Raglio
La community dedicata agli Asini

BLOG
di :
<< Agosto 2022 >>
L M M G V S D
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31

Categorie

Generica
Viaggi
Trekking

Archivio

Marzo 2021
Febbraio 2019
Gennaio 2019
Ottobre 2018
Settembre 2018
Agosto 2018
Giugno 2018
Novembre 2017
Settembre 2017
Agosto 2017
Luglio 2017
Giugno 2017
Aprile 2017
Marzo 2017
Febbraio 2017
Dicembre 2016
Novembre 2016
Ottobre 2016
Settembre 2016
Agosto 2016
Luglio 2016
Giugno 2016
Aprile 2016
Marzo 2016
Febbraio 2016
Gennaio 2016
Dicembre 2015
Novembre 2015
Ottobre 2015
Settembre 2015
Agosto 2015
Giugno 2015
Maggio 2015
Aprile 2015
Marzo 2015
Febbraio 2015
Gennaio 2015
Dicembre 2014
Novembre 2014
Ottobre 2014
Settembre 2014
Agosto 2014
Luglio 2014
Giugno 2014
Maggio 2014
Aprile 2014
Marzo 2014
Febbraio 2014
Gennaio 2014
Dicembre 2013
Novembre 2013
Ottobre 2013
Settembre 2013
Agosto 2013
Luglio 2013
Giugno 2013
Maggio 2013
Aprile 2013
Marzo 2013
Febbraio 2013
Gennaio 2013
Dicembre 2012
Novembre 2012
Ottobre 2012
Settembre 2012
Agosto 2012
Luglio 2012
Giugno 2012
Maggio 2012
Aprile 2012
Marzo 2012
Febbraio 2012
Gennaio 2012
Dicembre 2011
Novembre 2011
Ottobre 2011
Settembre 2011
Agosto 2011
Luglio 2011
Giugno 2011
Maggio 2011
Aprile 2011
Marzo 2011
Febbraio 2011
Gennaio 2011
Dicembre 2010
Novembre 2010
Ottobre 2010
Settembre 2010
Agosto 2010
Luglio 2010
Giugno 2010
Maggio 2010
Aprile 2010
Marzo 2010
Febbraio 2010
Gennaio 2010
Dicembre 2009
Novembre 2009
Ottobre 2009
Settembre 2009
Agosto 2009
Luglio 2009
Giugno 2009
Maggio 2009
Aprile 2009
Marzo 2009
Febbraio 2009
Gennaio 2009
Dicembre 2008
Novembre 2008
Ottobre 2008
Settembre 2008
Agosto 2008
Luglio 2008
Giugno 2008
Maggio 2008
Aprile 2008
Marzo 2008
Febbraio 2008
Gennaio 2008
Dicembre 2007
Novembre 2007
Ottobre 2007

BLOG
POST DEL BLOG

Vorrei vedere il blog di :

PREDATORI VECCHI E NUOVI
cannonau il 05-Nov-2010 in Generica
Mai fu più azzeccata scenografia ai giorni tristi di inizio novembre. La pioggia fitta e ininterrotta, e la nebbia solida grigio topo, da tante ore rendevano la vallata degna di un paesaggio della rumena Transilvania. L’insofferenza mi dava inquietudine.
Decidiamo di raggiungere il rifugio alpino di Cavarzano, a Poggio di Petto, dove si mangia divinamente al caldo del focolare.
Poche ore, a metà della giornata, plumbea giornata di festa.
Al rientro, passando davanti agli asini, sempre sotto la pioggia fitta, noto qualcosa di diverso (in effetti è tutta la mattina che sento un’uggia stana). Il cancelletto della veranda è aperto. Penso siano stati gli asini anche loro uggiosi per via del tempo. Comunque, fermo la macchina e vado a vedere. Non erano stati gli asini, qualcuno era entrato ed aveva forzato la porta in ferro. Si sono portati via selle, attrezzi, elettroutensili. Gli asini ci sono tutti, spaventati ma ci sono. Manca qualcun'altro: l’agnello, la capretta tibetana Bebyna, un bellissimo montone di razza Garfagnina (in via di estinzione). Cerco in giro e trovo la pelle, solo la pelle e le zampe, dell’agnello e di Bebyna, proprio li, dove giocava con i bambini. Del montone nessuna traccia.
Tra pochi giorni è il giorno del rito musulmano del sacrificio del montone. E’ tutto spiegato.
Che strano, forse per cacciare via il pensiero, ed il malessere, per quegli esseri sgozzati e scuoiati li, a casa loro, e mia, per quel bellissimo montone rapito, che vivrà solo qualche giorno prima di fare la stessa fine, senza poter nemmeno rivolgere uno sguardo implorante d’aiuto agli amici del suo branco, forse, per rimuovere tutto l’orrore che ho davanti agli occhi, che mi lascia inebetito, come tutti gli altri miei animali che hanno visto, il mio pensiero corre all’orso Dino (che ho letto è stato abbattuto). Penso, con un lampo istintivo, allora sarà giusta per queste persone, la stessa giustizia toccata all’orso Dino. Un lampo e ritorno col pensiero alla mia realtà. Sono preoccupato, anzi angosciato, per gli asini che restano. Come li difenderò? voglio sperare che anche questi nuovi predatori siano riconoscenti ad un animale che ha fatto la loro civiltà, e che per questo lo rispettino, quanto meno non gli facciano del male.

