Raglio
La community dedicata agli Asini

BLOG
di :
<< Ottobre 2019 >>
L M M G V S D
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31

Categorie

Generica
Viaggi
Trekking

Archivio

Febbraio 2019
Gennaio 2019
Ottobre 2018
Settembre 2018
Agosto 2018
Giugno 2018
Novembre 2017
Settembre 2017
Agosto 2017
Luglio 2017
Giugno 2017
Aprile 2017
Marzo 2017
Febbraio 2017
Dicembre 2016
Novembre 2016
Ottobre 2016
Settembre 2016
Agosto 2016
Luglio 2016
Giugno 2016
Aprile 2016
Marzo 2016
Febbraio 2016
Gennaio 2016
Dicembre 2015
Novembre 2015
Ottobre 2015
Settembre 2015
Agosto 2015
Giugno 2015
Maggio 2015
Aprile 2015
Marzo 2015
Febbraio 2015
Gennaio 2015
Dicembre 2014
Novembre 2014
Ottobre 2014
Settembre 2014
Agosto 2014
Luglio 2014
Giugno 2014
Maggio 2014
Aprile 2014
Marzo 2014
Febbraio 2014
Gennaio 2014
Dicembre 2013
Novembre 2013
Ottobre 2013
Settembre 2013
Agosto 2013
Luglio 2013
Giugno 2013
Maggio 2013
Aprile 2013
Marzo 2013
Febbraio 2013
Gennaio 2013
Dicembre 2012
Novembre 2012
Ottobre 2012
Settembre 2012
Agosto 2012
Luglio 2012
Giugno 2012
Maggio 2012
Aprile 2012
Marzo 2012
Febbraio 2012
Gennaio 2012
Dicembre 2011
Novembre 2011
Ottobre 2011
Settembre 2011
Agosto 2011
Luglio 2011
Giugno 2011
Maggio 2011
Aprile 2011
Marzo 2011
Febbraio 2011
Gennaio 2011
Dicembre 2010
Novembre 2010
Ottobre 2010
Settembre 2010
Agosto 2010
Luglio 2010
Giugno 2010
Maggio 2010
Aprile 2010
Marzo 2010
Febbraio 2010
Gennaio 2010
Dicembre 2009
Novembre 2009
Ottobre 2009
Settembre 2009
Agosto 2009
Luglio 2009
Giugno 2009
Maggio 2009
Aprile 2009
Marzo 2009
Febbraio 2009
Gennaio 2009
Dicembre 2008
Novembre 2008
Ottobre 2008
Settembre 2008
Agosto 2008
Luglio 2008
Giugno 2008
Maggio 2008
Aprile 2008
Marzo 2008
Febbraio 2008
Gennaio 2008
Dicembre 2007
Novembre 2007
Ottobre 2007

BLOG
POST DEL BLOG

Vorrei vedere il blog di :

ciondoli
micros il 02-Giu-2012 in Generica
devo dire che ormai non ci speravo piu', sopratutto dopo che il veterinario mi aveva detto che ormai eravamo fuori tempo massimo. e invece oggi...mi chino per raccogliere la forca...ed eccoli li' che fanno capolino da sotto le chiappone di Nico. finalmente mi spiego anche il nervosismo e l'aggressivita' di quest'ultimo mese (ero ormai certo di stare sbagliando tutto io) ed ogni sera a dire " e non lo posso neanche far castrare !!". devo dire che ora che ho scoperto di aver la possibilita' di farlo sono ancora piu' determinato a provare a gestirlo nella sua "interezza". spero di farcela.

EVVIVA I CIONDOLI AL VENTO!!

Commenti

In questo momento ci sono 37 commenti
Inserito da heidiepeter il 02-Giu-2012 alle 18:06:57

Moderazioni espresse: 0
Dunque Micros ha avuto tempeste ormonali ritardate...ed ecco i ciondoli.
In quanto a gestire i giovanotti interi, caro mio, provaci pure ma scommetto che ti passerà.
Con Pegasos, che è pure bravo ho il mio bel da fare e in oltre mi fa anche un po pena perché è frustrato di non poter mai sfogarsi quando gli parte l'ormone, inoltre il resto del branco lo esclude ed evita spesso
Un mio conoscente vet in pensione farà l'intervento per 100 €, almeno potrà gironzolare libero con gli altri perché per ora di giorno, lo tengo legato ad una corda di ca. 4 metri, mentre gli altri sono liberi. La sera fino a mattina è libero nel recinto elettrificato con gli altri, ogni tanto rompe ma gioca/lotta molto con Oscar che lo gestisce bene.
Inserito da micros il 02-Giu-2012 alle 20:06:21

