Raglio
La community dedicata agli Asini


Forum

Presentazioni e Saluti

Fate qui le vostre presentazioni o lasciate i vostri saluti ;)
Forum inserito il : 10-03-2010 alle 11:14:55

Heidi, Mafalda e Goliarda: la nostra storia!

AutoreMessaggio
agricolasolan
Gruppo: normal
Città: Imer
Provincia: TRENTO
Messaggi:2


Messaggio privato
Postato il : 17-03-2020 alle 15:10:43
Heidi, Mafalda e Goliarda: la nostra storia!
Buongiorno! Intanto grazie a tutti per questo forum, senza il quale probabilmente non saremo mai riusciti a realizzare il nostro sogno! Siamo Caterina e Simone, e abbiamo una piccola azienda agricola in Valle di Primiero, Trentino Orientale. Tutto in piccolo e per piccoli passi, in maniera "più che biologica"...quasi medievale! Spesso per fare arare i campi chiamavamo i grossi cavalli da tiro che sono molto in voga da queste parti, ma un paio di anni fa Simone ha seguito un corso sulla lavorazioni agricole di montagna con l'utilizzo degli asini e da lì abbiamo iniziato a fantasticare! Bisogna dire che l'unica esperienza di equini che avevamo risalivano a miei ricordi adolescenziali, per cui per un anno intero abbiamo seguito assiduamente il vostro forum, abbiamo letto tutti i libri in commercio e (bisogna ammetterlo) imparato a memoria tutti i video del Ranch Margherita!!! Poi per un periodo di tempo abbiamo chiesto a dei vicini di poter andarci ad allenare con i loro asini,ma c'era una sorta di gelosia, per cui dopo un po' abbiamo smesso. Finalmente nel giugno del 2018 un amico che aveva già troppi asini ci ha consigliato due asine provenienti da un agriturismo, di 7 anni, docili e abituate ai trekking. Così sono arrivate le inseparabili Heidi, asina di taglia media/grande, e Mafalda, di taglia piccola. Dopo un breve periodo nei dintorni di casa, abbiamo iniziato a pascolarle nei prati attorno al nostro Maso (casa di media montagna) e in quelli dei vicini, felicissimi di risparmiarsi la faticosa falciagione a mano! Un mattino però raggiungendo il pascolo come ogni giorno per portargli l'acqua e una buona dose di coccole, misteriosamente "le ragazze"si erano moltiplicate.
Sì sì, non c'erano 2 asine ma tre! Vispa e allegra saltava e correva una asinella morella di cui nessuno sapeva l'esistenza. In effetti nei mesi estivi vedevamo Heidi ingrossare, e qualche domanda ai vecchi proprietari l'abbiamo fatta. Ma loro ci avevano risposto che probabilmente mangiando l'erba fresca "aveva la pancia gonfia". Fortunatamente anche senza il nostro intervento, Heidi se l'era cavata benissimo da sola....e a noi non c'è rimasto che battezzarla: Goliarda Sapienza (se non sapete chi è vi invito a fare qualche ricerca!)
Così totalmente digiuni di esperienza con gli asini, abbiamo anche dovuto far fronte al rapporto con un puledrino! Fortuna che sono animali superiori, gli asini. Nel giro di qualche giorno, e senza alcuna nostra forzatura, Goliarda ha iniziato a cercarci per giochi e coccole di sua naturale iniziativa e la mamma non si è mai intromessa.
Giusto poi per non farci mancare niente sono iniziati i problemi ad un zoccolo della Heidi. Tarlo, ovviamente. E ovviamente abbiamo chiamato il peggior maniscalco della zona, che oltre a tagliarle l'unghia a sangue, l'ha trattenuta per l'orecchio per buoni 40 minuti nonostante le mie proteste. Ma poi il danno era fatto: l'asina tutt'ora a solo sentire l'odore di maniscalco diventa una furia. Da lì medicazioni quotidiana, ma sopratutto l'asina gli zoccoli dietro non voleva più farseli toccare e tanto meno pulire. Sento ancora il fischio dei calci nell'aria! Per un anno intero siamo stati dietro a quello zoccolo, con l'ansia di prendersi un calcio e con il timore di non riuscirlo a guarire. Ma per fortuna, e sopratutto grazie ad una brava veterinaria e un ottimo maniscalco, abbiamo superato anche quello.
E ora? Ora finalmente abbiamo iniziato a lavorare con lei!
Perchè oltre a qualche breve trekking con basto, Heidi ora ci aiuta nel trasporto della legna a basto o tirando la "strozza" (una sorta di slitta in legno tipica), portando il letame per ingrassare i campi o la terra con la strozza o con la carriola, fresando i campi con un attrezzo leggero dei primi '900 che abbiamo recuperato.
A breve cercherò di caricare un po' di foto e video...chissà che non siano utili a qualcuno!
lakai
Gruppo: normal
Città: sorso
Provincia: SASSARI

Messaggi:1375


Messaggio privato
Postato il : 17-03-2020 alle 19:09:22

Beh, ormai è tanto tempo che non si leggeva niente di nuovo, sono io che ti dico grazie per aver scritto questa presentazione, BENVENUTI! In questo sito c’è bisogno di gente nuova che abbia interesse a condividere la voglia di imparare e di vivere con gli asini, lavorare, giocare, entusiasmo. Come hai detto Tu, molti di noi hanno imparato qualcosa dal Ranch Margherita, ho avuto la fortuna di conoscere di persona Cris e Roby ad un raduno, e sono anche andato al loro ranch, gente in gamba! Anch’io li ringrazio con riconoscenza.
La vita con gli asini richiede calma, saper attendere, saper chiedere NON PRETENDERE. Ripetere quanto prima le esperienze per fare in modo che gli animali fissino e ricordino ciò che fate e siano in grado di eseguire ciò che chiedi. Per gli zoccoli leggi l' MP.


Moderazioni espresse: 0
Se vuoi scrivere un argomento devi prima fare l'autenticazione
Iscriviti al sito se non l'hai ancora fatto. Clicca qui
About Us | Site Map | Privacy Policy | Contact Us | Since 27/01/2006 © 2011 Raglio
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

eXTReMe Tracker