Commenti

In questo momento ci sono 54 commenti
Inserito da Bigio il 05-Nov-2010 alle 11:11:32

Moderazioni espresse: 0
Mi dispiace Cannonau.
Gran brutta storia.
Inserito da vale il 05-Nov-2010 alle 16:11:31

Moderazioni espresse: 0
sono senza parole.
Inserito da PUNDRA il 05-Nov-2010 alle 17:11:16

Moderazioni espresse: 0
Mi dispiace Cannonau, certo bella l' integrazione, se fossetro stati loro, certo potresti vedere tra la loro comunità ti fai crescere la barba e tra un pò di tempo anche un anno je la fai pagare ricordando che certe cose uno non se le scorda. Purtroppo non hai la certezza ti capisco comunque ricevere dei furti e in particolari di animali, è capitato anche a me e da parecchio ma parecchio fastidio. Forza Cannonau non mollar.
Inserito da rasti il 05-Nov-2010 alle 17:11:27

Moderazioni espresse: 0
Io ho le parole per quei luridi bastardi che siano Italiani o no,ma qui non si possono dire...
Sai Cannonau ci siamo passati anche noi verso aprile,neanche male e' stata risparmiata la crudele visione.
Sai mi son presa su con il mio piccolo e sono andata a cercar la casa del lupo per non dar nulla di perso,(peccato una sola cosa ed e' quella che mi fa' piu' rabbia se ci ripenso)questo lupo non ha orecchie grandi,bocca grande ed un bellissimo manto perlato e,non ulula alla luna.Questo lupo parla(sembrerebbe)una lingua dell'est cammina come "noi" e dovrebbe avere un cervello molto piu' sviluppato di quello del lupo!!!
Mi spiace tanto :-(
Inserito da rasti il 05-Nov-2010 alle 17:11:11

Moderazioni espresse: 0
E sai perche' questo finto lupo ha scelto lei...
perche' si fidava di noi a due zampe !!!
Metti di guardia due bei lupi veri che forse una mano a scovare gli imbroglioni a due zampe non dispiace neppure a loro!!!
Inserito da natur284 il 05-Nov-2010 alle 17:11:37

Moderazioni espresse: 0
Ciao Sandro ; non posso che inorridire davanti a tanta crudeltà.
Se mi dovesse succedere una cosa del genere con gli Asini..... Eppure,quando giro l'ultima curva e mi infilo nella stradina che porta al'ingresso ho sempre l'ansia di trovare il cancello divelto e ....... .
Comunque per fare tutto sul posto mi sa che hanno studiato i tuoi orari e/o percorsi.
Sto ristrutturando : e non credo che risparmierò , visti i tempi , sulla sicurezza.Telecamere wireless a infrarossi anche nella tazza del gabinetto!
Per quanto riguarda l'orso:i tuoi animali ,naturalmente non gli stessi ,potresti anche ricomprarli.L'orso....... .E pare che questa abissale differenza non venga percepita.
Inserito da rasti il 05-Nov-2010 alle 18:11:58

Moderazioni espresse: 0
I FINTI (aggiunto dopo il giusto commento di Vale)mussulmani rispettano solo un'animale il MAIALE...gia' non lo picchiano,non lo toccano non ecc ecc
Perche' per sua fortuna viene considerato SPORCO!!!
Scusate la rabbia ma quando ci vuole ,ci vuole!
Inserito da ragliaconnoi il 05-Nov-2010 alle 18:11:45

Moderazioni espresse: 0
******xxxxxxx bene arrivato su Raglio.com
Non voglio rompere ma come ho fatto altre volte devo ricordarti che il sito è dedicato agli asini e di evitare immagini di altri animali.
Ti scrivo questo perchè l'ho fatto altre volte e ad altri nick e quindi creare malumore.
Raglio.com è felicissimo di conoscerti,...*****

****NO!Con questo messaggio il capo ha voluto rimarcare il fatto che l'Asino è l'argomento PRINCIPALE del sito.Quindi qualsaiasi foto che ritragga un Asino ,anche con altri animali, va bene.Non andrebbe bene se ci fosse SOLO un elefante,una giraffa,un rospo,una capra , un dodo(no questo è estinto!).Stai tranquilla.
Vedi capo che io ti capisco.***

Mi dispiace per le capre.
Inserito da vale il 05-Nov-2010 alle 18:11:08

Moderazioni espresse: 0
è una storia orribile, ed oggi non ho di certo invidiato cannonau, ma di qua a dare adosso a TUTTI i musulmani ci andrei piano.
gli stolti esistono ovunque, di qualunque nazionalità o credo religioso siano.
Inserito da alessia75 il 05-Nov-2010 alle 18:11:40

Moderazioni espresse: 0
mi limito ad un abbraccio virtuale a te e ai tuoi asini spaventati!
Inserito da rasti il 05-Nov-2010 alle 18:11:39

Moderazioni espresse: 0
Si Vale scusa sono d'accordo con te,ma sono pochi e rari i mussulmani veri che rispettano gli animali e tu che giri i mari sai che questa non e' una balla ma realta'.
Sono sicura che quei pochi (ed uno di queste brave persone lavora in un allevamento per cani)non si sentano offese da questo mio sfogo,ma anzi urlino inseme a me un dolore che rovina la religione che seguono rispettosamente.Se ben ricordo i mussulmani non rubano per religione,quindi forse ho sbagliato dovevo scrivere FINTI mussulmani!!!
Inserito da mannironi il 05-Nov-2010 alle 19:11:20

Moderazioni espresse: 0
Grande solidarità per te cannonau, vino rosso e forte della nostra amata isola, coraggio, compassione, tristezza, ma non vendetta, no balentia, a presto...
Inserito da elcholo il 05-Nov-2010 alle 20:11:26
Per un giusto , equilibrio e trasparenza , sicuramente ho sempre detto che bisogna postare foto che rappresentano asini, d'altronde è una community dedicata agli asini.
Ogni giorno che vado a governare i miei asini , la mia paura è sempre la stessa.
I cacciatori avranno tagliato qualche rete? qualcuno avrà fatto qualche dispetto ai miei asini ?
Qualche bastardo avrà fatto qualcosa di male ai ....... non ci voglio neanche pensare, già sto male
Capisco il tuo stato d'animo , ogni furto e violazione di privacy è sempre una pugnalata.
Inserito da pantagruele il 05-Nov-2010 alle 20:11:46

