Raglio
La community dedicata agli Asini

BLOG
di :
<< Dicembre 2019 >>
L M M G V S D
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31

Categorie

Generica
Viaggi
Trekking

Archivio

Febbraio 2019
Gennaio 2019
Ottobre 2018
Settembre 2018
Agosto 2018
Giugno 2018
Novembre 2017
Settembre 2017
Agosto 2017
Luglio 2017
Giugno 2017
Aprile 2017
Marzo 2017
Febbraio 2017
Dicembre 2016
Novembre 2016
Ottobre 2016
Settembre 2016
Agosto 2016
Luglio 2016
Giugno 2016
Aprile 2016
Marzo 2016
Febbraio 2016
Gennaio 2016
Dicembre 2015
Novembre 2015
Ottobre 2015
Settembre 2015
Agosto 2015
Giugno 2015
Maggio 2015
Aprile 2015
Marzo 2015
Febbraio 2015
Gennaio 2015
Dicembre 2014
Novembre 2014
Ottobre 2014
Settembre 2014
Agosto 2014
Luglio 2014
Giugno 2014
Maggio 2014
Aprile 2014
Marzo 2014
Febbraio 2014
Gennaio 2014
Dicembre 2013
Novembre 2013
Ottobre 2013
Settembre 2013
Agosto 2013
Luglio 2013
Giugno 2013
Maggio 2013
Aprile 2013
Marzo 2013
Febbraio 2013
Gennaio 2013
Dicembre 2012
Novembre 2012
Ottobre 2012
Settembre 2012
Agosto 2012
Luglio 2012
Giugno 2012
Maggio 2012
Aprile 2012
Marzo 2012
Febbraio 2012
Gennaio 2012
Dicembre 2011
Novembre 2011
Ottobre 2011
Settembre 2011
Agosto 2011
Luglio 2011
Giugno 2011
Maggio 2011
Aprile 2011
Marzo 2011
Febbraio 2011
Gennaio 2011
Dicembre 2010
Novembre 2010
Ottobre 2010
Settembre 2010
Agosto 2010
Luglio 2010
Giugno 2010
Maggio 2010
Aprile 2010
Marzo 2010
Febbraio 2010
Gennaio 2010
Dicembre 2009
Novembre 2009
Ottobre 2009
Settembre 2009
Agosto 2009
Luglio 2009
Giugno 2009
Maggio 2009
Aprile 2009
Marzo 2009
Febbraio 2009
Gennaio 2009
Dicembre 2008
Novembre 2008
Ottobre 2008
Settembre 2008
Agosto 2008
Luglio 2008
Giugno 2008
Maggio 2008
Aprile 2008
Marzo 2008
Febbraio 2008
Gennaio 2008
Dicembre 2007
Novembre 2007
Ottobre 2007

BLOG
POST DEL BLOG

Vorrei vedere il blog di :

Amico fragile
max il 31-Mag-2012 in Generica
La domenica era stata, come sempre, bellissima. Per me, per chi c'era e per i miei asini. Tra l'altro, ora Pucciotto aveva, da due mesi, compagnia: Carmela era a farsi ingravidare. Gustavo era stato quasi tutto il pomeriggio vicino a me ed alla mia scala da cui coglievo ciliegie e, ogni tanto, ne assaggiava una. Poi era passato a giocare con due bambini, facendosi strigliare con serenità assoluta.
Era lui il mio amico fragile, sempre così, come lo descrivo ora. Si era abituato a stare diviso da Pucciotto, anche perchè spesso questo faceva valere la sua dominanza e lui ne soffriva. Il fatto di aver perso la mamma quando avena solo 4 mesi, forse lo aveva minato nel fisico: non riusciva a correre a perdifiato come fanno gli asini. Dopo poco aveva un affanno che certe volte impauriva. Ma era dolcissimo, a coccolare e farsi coccolare, ad essere curioso ed incuriosire con i suoi atteggiamenti, giocava sempre con la carretta piena di concio o vuota, accompagnandomi alla concimaia. Riconosceva Irene quando arrivava, sentendola da lontano, e ragliava, per farsi coccolare.
Lunedì sera sono arrivato a Poggio del Raglio verso le 18,00, per i miei asini e per l'orto. Ho visto Pucciotto nel recinto di Gustavo, senza Carmela, rimasta dalla sua parte. Ho preso mele e pane e sono andato alla stalla. Di solito, quando Pucciotto sconfina, Gustavo si nasconde dentro la stalla. Ma non l'ho trovato. Preso dall'ansia, mi sono guardato intorno: sotto la scarpata ho scorto, sdraiato, il sottopancia bianco di Gustavo: era morto, probabilmente da un infarto, per la paura o la fatica conseguente ad un attacco di Pucciotto. Sul corpo non aveva ferite particolarmente gravi: qualche graffio alle zampe ed all'orecchio, ma tutto nei limiti della normalità, se si può dire. Mi avvicino e scorgo il sangue nella bocca e nelle lacrime. Capisco che, forse, gli è scoppiato il cuore difettoso che aveva, per la paura, ripeto o per la fatica a tenere testa a Pucciotto. Era tardi, l'ho coperto, ho chiamato Paola e Irene che, piangendo, sono arrivate a salutare il loro amico fragile. La mattina dopo, con l'aiuto di alcuni, l'ho spostato ed è venuto l'addetto allo 'smaltimento' per portare via il suo corpo: il ricordo di lui, della sua fragile dolcezza, sarà duro da 'smaltire'.