Moderazioni espresse: 0

> In quanto a gestire i giovanotti interi, caro mio, provaci pure ma scommetto che ti passerà.

sicuramente hai ragione tu...pero' non sei molto incoraggiante... :)
Inserito da micros il 02-Giu-2012 alle 20:06:59

Moderazioni espresse: 0
e poi penso...
ma se quei due sono riusciti a venire in pellegrinaggio dalla francia fino a roma con uno stallone che tira il carretto (piu' vari figli da accudire) io, per quanto possa essere un incapace, forse posso riuscire a gestire uno stallone che deve solo restare qui a casa senza pellegrinare in giro per il mondo...
Inserito da heidiepeter il 02-Giu-2012 alle 21:06:40

Moderazioni espresse: 0
Magari se fai tirare un carretto da Roma ad Atene a Micros gli si placano i bollori.
Forse anche tu preferiresti spaccare la legna in certe situazioni...ecco
Inserito da cacaone il 02-Giu-2012 alle 21:06:33

Moderazioni espresse: 0
x heidi

----
Forse anche tu preferiresti spaccare la legna in certe situazioni...ecco
----
sei forte, mi hai fatto scompissciare

ciao buona serata

Inserito da micros il 03-Giu-2012 alle 08:06:53

Moderazioni espresse: 0

x heidi

----
Forse anche tu preferiresti spaccare la legna in certe situazioni...ecco
----

devo dire che non l'ho capita...o meglio...l'ho capita, ma non riesco a trovare l'attinenza. comunque.

sicuramente non sono cosi' esperto come molti qui su raglio.com; avendo anche altri animali, piu' la campagna,etc... non ho tempo di passare tutto il giorno con il mio asinello, ma pensavo solo di provare a gestire questo splendido animale per quello che e'prima di castrarlo, come molti fanno, alle prime difficolta'. se poi anche io cambiero' idea o mi vedro' costretto a trasformarlo in un animale di peluche, potro' cosi' finalmente scrivere di quanto e' bello e rilassante vivere con un asinello e dispensare utili consigli su come e' facile la sua gestione.

saluti
Inserito da heidiepeter il 03-Giu-2012 alle 11:06:25

Moderazioni espresse: 0
Caro Micros, si dice che gli uomini vanno a spaccare la legna se partono gli ormoni e non c'è la compagna, era per dire che se uno stallone deve faticare almeno si calma un po'.

Pegasus diventa sempre più fastidioso per gli altri e non posso lasciarlo libero se no parte in cerca di cavalle che mi procura problemi con i rispettivi proprietari, il vicino ha dei purosangue.
Dove vivo ora hanno a disposizione un grande terreno non completamente recintato - da un lato il mare, in cui girano tutto il giorno e gli altri quattro non se la sognano di uscire, Pegasos invece devo legarlo, far fare un giretto di tanto in tanto e cambiare albero o palo (ne ho piantato due) e devo portarlo ad abbeverare mentre gli altri rientrano a bere e ripartono quando vogliono.

Non è questione di peluche o facile da gestire, ma l' impulso sessuale o procreazione è la ragione di vita di uno stallone e se non può dare libero sfogo ne soffre fino a diventare matto - da qui: matto come un cavallo.
Per ciò' devi domandarti se vuoi un animale felice o frustrato per una tua sfida ?

Avevo letto da qualche parte che l'unico modo adeguato di vivere per gli stalloni, certo anche cavalli, sia libero in un terreno molto grande con 4 o 5 fattrici (così non infastidisce sempre la stessa) e che tutto il resto sia maltrattamento
Inserito da micros il 03-Giu-2012 alle 16:06:10