Moderazioni espresse: 0
posso assicurarti, Cannonau, che il reato di abigeato è in forte aumento.
Sono diminuite le rapine in banca perchè rendono poco, la rete di macelli clandestini, invece, tira tantissimo.
Andrei piano con le accuse su base etnica/religiosa.
I ladri sono ladri e basta, non credo che dipenda dalla religione.
La macellazione rituale islamica è il sistema utilizzato tradizionalmente nelle nostre campagne per ammazzare gli animali.
Quanti contadini e pastori conoscete che adoperino uno storditore o una pistola a proiettile captivo?
Io nessuno.
E conosco alcuni pastori e diversi contadini.
E poi perchè citare sempre la macellazione halal e non quella kosher?
E' razzismo con cristiani ed ebrei e non lo è, chessò, con agnostici, animisti e musulmani?

Nei paesi occidentali (a maggioranza cristiana, per quelli affezionati a questo particolare) abbiamo inventato una cosa di cui non andare fieri:
gli allevamenti industriali, dove gli animali vengono torturati ancor prima di nascere (geneticamente selezionati per essere deformi) e per tutta la loro esistenza fino a una fine "indolore" solo sulla carta (nella realtà non sempre) e tutto per massimizzare la produzione e "l'efficienza".

O.t.: stavo quasi pensando di acquistare, se arrivo alla pensione, qualche capra, ho visto una pubblicazione, di recente, che pubblicizzava le razze più comuni per il latte, soprattutto.
Ma erano tutte razze di montagna (Camosciata, Saanen) e io vivo in pianura/prima collina.
Che caratteristiche ha la garfagnina? Si trovano esemplari?
(premetto che dopo le ultime riforme la mia pensione si è parecchio allontanata, non ho fretta, mandami, se vuoi, con comodo, un messaggio privato)
Inserito da cannonau il 05-Nov-2010 alle 20:11:11

Moderazioni espresse: 0
No, forse sono stato io a sbagliare. Ho dato la spiegazione che avesse una motivazione solida a giustificare un fatto di tale gravità (un forte credo religioso: Abramo messo alla prova del sacrificio del figlio – parla con un asino mentre si avvia al rito sacrificale – ma poi gli fu concesso di sgozzare il montone al posto del figlio). Comunque, una supposizione suggerita da una forte concomitanza di indizi. Ma a pensarci, chi lavora nella pastorizia, nella forma più arcaica, come possiamo trovare in Abruzzo o Sardegna, ma anche in tanti altri posti d’Italia, ha una tale confidenza con la morte animale da non ammettere un certo tipo di relazione affettiva che contraddistingue una cultura a loro lontana, ed inconcepibile. Se poi questa visione si accompagna alla marginalità sociale ed al bisogno (servo pastore) certe azioni sono pensabili. Sono due ipotesi che ancora, a fatica, si accompagnano ad una “ragione”, tutte le altre sono pura barbarie e degenerazione a noi incomprensibili e, pertanto, inaccettabili.

p.s.: per Raglia. Non sarei così fondamentalista….in fondo, il blog parla di un’offesa ad una asineria, e dei timori per la sorte dei propri asini.
Inserito da rasti il 05-Nov-2010 alle 20:11:31

Moderazioni espresse: 0
No no io non comprendo queste cose e fatico a mandarle giu' e' piu' forte di me!!!
Mi fanno venire il nervoso,rubami l'oro ma non rubarmi un animale o peggio ancora ucciderlo!
Grrrrrrrr che rabbia che mi viene :-(
Inserito da ragliaconnoi il 05-Nov-2010 alle 21:11:35

Moderazioni espresse: 0
**p.s.: per Raglia. Non sarei così fondamentalista….in fondo, il blog parla di un’offesa ad una asineria, e dei timori per la sorte dei propri asini.**(cannonau)

Mi dispiace per quel che è successo e io non sono l'amministratore.
Questo blog non ha niente a che vedere con Raglio.com.
E' sicuramente la prima volta che contesto un blog,generalmente se non mi piacciono mi limito a non commentare.
Ho postato parole dette da altri in altra occasione.
Spero che chi le ha scritte si riconosca.



Inserito da vale il 05-Nov-2010 alle 21:11:43

Moderazioni espresse: 0
raglia, vergognati!
leggendo vicende così dolorose terrei i dossier nel cassetto e la pistola nella fondina.

piena sintonia con quanto scritto da pantagruele.

ogni sera accendo un lumino nella lanterna appesa all'ulivo della cagnola Alì, stasera ne accenderò altri due...e se vi sembro melensa me ne fotto.....


anzi ne accendo tre, uno anche per le anime dannate che si sono macchiate di questo sangue, qualsiasi sia il loro dio.

io di santi da pregare non ne ho, onoro solo la memoria di chi fù.
Inserito da ragliaconnoi il 05-Nov-2010 alle 21:11:58

Moderazioni espresse: 0
Fosse per me ti denuncerei per "omessa custodia".
Gli animali vanno CUSTODITI e non pianti.

COME FATE A DIRE DI AMARE I VOSTRI ANIMALI E LASCIARLI INCUSTODITI ????
Inserito da vale il 05-Nov-2010 alle 21:11:42

Moderazioni espresse: 0
rivergognati!!!!!!!!

questo orrore sarebbe potuto capitare anche a me, che ho tre cani in casa e un asino a venti metri dalla porta, magari la vendetta di un cacciatore che ho scacciato in malo modo mentre mi sparava quasi dentro casa, nella poche ore in cui mi allontano da casa.

il tuo rancore verso alcune persone è senza pudore, e oggi hai toccato il fondo!

che schifo!!!!!!!