Commenti

In questo momento ci sono 30 commenti
Inserito da Jolly il 31-Mag-2012 alle 20:05:11

Moderazioni espresse: 0
Max, mi spiace per il tuo Gustavo...in questi casi non si sai mai che dire.
Spero che possa correre sereno, ora, dovunque si trovi...
Inserito da heidiepeter il 31-Mag-2012 alle 20:05:30

Moderazioni espresse: 0
Il tuo racconto è cosi bello e la storia è tanto tanto triste...e ci si resta cosi male...un caloroso abbraccio.
Inserito da heidiepeter il 31-Mag-2012 alle 21:05:41

Moderazioni espresse: 0
Caro Max, ho viso che Gustavo aveva sol 4 anni, penso che ti si è frantumato il cuore e che devi essere di una tristezza immensa...se poi la foto al tavolino con te è Gustavo ?
Ho letto un po del tuo blog, come quando gli hanno tolte "le tonsille" (tra poco tocca al mio Pegaso) o quando hai diviso il terreno..ho letto per stare un momento con voi
Inserito da platero il 31-Mag-2012 alle 21:05:23

Moderazioni espresse: 0
mi sento di dirti esattamente le stesse parole, giuste, usate da Heidiepeter: "Il tuo racconto è cosi bello e la storia è tanto tanto triste...e ci si resta cosi male...un caloroso abbraccio."
Sembra di leggere Juan Ramon Jimènez... Povero fragile Gustavo!
Inserito da walzerlento il 31-Mag-2012 alle 22:05:41

Moderazioni espresse: 0
che storia triste Max.
solo chi vive con loro può capire il vuoto che possono lasciare. Un abbraccio anche da parte mia
Inserito da foxtrot il 31-Mag-2012 alle 22:05:26

Moderazioni espresse: 0
grazie per aver condiviso questa tristissima esperienza, grazie perchè nel tuo racconto ho conosciuto anch'io il vostro amato Gustavo...
Inserito da rasti il 31-Mag-2012 alle 22:05:24

Moderazioni espresse: 0
...

Un abbraccio grande Max.

Rasti.
Inserito da flanella il 31-Mag-2012 alle 22:05:47

Moderazioni espresse: 0
ciao amico fragile...

grazie Max
Inserito da vale il 31-Mag-2012 alle 23:05:09

Moderazioni espresse: 0
...
Inserito da vale il 31-Mag-2012 alle 23:05:51

Moderazioni espresse: 0
"Potevo attraversare litri e litri di corallo
per raggiungere un posto che si chiamasse arrivederci. "

[Amico fragile - Faber]

parole mie non ne trovo max.

un abbraccio.
Inserito da bruno il 31-Mag-2012 alle 23:05:46

Moderazioni espresse: 0
Purtroppo in questo momento sembra che le brutte notizie si susseguano....un abbraccio a tutti voi anche da parte mia, nella consapevolezza che possa servire a poco.
Inserito da elcholo il 01-Giu-2012 alle 00:06:20
non so cosa dire , come spesso mi capita in questi momenti
un abbraccio forte , forte!
Inserito da Bamby il 01-Giu-2012 alle 10:06:20