Moderazioni espresse: 0
onestamente trovo questa "umanizzazione" dell'asino un tantino forzata. l'amico non puo' sfogarsi per cui lo castro cosi' vive felice e tranquillo la sua pace dei sensi. umanizzazione per umanizzazione se lui potesse parlare non credo sarebbe poi cosi' felice. molti, e piu' esperti di me, sostengono comunque che se il soggetto e' stron** da intero non e' detto che cambi radicalmente dopo il taglio. castro il gallo per fare il cappone; con l'agnello faccio il castrato. non sono per cui contro questa scelta tout court. ma questo tipo di scelta la lascerei (se non e' per fini "commerciali") come extrema ratio e non perche' il mio amico e' frustrato. se, come dici tu, e' una sfida, allora la posta in palio e' non farlo diventare il piu' simile a quello che vogliamo noi ma lasciarlo il piu' possibile come e'.
Inserito da Mora il 03-Giu-2012 alle 17:06:01

Moderazioni espresse: 0
ciao micros, la questione non è di umanizzare un asino o no, ma di gestirlo senza pericolo per te e per altri, soprattutto se lavori e vai in giro con lui.E andare in giro con un asino intero è pericoloso se ci sono femmine in calore vicino - per gli altri asini e per la gente intorno.
Inserito da heidiepeter il 03-Giu-2012 alle 20:06:42

Moderazioni espresse: 0
Micros, suppongo che se potesse parlare ti direbbe di lasciarlo libero possibilmente in un deserto e che si arrangia poi lui con un qualche branco, visto che di natura i maschi girano spesso, ma non sempre, solitari e avvicinano il branco solo per accoppiare.

Certamente uno stallone non è stron… solo perché si comporta secondo il suo istinto naturale, gli equini maschi furono nominati "stalloni" perché gli uomini per fini commerciali e di sfruttamento hanno cominciato a tenere i maschi in stalla, soli e usarli solo per fargli fecondare proprio perché diventano pericolosi e difficili da gestire se non sono liberi e non possono dare sfogo al loro istinto naturale.
Per cui la brutta scelta sarà di chiamarli "stalloni", nonché una mancanza di rispetto assoluto verso l'equino maschio

Troverai sicuramente molto in internet concernente gli equini maschi, informati per il bene del tuo Asino

E non ho capito cosa centra l'umanizzazione con la castrazione.
Inserito da Bicmak il 03-Giu-2012 alle 21:06:56

Moderazioni espresse: 0
Essendo umano, e maschio, spero non c'entri niente! ;)
Però forse è giusto provarci, con Nico: per il taglio c'è sempre tempo...
Inserito da icaro il 03-Giu-2012 alle 21:06:24

Moderazioni espresse: 0
Ciao micros sono roby se tieni nico per compagnia e di stazza non è grande non è detto che lo devi castrare per forza puoi provarlo a gestire cosi' se mai stai attento se ai dei bambini perchè a volte anno il vizio di mordicchiare sei sempre a tempo a castrarlo io l'ultimo che o' castrato aveva 18 anni e aveva anche montato ci vuole piu' di un annetto perchè non senti piu'pero' ora lavora insieme ai suoi figlioli siano maschi che femmine . Se' lo devi adoperare non dico vicino a casa o magari nel campo mase' lo porti a delle fiere o dove ci puo' essere qualche femmina bisogna tu sia sempre all'erta ' francese aveva delle precauzioni gli faceva annusare il wix vaporud quando lo portava deve c'era qualche femmina ma se le trovava durante il tragitto erano davvero guai. un in bocca al lupo per la tua nuova avventura saluti roby
Inserito da cacaone il 03-Giu-2012 alle 21:06:37

Moderazioni espresse: 0
ciao micron, mi scuso per ...spaccare la legna.. se per caso ti ha infastidito.

ho un'asinella un po' birbante, giovane, che pesa 140kg, io non sono un gigante, anzi, ma sono tosto, fatico a tenerla, ma ci riesco, un asina, bada bene non un asino intero, di 300 kg è intenibile, figurati un maschio con gli attributi che sente una femmina in calore.
ormoni , sono gli ormoni che muovono il mondo.
spesso, purtroppo , si legge, si sente di donne stuprate, cosa credi che sia..
ormoni, sempre ormoni residenti in persone con problemi esistenziali che non necessariamente hanno problemi mentali. ormoni.
a me da' terribilmente fastidio leggere che "il " asino sarà' oblato, mi sono rassegnato nel tempo.
ricordo un paio di anni fa' che platero, la poetessa, fece castrare il suo adorabile pepito, ci rimasi malissimo , ma fu inevitabile, ne convengo.
Inserito da micros il 03-Giu-2012 alle 21:06:11