Inserito da vale il 05-Nov-2010 alle 21:11:56

Moderazioni espresse: 0
e voglio aggiungere che non tutti hanno la fortuna e il privilegio di poter vivere avendo i prorpi asini a portata di finesta, come me, te, alessia, e altri.

per chi non ha questa fortuna che si fa, una moratoria che dice che non possono prendersi cura degli asini?

roba da matti.....
Inserito da platero il 05-Nov-2010 alle 21:11:41

Moderazioni espresse: 0
Non lontano dal mio paese, sia l'anno scorso, sia quest'estate sono successi due crimini analoghi: - il proprietario ha trovato solo la testa e le zampe dell'asino che era nella stalla col cavallo; - l'altro proprietario aveva tre asini su al pascolo, non nella sede stabile: il castrato non c'era più, della fattrice rimanevano solo testa e zampe, mentre il puledrino orfano era ancora lì. Non si può farsene una ragione... La gente dice che ormai ci sono persone (persone???) che uccidono questi animali per FAME. Portano via le parti commestibili, scartando la tara.
Inserito da ragliaconnoi il 05-Nov-2010 alle 22:11:30

Moderazioni espresse: 0
Questo blog mi fa schifo.

Non si parla di asini.

E' facilmente riconducibile al problema immigrazione.
**(Tra pochi giorni è il giorno del rito musulmano del sacrificio del montone. E’ tutto spiegato.)**
Affermazione molto avventata che
può scatenare diattribe politiche xenofobe,vietatissime dal regolamento di Raglio.com

La foto non ritrae asini.

Il resto sono solo chiacchere da salotto.(e cani).

Non mi vergogno di quello che scrivo.
Ci metto il nome e il cognome.
Non ho nessuna vergogna nel dire che io non lascierei MAIIIII !!!! i miei animali a pascolare incustoditi al campo vicino al macero che dista trecento metri da casa.
I colpevoli,le loro ragioni,la loro nazionalità,il bisogno di cibarsi e i loro riti non mi interessano.
Da domani si apre una nuova era per Raglio.com,sono ammessi i blog che parlano di gatti avvelenati,di cani rapiti e perchè no di.....forasacchi nelle mutande !!

Inserito da vale il 05-Nov-2010 alle 22:11:06

Moderazioni espresse: 0
non sapevo che raglio. com avesse un nuovo amministratore che ci dà le linee guida su quello che si può e non si può fare su questo blog.

vorrei che elcholo ce ne desse conferma e in caso proveddesse a pubblica incoronazione.
altrimenti falla finita, e prenditi un caffè nero!

anzi, una bella camomilla.
Inserito da ragliaconnoi il 05-Nov-2010 alle 22:11:17

Moderazioni espresse: 0
**(Tra pochi giorni è il giorno del rito musulmano del sacrificio del montone. E’ tutto spiegato.)**(cannonau)




1) Le discussioni devono mantenersi nel rispetto generale degli altri iscritti alla community. Ogni messaggio offensivo, con contenuti razzisti, o a carattere illegale sara' censurato o cancellato a discrezione dall'amministratore. Non sono ammessi messaggi politicamente fanatici, xenofobi, ne' qualsiasi insulto a popoli, stati, enti, religioni o singole persone.

Il regolamento è visibile a tutti.


http://www.raglio.com/forum/index.php?var=posts&topic_id=921&categorie_id=3

Inserito da vale il 05-Nov-2010 alle 23:11:19

Moderazioni espresse: 0
la chiudo QUI
questa guerra stupida e fuori luogo, come tutte le guerre.

scusandomi con cannonau, che sicuramente non ne aveva bisogno.
almeno non oggi.
saluti.
Inserito da natur284 il 06-Nov-2010 alle 07:11:10

Moderazioni espresse: 0
A malincuore, ma con coerenza devo dire che Raglia non ha tutti torti,tirando in ballo il discorso regole.
Se creassimo un blog ogni volta che ci muore il pesce rosso, il canarino o il geco che dorme nel cassonetto dell'avvolgibile, seppur senza violenza come in questo caso, non avrebbe senso l'argomento Asini.
Anch'io ho scritto, preso dalla rabbia , parole di solidarietà verso Cannonau:ma forse erano scambi , anche se dolorosi , da bar.
C'è da dire che il tutto si è svolto ,come dice Sandro ,in un'Asineria:quindi anche in questo c'è una logica giustificazione.E ,se hai un certo numero di esemplari ,quando sei in giro con una parte ,gli altri sono comunque abbandonati.
Non pretendo assolutamente di avere una soluzione : ma se nella foto ci fosse stato un Asino ,e capisco che trattasi di soluzione grottesca,il caso non sarebbe nato.
Dura lex , sed lex .
P.S.Rileggendo l'elenco interventi a destra devo anche far notare che Raglia è l'unico sul sito ad avere due nick.Quindi se uno richiama il rispetto delle regole deve prima ....... .
Inserito da elcholo il 06-Nov-2010 alle 07:11:08
Credo che sia sia detto , tutto e anche troppo meglio chiudere qui, grazie
Questo bisogno di scontro non le capirò mai.
Sarebbe opportuno per tutti leggere le regole e onorare il rispetto verso tutto e tutti
Spero che la libertà e le possibilità di Raglio.com , non facciano male allo stesso Raglio.com
Inserito da icaro il 06-Nov-2010 alle 07:11:33