Moderazioni espresse: 0
Quel fragile cuore era colmo di affetto!! Ne sono certa.
Ti sono vicino. Un abbraccio
Inserito da TEO il 01-Giu-2012 alle 14:06:15

Moderazioni espresse: 0
non volevo leggerlo..non potevo crederci..noi 'vecchi' di raglio abbiamo seguito la sua vita..dalla perdita della mamma, alle difficoltà con Pucciotto...troppo difficile da accettare...mi dispiace così tanto.
Inserito da max il 01-Giu-2012 alle 19:06:53

Moderazioni espresse: 0
Vi ringrazio tutti. Molti di voi conoscevano Gustavo. Sì, era quello al tavolino con me, era quello in braccio a Irene a due mesi, era quello che entrava in casa a curiosare ma con discrezione, era quello che, se eri intento a lavorare su qualcosa, magari piegato, ti veniva accanto adagiando il muso sulla schiena o sulle ginocchia, sempre in maniera dolcemente discreta, era quello che aveva voglia di correre, e quando provava scalciava felice, per poi fermarsi con l'affanno, era quello che, se lo avvicinavi per accarezzarlo e mangiava, rimaneva intento ad ascoltarti, fingendo di continuare a mangiare. Era Gustavo, che aveva preso l'indole di sua mamma, Nerina e come lei era discreto e docile, disponibile. Ultimamente, ormai cresciuto, era diventato ancor più disponibile, anche se spesso faceva volentieri dispetti per giocare, sapendo di farli. Ora Pucciotto, quando Carmela tornerà a casa sua, sarà solo: ho due gatti, ma non ci va molto d'accordo. Chissà cosa succederà? Tra l'altro è stato tutto così improvviso ed inaspettato: Pucciotto era anche lui docile ed era anche più trattabile. Chissà cosa si è scatenato.
Inserito da Iside il 01-Giu-2012 alle 23:06:33

Moderazioni espresse: 0
Mi spiace!non riesco a dire altro, gli occhi pieni di lacrime e un nodo in gola. :(
Inserito da berto. il 02-Giu-2012 alle 08:06:45

Moderazioni espresse: 0
un abbraccio
Inserito da Mora il 03-Giu-2012 alle 16:06:05

Moderazioni espresse: 0
anch'io non so cosa dire - mi ricordo quella storia triste con sua mamma Nerina, ecome era difficile prendere la decisione di castrarlo, e tutte quelle altre storie. Ma penso che a pozzo del raglio ci vorrebero almeno 2 asini - anche se una nuova asina non sarà piu come quelli che ti hanno lasciato...
Inserito da sarapaolo il 04-Giu-2012 alle 09:06:58

Moderazioni espresse: 0
storia triste già....portalo sempre nel tuo cuore...
un abbraccio
Inserito da platero il 09-Giu-2012 alle 21:06:49

Moderazioni espresse: 0
come va con Pucciotto?
Inserito da max il 13-Giu-2012 alle 11:06:29

Moderazioni espresse: 0
Pucciotto è ancora insieme a Carmela: il proprietario è sparito. Ho il pensiero che, se fosse partita prima, forse non sarebbe successo, ma non è detto: Pucciotto era imprevedibile in questo.
Ora, quando rimarrà solo (ci sono due gatti che stanno fuori, ma lui non è molto socievole con loro), vedremo cosa farà ed il 'da farsi'.
Inserito da rasti il 14-Giu-2012 alle 10:06:27

Moderazioni espresse: 0
Ma davvero un animale ,anche se debole di cuore, puo' morire di un'infarto causato dalla paura?
Non penso neppure che abbia cercato di tener testa al "capo" capiscono i loro limiti e il loro posto.

Non so sai Max se per loro la paura sia come noi...

Forse talvolta vogliamo spiegarci a tutti i costi qualcosa che la natura decide semplicemente...