Moderazioni espresse: 0
scusate ma siccome la questione mi ha portato via diverse ore di sonno...

per cui, se dovessi seguire il vostro ragionamento, se a Nico non fossero scesi i ciondoli, anche se fuori tempo massimo, ma fossero rimasti nell'inguine o peggio anche piu' su e per cui non fosse stato castrabile, cosa avrei dovuto fare? come mi e ci sentiamo spesso consigliare, salami? la non possibile operabilita' fino a pochi giorni fa sembrava ancora una certezza. aspetto vostri lumi mentre come mi consiglia heidi vado su internet e non qui su raglio (che forse a suo parere non e' sufficiente) ad informarmi.
Inserito da micros il 03-Giu-2012 alle 21:06:02

Moderazioni espresse: 0
ribadisco che l'asino rimane sempre qui a casa in un suo recinto e se esce e' solo per pascolare (al palo) o per lavorare con me. mio figlio sa che nico e' un po' dispettoso e che deve sempre avvicinarsi con molto rispetto all'animale. e poi mi viene in mente un'altra cosa. ma se tutti avessero fatto sempre questo ragionamento intorno ai maschi interi, come faremmo oggi a parlare ancora di asini. forse si sarebbero estinti un po' di tempo fa. un'altra cosa: qualche giorno fa e' stato contatto per un po' con una cavalla che poi ho scoperto essere in calore. e' stato uno dei rari momenti (ultimamente) in cui non ha cercato di mordermi.
Inserito da cacaone il 03-Giu-2012 alle 21:06:02

Moderazioni espresse: 0
micros non è necessario avere 1000 stalloni per coprire 1000 femmine, ne bastano 10

pero' non te la prendere, ognuno di noi ci mette del suo, ma l'asino è tuo, ne fai quello che vuoi, anzi , sono contento che tieni duro.
con simpatia
Inserito da elcholo il 04-Giu-2012 alle 00:06:04
la scelta é la tua , da quello che dici hai capito le problematiche , quindi se é quello che vuoi , la scelta per il momento é quella giusta , poi .........
Raglio dona consigli, in base alle esperienze dei singoli
Ovviamente le situazioni sono molteplici e i soggetti sono diversi
Al mio maschio , con una femmina sempre vicina, ho dovuto prendere la scelta di castrarlo, altrimenti erano dolori per me.

Inserito da berto. il 04-Giu-2012 alle 09:06:51

Moderazioni espresse: 0
il mio asino è intero,ha 3 anni e per ora,scesi i ciondoli rimane gestibile,l'anno scorso casualmente incontrai un ragazzo che scoprì avere comprato il padre ed andai a vedere come può essere uno stallone da adulto.ulisse ben oltre la decina è l'asino più bravo e diligente che abbia mai visto,vive con 2 femmine e gioca con i figli...non è sempre così ,ma io come micros voglio provare consapevole dei rischi e con le dovute precauzioni
Inserito da heidiepeter il 04-Giu-2012 alle 10:06:26

Moderazioni espresse: 0
x robi: ho letto nel libro del Donkeysanctuary che con la castrazione a tarda età ci mettono di piu a perdere le abitudini da stallone aquisito in tutti gli anni.

Pegasos sta diventando sempre piu difficie, stamattina è passato il mio vicino con una puro sangue nel momento che lo stavo portando a fare un giro, non gli avevo visto arrivare in tra gli alberi.
Mi sono ferita con la corda, che ho dovuto mollare, il palmo della mano, l'ho rincorso fino al maneggio dei cavalli e sono poi riuscita a controllarlo e riportarlo.
E stata dura e penso che la cavalla non é in calore...
Leggo che l'Asino di Berto é molto piu cool, quindi bisogna prima vedere quanto difficile diventi la situazione, per tutti, vicini compresi
Inserito da micros il 04-Giu-2012 alle 10:06:15

Moderazioni espresse: 0
per tutti/e quelli/e che mi stanno ricordando che la scelta ultima rimane solo mia vorrei solo dire che lo so. ovviamente e' cosi'. qui su raglio credo che non si cerchi qualcuno che scelga per noi, ma un confronto e al massimo, se possibile, un consiglio. per cui ringrazio tutti/e quelli/e che me ne hanno dato la possibilita' o che hanno cercato di aiutarmi nella mia scelta. a quelli che si limitano ad un commento piu' o meno spiritoso...non so...vista l'ora...buon pranzo
Inserito da icaro il 04-Giu-2012 alle 20:06:51