Moderazioni espresse: 0
caro sandro, ho appena letto il tuo blog e ne sono rimasta scioccata...ti sono vicina nel tuo dolore...vivo perennemente nella paura che possa succedere qualcosa di brutto ai miei animali (capre, agnello, gatti compresi)....e la mia rabbia e dolore più grandi è che non esiste giustizia per chi si accanisce contro di essi..
un grande caldo abbraccio cris
Inserito da alessia75 il 06-Nov-2010 alle 07:11:06

Moderazioni espresse: 0
in realtà forse e ribadisco il "FORSE", magari se tutti quelli che si trovano in queste situazioni denunciassero alle autorità, si creerebbe il problema e magari aumenterebbe la sorveglianza. Basta pensare al povero "Bruno" lui è stato braccato fino alla morte..
Inserito da Mora il 06-Nov-2010 alle 08:11:14

Moderazioni espresse: 0
mi mancano le parole, è cosi terrribile quello che è successo a cannonau. E penso che non è il momento per fare polemica, anche se gli animali morti non erano degli asini! Sarebbe piuttosto il momento per chiedersi cosa si potrebbe fare - non mi sembra normale che si deve custodire degli animali per proteggerli da questi macelli clandestini!
Inserito da pantagruele il 06-Nov-2010 alle 08:11:35

Moderazioni espresse: 0
Forse sarebbe il caso di togliere i neologismi, blog crea sempre confusione, magari sarebbe meglio intitolare la sezione "Diari di asinari e asinofili" (che sarebbe poi il significato).
Lo so, sui motori di ricerca farebbe schifo.
La foto non è nella sezione foto e quindi non può essere fuori posto.
Faccio un esempio: scrivo un blog sulla costruzione della stalla e tutti gli accidenti connessi, magari dentro c'è qualche notizia utile, qualche nota divertente, è comunque un evento memorabile che merita una pagina di diario, e un evento che non accadrebbe mai, chessò, agli allevatori di canarini.
Che gli asini siano assenti (l'ultima volta Agnese mi fregava sempre il martello) è ininfluente per il diario.
Molto influente sulla costruzione della stalla (finisci molto prima).
Illustro il tutto con la foto di un segaccio e un martello.
Non mi sembra fuori luogo.
In questo caso c'è il racconto di un rientro al recinto turbato dalla effrazione, dal furto e dalla uccisione.
E' un evento memorabile, e può servire di monito agli altri iscritti per maturare un po' di prudenza aggiuntiva.
La pagina di diario mi sembra ci stia tutta.
Dalle foto ho potuto notare, inoltre, che le capre sono le compagne scelte più di frequente per gli asini; anche più dei cavalli.
E qui l'interesse per la community è evidente e pertinente.
p.s.: il becco è effettivamente stupendo, un vero peccato.
Inserito da cannonau il 06-Nov-2010 alle 09:11:23

Moderazioni espresse: 0
Sperando che la notte abbia lavorato a far evaporare i fumi dell’alcool, rendendo più ricettiva la mente, scrivo due righe a Raglia, ma poi non risponderò più a nessuna replica da parte sua.
Non ho il tempo, ne la voglia, di scandagliare ossessivamente, alla tua maniera, i vari forum che negli anni si sono susseguiti nelle pagine di Raglio.com. La memoria mi aiuta, però, a prendere atto che in anni di polemiche, più o meno aggressive, più o meno strumentali, più o meno di basso livello, più o meno stupide, ci sia la sistematica firma di Ragliaconnoi. Se non ti conoscessi, mi verrebbe da richiamare l’art. 13 del regolamento. Comunque, Stefano, con questa tanica di benzina (ed i cerini) che ti porti appresso come la cartelletta della scuola, non fai del bene a questo sito ed in generale al mondo degli asini che, guarda caso, ti ha sistematicamente visto protagonista di ogni polemica (nelle varie sfaccettature di cui sopra).
In questo blog, sei stato patetico, ed anche preoccupante (mi domandavo la ragione dei complimenti, impensabili, nel blog della “comunicazione”: preparavi la trappola con l’alibi).
Confermo che questo mio blog nasce dall’esigenza di condividere, dolore e preoccupazione per una asineria attaccata dalla violenza. Pochi hanno colto il richiamo (orso Dino), per via di una situazione che si presenta ribaltata, ad un altro forum molto discusso.
La cultura/religione musulmana non c’entra se non come una spiegazione, presupposta, di logicità in ciò che è accaduto. E non credo proprio che un reazionario doc come te sia sensibile (almeno positivamente) alla tutela e all’integrazione delle diversità etniche e religiose.
La stupidata sulla custodia non merita neanche un commento.
A chi potrebbe obbiettare che questi scambi vanno risolti in forma personale, rispondo che il problema, in questa forma, ormai tocca tutta la comunità del sito.


p.s.: (per Natur). Già, parliamone nel bar. Se si è potuto scrivere compiaciuti (e minuziosamente descrivere) della testa del pollo staccata, che rimane nelle mani del suo aguzzino, strappando la pelle, perché tirata con troppa enfasi, si può pure scrivere di capre e pecore, alle quali tanti hanno voluto bene, sgozzati e scuoiati.

P.s.:(per Panta) come ieri mi freghi sul tempo: il becco, per sua fortuna è vivo. E' la capretta che è andata. Il montone garfagnino era un ariete.
Inserito da ragliaconnoi il 06-Nov-2010 alle 11:11:33

Moderazioni espresse: 0
Caro Sandro Useli,io non ce l'ho con te ma con quello che hai scritto.Tu non meriti la mia attenzione.Hai asini e animali dappertutto e tutti incustditi come le asine annegate a Prato (quello era lo spunto giusto per fare un blog in tema asini)
Non credi che dovresti rivedere qualcosa?