Un salutone e,bellissimo il dipinto è diventato bellissimo!
Inserito da max il 21-Giu-2012 alle 18:06:18

Moderazioni espresse: 0
Ciao. Gustavo, ultimamente, ogni volta che tentava di correre o veniva disturbato da Pucciotto, si doveva fermare ed ansimava in maniera impressionante, a lungo. Una volta, addirittura, era stramazzato e, con fatica, sono riuscito subito a rialzarlo, ma è stato fermo a lungo ad ansimare. per questo ho parlato di infarto: il giorno prima stava benissimo, c'erano tracce di lotta nel suo recinto, dove ho trovato Pucciotto, non aveva ferite gravi apparenti ma solo morsi nei garretti e, un po', nel collo, quindi ho attribuito la cosa all'infarto. Fare l'autopsia non era possibile. Non so a cosa altro attribuire una morte così improvvisa. Tra l'altro, anche la mamma aveva problemi cordiorespiratori che l'hanno ammazzata, quindi....
Inserito da foxtrot il 21-Giu-2012 alle 21:06:37

Moderazioni espresse: 0
Diciamo che Gustavo nel poco tempo che ha trascorso sulla terra è stato fortunato, perchè sebbene orfano ha avuto la fortuna di trovare una famiglia umana che lo ha cresciuto e amato.
Inserito da rasti il 22-Giu-2012 alle 09:06:32

Moderazioni espresse: 0
Ciao Max cosi' mi è tutto molto piu' comprensibile,il gioco,lo sforzo, le corse,le bisticciate e, quel piccolo grande cuoricino fragile...

Grazie.
Inserito da max il 14-Ago-2012 alle 11:08:31

Moderazioni espresse: 0
Salve. E' passato un po' di tempo dalla morte di Gustavo. Carmela è partita (mal volentieri) e probabilmente dopo 13 lune farà un nuovo asinello.
Pucciotto è rimasto da solo. Pare un po' depresso, ma la cosa più curiosa che ho visto è che le mosche non lo aggrediscono più: quando è partita Carmela, ho dpvuto curargli le zampe che erano state attaccare e ferite dalle mosche. Improvvisamente, poi, dopo qualche settimana, il pelo è libero da parassiti, le zampe si sono riprese velocemente.... Che incidano anche e molto le questioni ormonali (Gustavo, che non aveva 'tonsille', veniva infastidito meno dalle mosche).
Altra anomalia notata in Pucciotto in solitudine, è che raglia la notte. I 'vicini' me lo rimarcano spesso.
Per questo motivo ho deciso di trovargli una compagna.
Se qualcuno in zona mia (Siena e Arezzo e provincia) che legge, mi può aiutare, credo sia venuto il momento per far riprendere il povero Pucciotto, che è di nuovo tornato docile. Domenica annaffiavo gli ulivi (che siccità!) ed è stato a brucare sempre insieme a me, prendendosi le coccole).
Spero di trovare presto un'asinella in zona, anche con il vostro aiuto.
Inserito da heidiepeter il 14-Ago-2012 alle 15:08:11

Moderazioni espresse: 0
Spero tu trovo presto compagna per Pucciotto, non soffre solo la solitudine ma proprio la mancanza dei suoi compagni, gli asini legano profondamente a vita.
Ma un nuovo compagno gli aiuterà e se gli racconti un po degli altri dove sono che fanno gli farà piacere, trasmetti immagini.
E' come per noi che a volte dobbiamo separarci da qualcuno e ne soffriamo.

Le mosche si nutrono anche dei batteri che sono sulle ferita, quindi un po' fnno anche bene, chiedi al tuo vet
Grattatina all'orecchio a Puciotto
Inserito da rasti il 19-Ago-2012 alle 07:08:19

Moderazioni espresse: 0
Ciao Max!!!
Inserito da cleo il 19-Ago-2012 alle 14:08:06

Moderazioni espresse: 0
Ciao Max,se ti interessa Garzingo deve cedere per problemi di consanguineita una femmina di 2 anni nera e 1 maschietto di 4 mesi sempre nero.Garzingo non e'lontanissimo da te.
Inserito da max il 20-Ago-2012 alle 11:08:23

Moderazioni espresse: 0
Grazie. Lo contatto
Se vuoi scrivere un commento sul blog devi prima fare l'autenticazione Iscriviti al sito se non l'hai ancora fatto. Clicca qui
About Us | Site Map | Privacy Policy | Contact Us | Since 27/01/2006 © 2011 Raglio
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

eXTReMe Tracker