Moderazioni espresse: 0
Ciao berto non o' detto che l'asino intero non è gestibile diventa ingestibile soltanto quando sente le femmine in calore. Ulisse facilmente quando vanno in calore le asine o le fa' montare e tutti gli anni a' due nuovi puledri e fare figliare tutti gli anni le femmine e fare allevamento o quando vanno in calore lo deve portare in un altro recinto per separarlo.Ognuno deve fare le propie scelte ci mancherebbe il mio era soltanto un consiglio cercando solamente di aiutarti un saluto roby
Inserito da micros il 04-Giu-2012 alle 20:06:33

Moderazioni espresse: 0
credo che la cosa che mi aiuterebbe di piu' nella mia scelta (e forse aiuterebbe tutti/e noi nella comprensione del problema) sarebbe trovare una risposta alla domanda: se Nico fosse rimasto non operabile, cosa avrei dovuto fare? come consigliano spesso e volentieri, salami?
Inserito da Jolly il 04-Giu-2012 alle 20:06:37

Moderazioni espresse: 0
Ciao Micros...
Ora che i "ciondoli" sono scesi hai scritto che saresti determinato a provare a gestire Nico così com'è, ben sapendo dei pro e contro.
E se non scendevano cosa sarebbe cambiato?? sempre intero sarebbe stato...^_^

P.S. per la cronoca anche noi abbiamo un asino intero e devo dire che ci abbiamo pensato a lungo se "darci un taglio" o no (ai suoi di ciondoli...). Alla fine l'abbiamo tenuto così com'era e cerchiamo di stare attenti (certo lui ci facilita il lavoro perchè molto mansueto...)
Inserito da icaro il 04-Giu-2012 alle 20:06:55

Moderazioni espresse: 0
in che senzo fosse rimasto non operabile?non è detto che agli asini gli calino i coglioni in un preciso momento chi prima chi dopo se poi non gli calano e'un problema suo e che vuole dire possono nascere con tumori ai testicoli purtroppo succede anche agli umani no vedo questo centri nella castrazione
Inserito da micros il 04-Giu-2012 alle 20:06:46

Moderazioni espresse: 0
ciao icaro, provo a spiegarmi meglio. se i ciondoli non fossero scesi ma fossero rimasti nell'inguine o addirittura piu' su' l'operazione non sarebbe stata possibile o comunque troppo complicata e costosa. per cui sarebbe rimasto per forza intero. visto che quasi tutti/e sostengono che per tenere un maschio sarebbe quasi obbligatorio castrarlo, cosa avrei dovuto farne di Nico in quel caso? io direi tenermelo intero, ma molti dei nostri amici (per fortuna non tutti) qui su raglio sostengono che non e' possibile.
Inserito da Spirit il 04-Giu-2012 alle 21:06:28

Moderazioni espresse: 0
Ciao micros...
è difficile, con un post, due parole e una domanda, capire la competenza di una persona, la sua esperienza, le sue motivazioni. Difficile rispondere in maniera corretta perchè quel che vale per una persona abituata ai cavalli può non essere lo stesso che vale per una persona che è brava con altri animali e che con i cavalli non ha mai avuto a che fare o da una persona che non ha mai avuto animali. Aggiungiamo poi che l'asino è diverso dal cavallo e il mulo e il bardotto ancora di più, e le sfumature di un animale di piccola o di grande taglia e a tutto si aggiunge il carattere individuale di ogni animale... se ne deduce che le risposte a volte sono date "a grandi linee", ... e "a grandi linee" è meglio un castrone di uno stallone.
Inserito da icaro il 04-Giu-2012 alle 21:06:27

Moderazioni espresse: 0
Anche in quel caso non ci vedrei un problema quando mi sarei accorto del fatto sarei stato attento in presenza delle femmine in calore e basta Io parlo chi con gli asini fa' attivita' con i bambini con le scuole con bambini disabili ecc.. allora per lavorare con piu' sicurezza viene adoperato i castroni io personalmente ne' ho cinque con due femmine che lavorano quando non sono in calore e anche per gli attacchi multipli adopriamo i maschi perchè quando le femmine sono in calore anche addestrate danno meno retta ma se come te' non lavori con i bambini non vedo la necessita' di castrarlo se poi e' anche di indole buona saluti roby
Inserito da Spirit il 04-Giu-2012 alle 21:06:25