I tuoi soliti giudizi sulla mia persona,tesi a squalificarmi sia come uomo che come asinaro non mi toccano,hai fallito il bersaglio.
Anche quando dai già per scontato che i mussulmani,con i quali tra l'altro spesso collabori,ti abbiano fatto quel dispetto.
Ne portasti anche uno a casa mia e io da bravo fascista,come tu mi hai accusato più volte di essere,l'ho fatto sedere alla mia tavola,che sia stato lui?

Tutte le asinerie da reddito(qualcuno che paga c'è sempre e lo sai bene) hanno bisogno degli asini per sopravvivere e sono costrette a lasciare il loro "strumento di lavoro" spesso incustidito.
Se un giorno l'Asino Animale dovesse rientrare nella cerchia degli animali da affezione spero che ne venga imposta la custodia,così come lo è per cani e gatti.
Solo i tanto odiati cacciatori lasciano i cani chiusi in serragli e incustoditi.

P.S Se ti hanno fatto pena i miei galli,al punto di chiamarmi "aguzzino" pensa a loro quando mangi il tuo tanto amato "porceddu",un lattonzolo di pochi chili e uccidilo con le tue mani se sei un'uomo.

Se vuoi rispondere fallo ma fallo tu,dei tuoi "avvocati difensori" me ne sbatto.
Come già detto mi dispiace per le capre,forse ora faranno felici altri bambini.


Inserito da elcholo il 06-Nov-2010 alle 14:11:14
Perchè non la finiamo con questi inutili insulti e provocazioni reciproche.
Chiuderei qui il discorso , volterei pagina e dopo essersi fatti un esame di coscienza tutti quanti , rifletterei su come intervenire in tutti i settori di Raglio.com evitando sempre giudizi personali e pensando sempre prima di scrivere.
Il buon senso e il rispetto , prima di tutto e poi siam qui per gli asini , asini ,asini ,asini ,asini ,asini ,asini ,asini ,asini ,asini ,asini ,asini.


Credo sia inutile per tutti aggiungere altro.
Inserito da mannironi il 06-Nov-2010 alle 16:11:35

Moderazioni espresse: 0
"Gli asini ci sono tutti, spaventati ma ci sono." Beh la preocupazione mi sembra fosse rivolta a gli asini, o no?
"La gente dice che ormai ci sono persone (persone???) che uccidono questi animali per FAME. Portano via le parti commestibili, scartando la tara."
Su questo concetto mi sofermerei un attimo, ciò vuol dire che molte persone sono ridotte alla fame, a presto...

Inserito da natur284 il 06-Nov-2010 alle 17:11:56

Moderazioni espresse: 0
X il capo:
"Questo bisogno di scontro non le capirò mai."
Raglia contro Natur284.
Raglia contro Vale.
Raglia contro Cannonau.
Se riesci a capire in queste situazioni qual'è la costante avrai anche capito il bisogno di scontro.
Inserito da ragliaconnoi il 06-Nov-2010 alle 18:11:55

Moderazioni espresse: 0
Sei un bambino,torna all'asilo infantile.
Inserito da natur284 il 06-Nov-2010 alle 18:11:07

Moderazioni espresse: 0
Solo se mi regali il Chupa Chups!
Inserito da elcholo il 06-Nov-2010 alle 18:11:31
Ve lo chiedo per favore e per rispetto a tutta la community ........ "Credo sia inutile per tutti aggiungere altro. "
Inserito da natur284 il 06-Nov-2010 alle 18:11:42

Moderazioni espresse: 0
Ma perchè insiti a "chiedercelo"?
Chiediglielo!!
Inserito da vale il 06-Nov-2010 alle 18:11:44

Moderazioni espresse: 0
Vorrei aggiungere solo un’esperienza personale, e se elcholo la ritiene fuori luogo è liberissimo di cancellarla senza che io me ne risenta.

Nella scuderia adiacente alla vecchia stalletta dove Giulio è stato per due anni, prima ancora che lui arrivasse, e prima che me la richiedessero indietro e che gli costruissi il nuovo ricovero, viveva il cavallo della figlia della mia vicina con la sua inseparabile capretta tibetana. La notte il cavallo rimaneva chiuso nel suo box, e la capretta libera di entrare ed uscire dal resto della scuderia lasciata aperta, con tanto di selle, finimenti e attrezzature in bella vista. Questa scuderia (ora ristrutturata in villetta) dista 100 metri dalla porta della mia cucina e 150 dalle finestre dei miei vicini, a portata di orecchio e di occhio. Di solito qui, tra noi o i vicini, c’è sempre qualcuno, e questo ci dà tranquillità sulla sicurezza dei rispettivi animali (anche se il cavallo ora è stato venduto) per ogni possibile inconveniente e/o incidente.

Fatalità una maledetta sera eravamo tutti fuori a cena, cosa che succede di rado, e la mattina dopo non è stato un bel risveglio, la visione è stata agghiacciante: la capretta era stata sbranata da un branco di cani randagi, che di solito si tengono a distanza, allertati anche dai nostri cani che seppur nei rispettivi giardini recintati e non liberi, in qualche modo difendono il “loro” territorio.

Forse ci sono state delle responsabilità, forse la capretta andava chiusa nella scuderia a doppia mandata, ma come prevedere una cosa simile, visto che la capretta non si allontanava mai dalla scuderia, e quando il cavallo andava a lavorare nel campo poco più in giù nella sua mezz’ora quotidiana la capretta non si allontanava dalla scuderia ma cominciava a belare per chiamarlo?
E poi questa è una zona molto tranquilla, a volte ci dimentichiamo anche di chiudere la casa a chiave durante la notte, oltre al fatto che siamo degli inguaribili ottimisti.

Questo solo per dire che non me la sentirei di “condannare” i miei vicini per non aver chiuso la capretta nella scuderia, come non me la sento di condannare nessuno, perché purtroppo le disgrazie possono capitare, e può capitare che proprio quella sera un branco di cani sia passato proprio da qui, come che umani dis-umani riescano ad ammazzarti o rubarti animali, per quanto li si possa sorvegliare e controllare a vista, perché non tutti dormiamo col fucile a portata di mano, e molti un fucile in casa non ce l’hanno e non lo vogliono avere.

