di certo poche parole scritte qui non screditano Raglio ne nessuno che vi partecipi, anche perchè esprimono solo il pensiero dell'ultimo arrivato (che sono io). ciao a tutti, Diadorim
Inserito da Bicmak il 19-Nov-2014 alle 08:11:20

Moderazioni espresse: 0
Nemmeno io vedo nella proposta qualcosa di offensivo. Però la ritengo impraticabile, oltre che per il bassissimo numero di adesioni che otterrebbe, soprattutto per motivi amministrativi e fiscali.
Ognuno di noi ha altre attività, più o meno faticose, che ci servono per campare e anche per mantenere i nostri asini: nessuno credo sarebbe disposto a sobbarcarsi un'altra attivitá, un altro lavoro, per poi trasformare Raglio in qualcosa di diverso da quello che è e che a tutti noi piace.
Putroppo in Italia ti fanno passare la voglia e l'iniziativa...
Inserito da Spirit il 19-Nov-2014 alle 08:11:42

Moderazioni espresse: 0
secondo me c'è un po' di confusione sulla questione.

un conto è voler fare un corso che dà un "ATTESTATO" con valore burocratico, magari certificato ISO o che ne so io, pagato fior di quattrini solo perché c'è l' "attestazione".

Un conto è il concetto di CONDIVISIONE. Non credo che un itinerario culturale, dove alcuni di noi, volontariamente, scrivono un pdf (che leggo volentieri, ma come molti di voi credo, fra un impegno e l'altro non mi metto mai a fare,...) o se alcuni di noi organizzano una giornata, gratuita o con un minimo rimborso spese (fate quello che volete a me basta che ci sia una bottiglia di vino), sia negativo. Pezzo di carta o no chissenefrega, a me comunque un attestatino piace, così come Lorenzo (che ha 6 anni) alla Città dei Bambini di Porretta Terme l'ha preso di "Soccorritore di Ambulanza" o a Bologna lo prese di "Pompiere", o di "Ciclista esperto". E' un ricordo di un'eperienza di crescita culturale, per quanto mi riguarda, e non una riga da curriculum, quindi non ci vedo niente di male a coronare un percorso di condivisione con un pezzo di carta dal nullo valore tecnico.
Inserito da Spirit il 19-Nov-2014 alle 08:11:18

Moderazioni espresse: 0
E' vero, su raglio c'è già molto, forse c'è già tutto quel che si può dire...
Anche nelle biblioteche o su internet si può trovare di tutto.

Il concetto di itinerario è mettere insieme 10-12 pdf su argomenti, fruibili gratuitamente dagli utenti di raglio, per focalizzarsi su alcuni concetti o esperienze, come del resto si sta già facendo, ma più incentrato su approfondimenti culturali, mentre raglio, si sa, oltre a questo è un grande bar dove si parla di tutto ciò che ruota attorno agli asini, e volte questo è un po' dispersivo, anche se a me piace molto così com'è... :-) ciao a tutti
Inserito da platero il 19-Nov-2014 alle 08:11:54

Moderazioni espresse: 0
Elcholo, come mai i post, che si susseguono in sequenza temporale, nel caso di Spirit (ultimi due post qua sopra) non seguono tale criterio? 08:11:42 e in seguito 08:11:18 ?
Inserito da garzingo il 19-Nov-2014 alle 15:11:40

Moderazioni espresse: 0
Platero, visto i post di chi ha scritto dopo di me, ha usato senzaltro un altro linguaggio, sarà che io uso la motosega e non so fare lunghi discorsi, ma mi sembra che il concetto sia quello, non ci vedo questa veemenza. C'era qualche cosa che non condivido e l'ho detto. Il fatto che sia l'ultimo arrivato, lo pone esattamente nella situazione di tutti gli altri, se scrive qualche cosa si espone al rischio di incontrare chi non condivide e glielo dice senza che per questo debba sentirsi discriminato perché ultimo. Anzi, ben vengano i nuovi che portano una ventata di ottimismo e smuovono un po il torpore!
Inserito da francescosid il 19-Nov-2014 alle 16:11:22

Moderazioni espresse: 0
Forse il titolo di Icaro proposta provocatoria ci da la possibilità di continuare qui....

L'idea di una quota d'iscrizione a Raglio mi trova daccordo in linea di principio.
( ma io seguo solo questa comunità su internet, forse diventa un problema per chi ne segue tante).
Questo perchè la storia del sito e del Capo danno di per sè delle garanzie sul buon uso del denaro .
però: se uno si avvicina ad internet per gli asini e Raglio gli chiede 5 miseri euri secondo me cerca subito un sito free..( io neofita farei così).
Se invece la sottoscrizione è libera i duemila di Raglio diventano come per incanto 20, si torna ai 100 euri già detti.

Attestati: la proposta era di creare un 'associazione riconosciuta che possa attestare i corsi che fa?
Inserito da elcholo il 20-Nov-2014 alle 07:11:03
I soldi?
Poi magicamente si inizia a pretendere e buonanotte ai suonatori.


Inserito da francescosid il 20-Nov-2014 alle 11:11:06

Moderazioni espresse: 0
....noi pretendiamo già moltissimo però! soldi o no.
Inserito da dentista il 21-Nov-2014 alle 06:11:05

Moderazioni espresse: 0
Parlare di soldi in tempo di crisi... IO LASCIEREI PASSARE QUALCHE ANNO X QS PROGETTO DI BLOG A PAGAMENTO!
Siamo in pochi e spesso mancano i relatori... il blog avrebbe bisogno accanto ai filmini del ranchmargherita e all'impegno didattico di LAKAI di qualcosina in aggiunta...
Volete incontrarvi tra Veneto e Friuli a GODEGA SANT'URBANO (tra Vittorio Veneto e Conegliano)alla 7 edizione della FIERA DELL'ASINO il primo weekend di marzo (ANTICA SAGRA DI GODEGA che per quel che ne so ha iniziata il ministro Zaia ed ora il boss potrebbe essere ancora Massimo Montanari di Reggio Emilia e la sua equipe)
Se vuoi scrivere un commento sul blog devi prima fare l'autenticazione Iscriviti al sito se non l'hai ancora fatto. Clicca qui
About Us | Site Map | Privacy Policy | Contact Us | Since 27/01/2006 © 2011 Raglio
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

eXTReMe Tracker