Moderazioni espresse: 0
Il mio vicino di casa ha quattro (o cinque?) maschi interi e li tiene tutti insieme, e quando è scappato (ops, andato a passeggio) il mio stallone (romagnolo, quindi non proprio un piccoletto), lui l'ha messo insieme a loro come nulla fosse, ed infatti nulla è stato. Alle fiere è stato fantastico, prendeva le coccole da tutti, non mordeva... ma era in un box e anche gli altri asini/cavalli e non abbiamo fatto attività.
Io ci sono andato in capezza anche sulla statale e mi veniva dietro senza nemmeno bisogno di tenerlo.
Sono esempi per farti capire che non necessariamente uno stallone è per natura ingestibile.
Se però ci sono femmine in calore, .. o è rimasto un giorno o una notte da solo per motivi particolari,... o abbiamo rimescolato i gruppi ..., o semplicemente gli girano gli ormoni... beh in quel momento, in quei minuti/secondi, la sua gestione è più problematiche che in un castrone.
Inserito da Spirit il 04-Giu-2012 alle 21:06:54

Moderazioni espresse: 0
PROBLEMA DELLA GESTIONE DEI GRUPPI:
il vero problema per chi non fa attività è la gestione di un gruppo di animali; un castrone non dà problemi particolari, così nemmeno una femmina (a parte il nervosismo dei calori). Uno stallone da solo è piuttosto nervoso (ma anche un castrone, .. diciamo che lo stallone lo è di più), soprattutto se ci sono femmine in calore vicine. Uno stallone con una sola femmina di solito la disfa (morsi, calci, la monta di continuo). Uno stallone con più femmine è il mix ideale ma:
1- devi stare attento quando nasce il puledro perchè gli può fare male
2- se togli un'asina quando la rimetti nel gruppo di solito la monta/morde per sottometterla e può farle delle ferite non da poco.

Questi sono i problemi dello stallone. Questo non vuol dire che dobbiamo sterminare tutti gli stalloni del mondo, ma solo che un castrone questi problemi non li dà e che se tieni uno stallone intero devi essere pronto/conscio di ciò a cui vai incontro per non trovarti poi impreparato.

Solo questo.
Poi a volte le parole scritte al computer sono un pò fredde e vengono malinterpretate e si creano fraintendimenti laddove magari "a voce" non ci sarebbero stati...

un saluto ed un imbocca al lupo per il tuo Nico!!
Inserito da Spirit il 04-Giu-2012 alle 21:06:40

Moderazioni espresse: 0
BUROCRAZIA
Dimenticavo.
Un asino intero, se stà con altre femmine, deve essere "abilitato alla monta" come riproduttore, deve risultare negativo alle malattie trasmissibili dal coito (esame del sangue e tampone prepuziale) e dovresti essere stazione di monta privata (costo: solo gli esami del sangue, ma tante scocciature burocratiche) e compilare i cif ad ogni monta da consegnare poi all'apa quando nasce il puledro.

Ma siamo in Italia ed anche il problema di questo aspetto legale diciamo viene "mascherato" dalla coltre di "illegalita" o supposta tale che coinvolge la quasi totalità degli allevamenti (si dice allevamento anche il recinto con un solo asino).

Ri-imbocca al lupo.
ps: il mio intervento spero non sia stato negativo o disfattista, ma era mirato a renderti consapevole delle conseguenze di una scelta piuttosto che di un altra, dei pro e dei contro. Io so già che al nostro Tommy prima o poi i testicoli saranno tolti (adesso è ancora presto, ha solo 1 mese... :-)), e so altrettanto bene che ci resterò a rimuginare sopra due mesi prima di farlo perchè dentro di me la cosa mi darò fastidio anche se so che per la nostra "sistemazione attuale" è una cosa che andrà fatta... quindi ti capisco molto bene!
ciao!
Inserito da micros il 04-Giu-2012 alle 21:06:53

Moderazioni espresse: 0
una sola parola:


GRAZIE!!! ma grazie di cuore
Inserito da walzerlento il 04-Giu-2012 alle 22:06:10