Direi che a volte comprendere e cercare di immedesimarsi nei dolori e nelle preoccupazioni altrui è importante, perché simili orrori possono capitare a tutti, e allora sarebbe “nobile” lasciare il proprio ego a riposo, almeno una volta tanto, e magari tacere.
Inserito da ragliaconnoi il 06-Nov-2010 alle 19:11:38

Moderazioni espresse: 0
Non hai detto assolutamente niente di nuovo,ma il tuo ego ti portato a dirlo ugualmente.
Le disgrazie e i furti sono all'ordine del giorno,quello che io non condivido è la mancata custodia adottata come sistema.
Inserito da alessia75 il 07-Nov-2010 alle 08:11:12

Moderazioni espresse: 0
La mancata custodia non la condivido nemmeno io.
Preciso inoltre che non sono "fortunata" ad avere Checco e Nella sotto la finesta, semplicemente se cosi non fosse stato io non avrei preso gli asini! nessuno DEVE prendere animali quidi se decide di farlo deve protegerli e custodirli nella maniera più giusta! lo so che è sacrificio, ma è una questione di scelte e priorità... la mia ce l'hanno gli animali
Inserito da pantagruele il 07-Nov-2010 alle 08:11:37

Moderazioni espresse: 0
per Elcholo: si possono migrare )non cancellare, copiare) tutti gli inerventi pertinenti il problema sicurezza sul forum.

Per chi fosse interessato io mi sposto là.
Inserito da vale il 07-Nov-2010 alle 19:11:31

Moderazioni espresse: 0
alessia, probabilmente neanche io avrei preso giulio e i tre cani se non potessi avere il primo 50 metri fuori dalla porta e gli altri tre dentro e fuori casa, a loro piacimento, ma io sono un po' ansiosa di natura con i miei amati, e non è detto che sia un pregio....
ciò non toglie che non tutti possono "scegliere" come abbiamo potuto fare noi.
magari c’è chi per vivere deve stare in città e non può certo tenere un asino in un garage condominiale, e proprio grazie a quel lavoro si può permettere di mantenerli; chi non trova uno spazio in affitto con casa e vasto terreno a disposizione come ho avuto la fortuna di trovarlo io; chi ha un terreno agricolo non edificabile, e fa sacrifici (o meglio scelte) impiegando il proprio tempo libero per andare dagli asini invece che in un centro commerciale; chi ha un terreno edificabile e non ha i mezzi per edificare per poter vivere a stretto contatto con gli asini; chi ha avuto la fortuna di nascere in campagna, o di avere comunque a disposizione un luogo ideale, perché è nato nella famiglia giusta, e non a quarto oggiaro o a centocelle, o magari si è accasato bene.

tutto questo per dire che se solo chi ha fatto la scelta consapevole, o chi ha avuto più fortuna, possa decidere di prendere con sé uno o più asini, potendoli controllare e proteggere a vista, gli asini si sarebbero estinti da un pezzo.

sarebbe interessante, a questo punto, un censimento/questionario tra gli iscritti per sapere quanti di noi hanno gli asini sotto casa e a portata di vista e di orecchio, e quanti no.
sarebbero numeri e ci si potrebbe avviare una discussione corposa, come comparazione rispetto a quando gli asini erano solo nella stalletta di casa, o ancor più spesso i loro custodi umani gli dormivano sulla testa, sui soppalchi nelle stalle, che era anche casa, ma erano altri tempi, e sia gli umani che gli animali lavoravano sodo e con sudore.
Inserito da cannonau il 07-Nov-2010 alle 22:11:19

Moderazioni espresse: 0
Io, i miei asini li ho a portata di vista. Sono più di venti, che insieme ad altri animali (capre, montoni) crescono di un’altra decina. Sto su un poggio e se mi affaccio sul piazzale li vedo. A me piace vederli vivere bene, ho dato loro un buon pascolo (circa cinque ettari di praterie esposte a sud) servito dalle stalle aperte. Tutti gli amici abitanti in zona hanno sempre un occhio di controllo per i miei asini, quando sono via per lavoro, così faccio io per i loro. Quelli che tengo, per varie esigenze, nelle scuderie su a casa, sono intristiti. Ho le stalle vuote per scelta. Chi conosce gli asini sa bene che questi amano lo spazio in libertà, che la stabulazione o un paddoch non bastano. Anche avere tanti asini è una scelta, oltre che una grande spesa. Se posso, finché posso, voglio dedicarmi il più possibile a loro, curare quelli che nascono, ospitarne di disgraziati, trovare buone collocazioni, dopo averli ristabiliti, a quelli che non posso custodire. Eppure a me è successo quel che è successo.
Il maresciallo dei carabinieri mi ha detto che ci sono stati altri casi simili in zona. Mi ha raccontato che questa gente predilige attaccare gli animali in stalla, anche se vicino casa, perché è più semplice catturarli. Animali al pascolo danno più lavoro. Li attaccano di giorno, silenziosi, li spostano di poco in un luogo nascosto (un fosso, una siepe) ed in pochi minuti, con mani esperte, macellano, tagliano in quarti, mettono nello zaino e si dileguano. Se vengono fermati per strada possono sempre dire che hanno acquistato la carne. Di notte è tutto più difficile. Se ci sono i cani li ammazzano con estrema facilità (così è successo). Se la bestia è grossa (vitello, cavallo…… asino) basta un punteruolo ed un mazzuolo, ed un buon coltello affilato, portano via una coscia e lasciano li la carcassa. E’ successo a sesto F.no, nelle scuderie di un maneggio!
Il problema reale non è tanto la custodia degli animali, ma il motivo che porta a queste pratiche (la fame? Un mercato della carne clandestino?) e, soprattutto, la scarsa considerazione da parte delle forze dell’ordine e dell’opinione pubblica: a me, nessun carabiniere è venuto a dirmi di intensificare il controllo, in seguito al ripetersi di alcuni fatti di abigeato in zona. E se fanno il pattugliamento è per controllare ben altro, un animale da cortile, una capra o un asino fanno notizia solo se sono sbranati dall’orso Dino o dalla fantomatica tigre del Mugello.
Inserito da vale il 07-Nov-2010 alle 22:11:45

Moderazioni espresse: 0
cannonau, spiace che tu abbia dovuto spiegare e "giustificare", fosse stato per me sarebbe stato superfluo.

per quanto mi riguarda era già chiaro il tuo primo riferimento all'orso dino.

personalmente no ho altro da aggiungere.
Inserito da Bigio il 09-Nov-2010 alle 15:11:53

Moderazioni espresse: 0
Alessia scrive:

"Preciso inoltre che non sono "fortunata" ad avere Checco e Nella sotto la finesta, semplicemente se cosi non fosse stato io non avrei preso gli asini! nessuno DEVE prendere animali quidi se decide di farlo deve protegerli e custodirli nella maniera più giusta! lo so che è sacrificio, ma è una questione di scelte e priorità... la mia ce l'hanno gli animali "

Se è "sacrificio" badare agli asini che ti stanno sotto la finestra, figuriamoci quando distano 30 km da casa!...

Per i miei animali "sacrifico" tempo, affetti, denaro, risorse.
Non giudico le motivazioni che stanno alla base delle scelte altrui e non mi lascio andare a giudizi affrettati. Di fatto non mi riesce così facile esprimere ferree certezze su situazioni che non conosco affatto, anche se tutto lascerebbe presumere che tali situazioni sono solo più "fortunate" della mia.
Inserito da Bigio il 09-Nov-2010 alle 15:11:27

Moderazioni espresse: 0
Vale scrive:
"...magari c’è chi per vivere deve stare in città e non può certo tenere un asino in un garage condominiale, e proprio grazie a quel lavoro si può permettere di mantenerli; chi non trova uno spazio in affitto con casa e vasto terreno a disposizione come ho avuto la fortuna di trovarlo io; chi ha un terreno agricolo non edificabile, e fa sacrifici (o meglio scelte) impiegando il proprio tempo libero per andare dagli asini invece che in un centro commerciale; chi ha un terreno edificabile e non ha i mezzi per edificare per poter vivere a stretto contatto con gli asini; chi ha avuto la fortuna di nascere in campagna, o di avere comunque a disposizione un luogo ideale, perché è nato nella famiglia giusta, e non a quarto oggiaro o a centocelle, o magari si è accasato bene."

Sono tutte osservazioni che condivido ed un ottimo spunto di riflessione per tutti.
Inserito da mannironi il 11-Nov-2010 alle 13:11:51

Moderazioni espresse: 0
"Non giudico le motivazioni che stanno alla base delle scelte altrui e non mi lascio andare a giudizi affrettati. Di fatto non mi riesce così facile esprimere ferree certezze su situazioni che non conosco affatto, anche se tutto lascerebbe presumere che tali situazioni sono solo più "fortunate" della mia."
Bravo bigio, condivido a pieno la tua opinione che sottoscrivo, manni,
a presto...
Inserito da cannonau il 11-Nov-2010 alle 14:11:06

Moderazioni espresse: 0
ieri pioveva (giusto per non farci perdere l'abitudine)..... mancava all'appello la pecora. Cerca e ricerca, nulla. Vuoi vedere che sono tornati i bastardi a completare la mattanza!? ancor più perchè mi arriva la notizia che pure al pastore, in serata, gli hanno fatto fuori cinque agnelli (anche lui con quattro maremmani che te li raccomando). Questa mattina la pecora si ripresenta, ha con se un nuovo agnellino nato ieri. Piccolo segnale di distensione.....dalla sfiga!
Inserito da TEO il 12-Nov-2010 alle 13:11:47

Moderazioni espresse: 0
mi dispiace veramente..sono situazioni drammatiche che nessuno dovrebbe vivere..speriamo che sia finita !
Inserito da burro60 il 13-Nov-2010 alle 18:11:11

Moderazioni espresse: 0
Cannonau mi sforzo di immaginare cosa hai provato ma non ci riesco, appena comincio a pensare alla scena il mio cervello si blocca, sento lungo la schiena un brivido ed il mio pensiero va ai miei animali.
Mi dispiace molto per quello che ti è capitato. Anch'io ho i miei animali a trecento metri dal balcone e d'estate, quando sono a casa, li sento ragliare quando qualcuno passa vicino, mi precipitoo a guardare perchè la strada è chiusa al traffico ed infatti si tratta sempre di qualcuno che si fa una passeggiata. In questo periodo mi viene l'angoscia perchè con gli infissi chiusi non li posso sentire, ho provato a chiuderli dentro la notte ma poi ho pensato che questa soffernza è inutile perchè se decidessero di rubarmeli non è certo un lucchetto che li fermerebbe. Spesso penso che per i ladri sarebbe più comodo portarli via di giorno, glia sini si avvicinano incuriositi e si fanno mettere la capezza e ti seguono senza problemi, che faccio?
Auguri per l'agnellino.
Se vuoi scrivere un commento sul blog devi prima fare l'autenticazione Iscriviti al sito se non l'hai ancora fatto. Clicca qui
About Us | Site Map | Privacy Policy | Contact Us | Since 27/01/2006 © 2011 Raglio
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

eXTReMe Tracker