Moderazioni espresse: 0
Ciao Micros,
io personalmente ti posso dire che il nostro Arturo ( 13 mesi )da circa 2 mesi si è trasformato. Per fortuna quando ci siamo accorti che sentiva in modo particolare il calore di sua madre sono riuscito a dividerli e ti assicuro che quello che fino al giorno prima consideravo un dolce puledrino sembrava l'incredibile Hulk.Ora abbiamo quasi superato anche il secondo calore che iniziando ad avere un minimo di esperienza è andato sicuramente meglio del primo, però tutto è più complicato, stalla divisa, pascolo diviso e ragli in quantità.
Noi abbiamo già deciso di farlo castrare in autunno perchè non vogliamo farlo accoppiare con sua madre ma, visto la settimana d'inferno che si passa LUI quando sente il calore, se non volessi tenerlo per riproduzione non avrei dubbi e lo farei operare.
Inserito da lydie il 04-Giu-2012 alle 22:06:31

Moderazioni espresse: 0
ciao Micros,
penso che ti hanno già detto più o meno tutto. ogni asino ha il suo caratere e ogni persona ha le sue convinzione. come dice Spirit, il nostro Alonso è veramente buono, mai avuto un morso ne un calcio, lui a sei anni circa, purtroppo da quando se ne è andata Annabella lo portiamo poco fuori, lui si sentiva più tranquillo con lei. è veramente di una dolcezza eccezionale e di una riconoscenza molto grande. ma penso che primo poi anche a lui gliele toglieremo perchè vediamo che la gestione recinti, femmine e il fatto di dover sempre lasciarlo a casa, ci scoccia un bel pò.
comunque la migliore delle cose per "migliorarlo"è darli un pò di compagnia, pero per questo sarebbe meglio che sia castrato!!Te lo dico per esperienza con Birillo, è ancora molto esuberante ma senza esser stato in mezzo ad un branco, ci sarebbe stato tanto ma tanto lavoro da fare, a preso un pò di lezione dagli altri e ha capito che bisognava calmarsi un pò. buona fortuna!
Inserito da berto. il 05-Giu-2012 alle 09:06:57

Moderazioni espresse: 0
x icaro volevo solo portare la mia esperienza personale,non mi permetterei mai di contraddire una persona con la tua esperienza,però capisco trovandomici i dubbi di micros
Inserito da micros il 11-Giu-2012 alle 20:06:44

Moderazioni espresse: 0
per arrotondare ho cominciato a lavorare in una scuderia (fondamentalmente raccolgo cacca). il proprietario questo autunno fara' castrare uno stalloncino e mi ha proposto di far operare anche nico (e strappare un prezzo migliore tipo 2x1). dopo aver letto e riletto tutti i vostri commenti e suggerimenti e vedere tutti i giorni mio figlio che non puo' avvicinarsi (perche' glielo vieto) all'asino penso che anche se a malincuore prendero' questa scelta. ancora grazie a tutti/e.
Inserito da platero il 12-Giu-2012 alle 14:06:05

Moderazioni espresse: 0
più che 2x1, vorrai dire 4x2 !!! non vorrai mica che nella fretta ci si dimentichi di finire il lavoro! a parte le mie battute (sciocche, tra l'altro), credo che l'importante è che il lavoro venga fatto bene. Quello che risparmi ora potresti poi doverlo spendere dopo, se nell'economicità le cose non venissero fatte per bene.
L'idea di aspettare l'autunno comunque è buona, perchè ci saranno meno mosche.
Nel frattempo avrai modo di vedere come evolve il carattere e, di conseguenza, il comportamento di Nico, e vedrai che quando prenderai una decisione, qualunque essa sia, sarai davvero convinto e sereno.
Per intanto, buon lavoro: anche spalando letame c'è qualcosa da imparare e lavorare in una scuderia può servirti anche a conoscere meglio tanti aspetti del mondo equino. Sta a te trasformare una necessità in una opportunità. Auguri!
Inserito da heidiepeter il 12-Giu-2012 alle 15:06:18

Moderazioni espresse: 0
Mi fa ridere la battutona di Plater, Ha, ha
Cmq Micros, buon lavoro a spalate.
Anch'io avevo il pensiero delle mosche in estate ma per fortuna c'è sempre un po di vento in questi giorni
Se vuoi scrivere un commento sul blog devi prima fare l'autenticazione Iscriviti al sito se non l'hai ancora fatto. Clicca qui
About Us | Site Map | Privacy Policy | Contact Us | Since 27/01/2006 © 2011 Raglio
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

eXTReMe Tracker